Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 »


Perché fotografate?

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 590
Offline
Prendo spunto da una frase di Archifoto tratta da altra discussione (sperando che Oscar non se ne abbia a male) in quanto sintetizza molto bene l’argomento che mi piacerebbe trattare:
oggi senza avere una motivazione finale, cioè senza una via d'uscita prevista trovo molto faticoso anche il solo montare la macchina su cavalletto ...

Escludendo l’ovvia motivazione di chi le foto le fa per professione, qual è la “motivazione finale” delle foto che fate?

Sentendo e leggendo in giro, mi è parso di capire che la stragrande maggioranza delle persone che fotografa liberamente, lo faccia per:
- Mettere le foto sui Social per prendere dei like
- Partecipare a concorsi fotografici
- Proporre le foto a Gallerie fotografiche
Mi viene da pensare che la “motivazione finale” più diffusa sia quella di fare foto che piacciano agli altri, in cerca, in qualche modo, di notorietà.

La mia, è diametralmente opposta.
Io fotografo solo ed esclusivamente per me stesso. Da quando sono diventato “il mio unico cliente”, il cercare di fare una foto che mi soddisfa è per me una motivazione finale fortissima che mi sprona ad andare avanti.
Se pubblicassi una foto su un Social (non mi passa neppure per l’anticamera del cervello) ed ottenessi 10.000 like, la cosa non mi farebbe né caldo né freddo. Se quella foto mi soddisfa appieno, vale. Se non mi piace, non vale nulla. Il giudizio degli altri per me è ininfluente sui miei gusti.
Mi rendo conto di stare su posizioni estreme e di essere probabilmente una bestia rara.

Mi piacerebbe sentire la risposta di altri utenti alla domanda di prima

Inviato: 25/1 10:16
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 5934
Offline
Fotografo sempre meno.
Perchè mi diverto sempre meno a fotografare.
Credo che il punto di svolta sia stato il digitale.
Ho finito per accettarlo, quando ormai andare a pellicola era diventato troppo impegnativo sotto l’aspetto dei tempi e dei costi. Ma non mi ci diverto come incece “prima”.

Inviato: 25/1 12:46
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 593
Offline
Intanto grazie Oso per aver preso spunto da una mia frase per aprire una nuova discussione, sono onorato. Il tema è complesso e sfaccettato e sono curioso di leggere le risposte che seguiranno. Certo fotografo per professione nel senso che qualcuno mi chiede di fotografare qualcosa ma oggi il mercato è molto ridotto in quantità ma fin dagli inizi, gli ultimi anni di università, fotografavo per darmi un'identità, quella del fotografo di architettura, di quello che voleva raccontare l'architettura attraverso le immagini Oggi dopo quasi 25 anni fotografo per lo stesso motivo, per l'identità ed è paradossalmente più difficile mantenerla oggi che avere deciso al tempo di costruirsela. E così oggi ogni foto deve andare in quella direzione alimentare cioè l'idea che io ho di me stesso -e che gli altri hanno di me- rimanere quel fotografo di architettura che si emozionava ogni volta che dietro il vetro vedeva il costruito a testa in giù. E dato che nel tempo di cose commissionate o meno ne ho fatte diverse e che hanno avuto più o meno fortuna, oggi fotografare per ricerca è sempre più faticoso perchè di riempire i "cassetti" in vista di un ipotetico futuro non ho più voglia e nè ci credo ma allo stesso tempo se esci "dal giro" e diventi il fotografo da facebook fotografando a caso,o ti dedichi ad altro e vai a fare il taxista (un lavoro a caso) l'identità di cui sopra, costruita a fatica nel tempo, scomparirebbe in fretta e mi dispiacerebbe molto. oscar

Inviato: 25/1 14:55
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3163
Offline
Io ho fotografato tutta la vita per passione facendo un mestiere totalmente diverso. Dieci anni fa ho deciso di smettere con il mio lavoro “storico” e dedicarmi tempo pieno alla fotografia. Lo scopo - per richiamarmi alla casistica di Orso - era di

- Mettere lo foto sui social per prendersi dei like ... ***NO***
- Partecipare a concorsi fotografici .... ***SI***
- Proporre le foto a gallerie fotografiche ... ***SI***
- Guadagnare dei soldi ... ***SI***

Da due anni faccio video (a colori) con lo stesso spirito con cui fotografavo da giovane (ricordi e documentazione, con una qualche pretesa di qualità sul prodotto finale, cioe’ 4K, All-intra etc). E mi diverto un sacco.

Fotografo adesso solo in bianco e nero per una mia ricerca personale. Dato che mi sono avvicinato nel corso degli ultimi anni al buddismo zen (per forte curiosita’ intellettuale, non sono buddista ne’ ho intenzione di diventarlo), ho studiato e studio l’estetica giapponese/zen (che.... “non esiste”, ma questo sarebbe un lungo discorso), mia moglie parla un discreto giapponese ed e’ professore di ikebana ikenobo (quindi c’e tutto un contesto familiare attorno), sviluppo e svilupperò progetti fotografici attinenti a questo mia interesse, per la sola mia ricerca personale e piacere intellettuale. Uso solo negativi 8x10 e 14x17, stampo a contatto, e non ho nessuna intenzione di partecipare a concorsi, cosa comunque impossibile visto che l’opera é una stampa e non un file digitale.





Inviato: 25/1 17:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1024
Offline
Io fotografo per hobby, senza soluzione di continuità, dall’estate del 1981.

Credo di poter giustificare questa passione con il fatto che la fotografia contiene in se, sia l’aspetto tecnico/tecnologico che appaga il Mastro Geppetto che alberga in me, sia l’aspetto artistico, attraverso il quale tento di esprimere le mie sensibilità.

Trovo molto stimolante il fatto che si possa sperimentare all’infinito, si possa praticare ovunque, in qualsiasi momento, con qualsiasi cosa (dal barattolo del caffè con foro stenopeico, al banco ottico).

Non ho commitenti, ne followers; cerco di soddiffare il mio gusto personale e quando questo incontra quello di altre persone ... guardo con sospetto quelle persone

Le mie foto finisco per lo più nel mio soggiorno, su alcuni calendari ed opuscoli locali ed in rare mostre nel territorio della valle abruzzese dove sono le mie origini; mi riprometto di tentare la conquista di nuovi spazi non appena sarò libero dal mio attuale lavoro nel mondo dell'informatica (invidio molto MXA, Marco e altri, che hanno avuto il coraggio di liberarsi)

Insomma, per ora la fotografia è l’angolino pseudo artistico della mia vita che mi tengo ben stretto perchè, nonostante ripetuti tentativi, non sono mai riuscito ad imparare a suonare la chitarra

A presto.

Fabio

Inviato: 26/1 13:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
10/1/2008 12:54
Messaggi: 576
Offline
le ho fatte tutte ed ancora non ho trovato la retta via, anche io ho lasciato il mio lavoro che ho fatto per decenni e da 18 anni ho un piccolo studio di paese, ora sempre più sto fotografando per la condivisione in attesa di chi sa cosa.. alla fine la cosa che mi piace di più e crogiolarmi in una stanza piena di mie foto.. ciao ciao

Inviato: 28/1 9:34
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
6/12/2006 8:51
Da Torino
Messaggi: 1271
Offline
Io fotografo solo più i miei gatti, fra un anno e mezzo vado in pensione, e forse avrò tempo anche per altro. E' l'unico motivo per cui mi sono tenuto le Mamyia 6x7 e la Linhof 4x5".
Ma sono asociale anche in fotografia, mi tengo tutto all'interno di casa mia e in ufficio. Regalo qualche stampa di gatti ad amici gattari e anche alla clinica veterinaria, ma appunto quello che conta è il gatto, non la foto, fotografare ormai è un fallout della mia attività pro felini.

Inviato: 28/1 9:55
Intelligenti pauca
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
3/4/2009 12:52
Da Eboli
Messaggi: 722
Offline
Fotografo perchè mi piace e perchè con la fotografia provo a realizzare la mia aspirazione alla creatività.
Non che ci riesca, ma almeno ci provo.

Gianluigi


Inviato: 28/1 22:26
Gianluigi
https://www.photo.net/gianluigi_albanese
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 590
Offline
Leggo degli interventi molto interessanti e assai condivisibili. Perché fotografate?

-per darmi un’identità, per alimentare l'idea che io ho di me stesso
-per la sola mia ricerca personale e piacere intellettuale
-per tentare di esprimere le mie sensibilità e soddisfare il mio gusto personale
-per provare a realizzare la mia aspirazione alla creatività


E sulla “motivazione finale”, Claudio e Niko mi fanno sentire bestia un po’ meno rara:

- mi tengo tutto all'interno di casa mia e in ufficio
- la cosa che mi piace di più è crogiolarmi in una stanza piena di mie foto


Da queste frasi estrapolate, viene fuori un mio autoritratto completo!

Capisco anche Luciano perché ho rischiato di fare la stessa fine, e per lo stesso motivo. Ho reagito tornando velocemente alla sola pellicola, favorito dalla scelta esclusiva del BN dove si riesce ancora a tirare avanti, e sfruttando i vantaggi della PP digitale col sistema misto (scanner e stampante).

Tiro ancora una volta in ballo Archifoto perché questa discussione scaturisce da quest’altra: http://www.effeunoequattro.net/htdocs ... at&order=ASC&type=&mode=0
Hai fatto vedere, perché ti è stato espressamente chiesto, il tuo lavoro Black Out. Un lavoro che a te piaceva, che ha riscosso i complimenti di tutto il forum, ma… che hai deciso di non portare avanti perché “qualcuno” (che probabilmente non conosci neppure) lo ha bocciato ad un concorso. La “motivazione finale” era il concorso, non è andata a buon fine, e l’hai abbandonato. A mio parere sta benissimo in piedi così com’è, ma mi è spiaciuto che tu non l’abbia portato avanti solo perché “qualcun altro” non l’ha giudicato meritevole. Al tuo posto avrei proseguito, in quanto le “mie” motivazioni finali che ho espresso nel post di apertura, sarebbero state sufficienti per smazzarmi tutti gli annessi e connessi che quel lavoro fotografico comportava.
Non voglio assolutamente criticare la scelta cha hai fatto, ma la giudico una sorta di deformazione professionale. Quando lavoravo, l’unica ricerca fotografica che facevo era sullo still life, ed era finalizzata non tanto al mio piacere personale (che pure c’era), ma ad attrarre nuovi potenziali clienti. Se un certo tipo di fotografia non attirava nessuno, smettevo anche se a me piaceva.

Inviato: 30/1 9:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4553
Offline
perché fotografo? risposta banale: perché mi piace farlo. Pensandoci un poco direi che probabilmente il motivo è piu’ sottile e sfaccettato. Nella fotografia ci trovo diversi aspetti che, quale più quale meno, mi appassionano e soddisfano. Sono risvolti che non esistono tutti insieme nelle altre arti o discipline. Ci sono arte, creatività, manualità, tecnica e tecnologia. Mi piace quindi affrontarli tutti, partendo dall’ideazione iniziale del soggetto/progetto, alla sua realizzazione, alla sua stampa e finitura. Se mi dedicassi alla pittura (in verità non lo faccio perché sono negato nel disegnare…) mi mancherebbe per esempio tutta la parte tecnica e meccanica.
Le mie creazioni le faccio solo per me? Nel senso che non cerco altro che la soddisfazione personale?
Si e no. Penso che il motore primario sia personale, senza fini di fama o guadagno. Ho un altro lavoro e per me fotografare non è un’attività monetariamente attiva. Vorrei però che quanto produco, quanto penso sia valido, venga visto da altri, da molti altri. E non per un fatto di semplice fama o monetario, ma perché penso che ne valga la pena. Fare e strafare e poi lasciare tutto nascosto e probabilmente perduto non lo reputo ottimale. Parere personale e senza offesa per chi la pensa diversamente.



Marco

Inviato: 30/1 11:55
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 590
Offline
Citazione:

pamar5 ha scritto:
perché fotografo? risposta banale: perché mi piace farlo.

In effetti il titolo che ho messo è poco appropriato, e suggerisce risposte scontate.
La vera domanda che volevo fare è quella in grassetto nel post di apertura.




Citazione:

pamar5 ha scritto:
Penso che il motore primario sia personale, senza fini di fama o guadagno … Vorrei però che quanto produco, quanto penso sia valido, venga visto da altri, da molti altri … Fare e strafare e poi lasciare tutto nascosto e probabilmente perduto non lo reputo ottimale.

Io non sono contrario per partito preso a far vedere ad altri le foto che faccio. Solo che la considero una cosa del tutto secondaria. Se una foto che mi è costata sacrifici e sbattimenti alla fine mi soddisfa appieno (purtroppo capita di rado), io mi sento totalmente appagato. Se poi mi capiterà di farla vedere a qualcuno, ben venga. Ma se resterà chiusa nei miei cassetti, non la reputerò perduta. Il suo fine primario lo ha raggiunto.

Inviato: 31/1 7:41
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 593
Offline
I temi si intrecciano. Orso ti ringrazio per la solidarietà ma non ho deciso io di non portarlo avanti,nessuno mi ha detto che non è meritevole, forse non l'ho spiegato ma se vuoi lo spiego. Dopo il concorso di Arles conobbi Urs Stahel (ex direttore del fotomuseo Winterthur oggi direttore del Mast Bologna) a cui chiesi di mostrargli un mio progetto. Lui disse ok scrivimi e ci vediamo mi dà la sua mail, gli scrivo un paio di volte senza nemmeno avere risposta. Quindi anche in questo caso hanno deciso altri e non io ma non nel merito, semplicemente non lo hanno visto. E' chiaro che non sono disposto a bruciare il lavoro in una mostra da bar per il gusto di farlo uscire. Il lavoro potrebbe continuare all'infinito ma per ora è sospeso dato che è troppo faticoso e costoso procedere coi permessi, a volte onerosi (80 euro a foto) e i viaggi col rischio di trovarmi altre foto senza alcuna uscita, il piacere personale non basta. Quindi il materiale di base c'è , circa una ventina di fotografie, potrei aggiungere altre una volta trovata la strada per farlo uscire...ora ho conosciuto una curatrice di milano e vedo che si può fare (anche se ho poca fiducia dato che non ho un passato da artista). Non è comunque nel mio carattere tenere i lavori nel cassetto o per il solo piacere personale, ma farli uscire è davvero molto più difficile che realizzarli.

Inviato: 31/1 8:51
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4553
Offline
….Ma se resterà chiusa nei miei cassetti, non la reputerò perduta. Il suo fine primario lo ha raggiunto….


Non la vedo allo stesso modo. Premessa fondamentale: lungi da me ogni paragone o raffronto irriverente, si tratta di un puro esempio esplicativo. Se un Leonardo o un Bacon o Ansel Adams l’avessero pensata allo stesso modo avremmo rinunciato e perso un qualcosina di una certa importanza…..o sbaglio?

Marco

Inviato: 31/1 15:10
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 593
Offline
Credo che di geni incompresi non ce ne siano, cioè che i cassetti dei geni prima o poi si svuotano da soli.

Inviato: 31/1 16:31
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1024
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
Credo che di geni incompresi non ce ne siano, cioè che i cassetti dei geni prima o poi si svuotano da soli.


Vero! Restando nel mondo della fotografia, il clamoroso caso Vivian Maier, per esempio.

Inviato: 31/1 16:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4553
Offline
No, non ci siamo capiti. Non parlo di geni compresi o incompresi. Mi riferisco a fotografi comuni ma che fotografano oltre le semplici foto ricordo. Penso che quanto producono sia per se stessi ma anche perché sia visto da altri. Non parlo di mire di fama o guadagno ma di semplice desiderio di mostrare quello che è stato prodotto, rivoluzionario o banale che sia. Non dico che ci deve essere come fine ultimo il guadagno o la notorietà ma semplicemente il voler mostrare e (nel caso) fare apprezzare il proprio io.
Il discorso, ripeto, è avulso da fini di fama o soldi. Se poi arrivano meglio ma non è quello il fine di tutto.
E, a proposito, il caso di Vivian Maier è più unico che raro. Il suo lavoro è emerso ma se fosse stato tutto buttato in discarica magari perché trovato da un non addetto o non sul pezzo…allora chi l’avrebbe conosciuta?

Marco


Inviato: 31/1 17:01

Modificato da pamar5 su 1/2/2019 8:39:52
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 593
Offline
La mia era una considerazione a margine ma sono d'accordo con Marco Pamar, anche per è sempre una priorità mostrare le foto o ancora meglio venderle. I geni sono avvantaggiati perchè il genio consente loro di uscire comunque ma di geni al mondo ce ne sono pochi.

Inviato: 31/1 20:00
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 590
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
I temi si intrecciano. Orso ti ringrazio per la solidarietà ma non ho deciso io di non portarlo avanti,nessuno mi ha detto che non è meritevole, forse non l'ho spiegato ma se vuoi lo spiego. Dopo il concorso di Arles conobbi Urs Stahel (ex direttore del fotomuseo Winterthur oggi direttore del Mast Bologna) a cui chiesi di mostrargli un mio progetto. Lui disse ok scrivimi e ci vediamo mi dà la sua mail, gli scrivo un paio di volte senza nemmeno avere risposta. Quindi anche in questo caso hanno deciso altri e non io ma non nel merito, semplicemente non lo hanno visto. E' chiaro che non sono disposto a bruciare il lavoro in una mostra da bar per il gusto di farlo uscire. Il lavoro potrebbe continuare all'infinito ma per ora è sospeso dato che è troppo faticoso e costoso procedere coi permessi, a volte onerosi (80 euro a foto) e i viaggi col rischio di trovarmi altre foto senza alcuna uscita, il piacere personale non basta. Quindi il materiale di base c'è , circa una ventina di fotografie, potrei aggiungere altre una volta trovata la strada per farlo uscire...ora ho conosciuto una curatrice di milano e vedo che si può fare (anche se ho poca fiducia dato che non ho un passato da artista). Non è comunque nel mio carattere tenere i lavori nel cassetto o per il solo piacere personale, ma farli uscire è davvero molto più difficile che realizzarli.

Ti capisco perfettamente, ed il tuo caso è emblematico del mondo in cui viviamo. Se non sei già un artista almeno un ciccinino affermato, e se non conosci “qualcuno”, non vieni neppure preso in considerazione, cioè ti dicono belle parole di circostanza e poi le tue foto manco le guardano.
Ma anche se le guardassero, a me disturberebbe immensamente che venissero giudicate meritevoli o meno di essere esposte/pubblicate (quindi di arrivare “a tutti”) da personaggi che manco so chi siano. Il fatto che siano laureati in filosofia moderna alla Sorbona o che abbiano studiato Storia dell’Arte all’Accademia di Brera, per me conta un fico secco. La Fotografia è quanto di più soggettivo ci possa essere. Se la mia fotografia soddisfa me stesso, diventa motivazione sufficiente per continuare a farla.






Citazione:

pamar5 ha scritto:
No, non ci siamo capiti. Non parlo di geni compresi o incompresi. Mi riferisco a fotografi comuni ma che fotografano oltre le semplici foto ricordo. Penso che quanto producono sia per se stessi ma anche perché sia visto da altri. Non parlo di mire di fama o guadagno ma di semplice desiderio di mostrare quello che è stato prodotto, rivoluzionario o banale che sia. Non dico che ci deve essere come fine ultimo il guadagno o la notorietà ma semplicemente il voler mostrare e (nel caso) fare apprezzare il proprio io.
Il discorso, ripeto, è avulso da fini di fama o soldi. Se poi arrivano meglio ma non è quello il fine di tutto.

Ma sì, concordo, anche perché sennò, da grande fruitore di mostre fotografiche quale sono, come farei?
La mia posizione (l’ho spiegata prima) non è quella di fare foto e poi chiuderle in cassaforte e guai se qualcuno le vede. La grossa differenza tra me e Oscar è questa: lui dice il piacere personale non basta (per portare avanti un progetto), invece a me basta.
Devo dire che almeno 9 persone su 10 che conosco la pensano come Oscar. Ecco perché mi sono autodefinito una bestia rara.

Inviato: 1/2 9:35
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 593
Offline
Orso è vero, se non sei nel giro dell'arte e vai a chiedere udienza sei un pezzente e quindi non degno di considerazione. Forse il tuo atteggiamento è più sano, voglio dire ti espone meno alle frustrazioni perchè se le foto bastano a te sei a posto col mondo. Io sono convinto di avere fatto diversi lavori interessanti nel tempo, (anche perchè in 25 anni di roba se ne fa...) ma il fatto che molti di questi non abbiano avuto il giusto spazio mi deprime. Allo stesso tempo si è verificato spesso, per controbilanciare, il fatto opposto e cioè ho realizzato lavori di cui mai e poi mai avrei immaginato o potuto promuovere da me stesso, come ad esempio la documentazione di tutte le sedi (quelle del Novecento io quelle storiche un altro fotografo) dell'Università di Bologna fatta nel 2018 per un libro di prossima uscita. Il fatto che mi fa arrabbiare è che non riesco ad incanalare come vorrei la mia produzione, che si svolge tra esperimenti inutili e casualità...

Inviato: 1/2 9:56
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Perché fotografate?

Iscritto il:
29/9/2016 0:10
Messaggi: 33
Offline
Indubbiamente il fascino che suscitano all'inizio la macchina fotografica, gli obiettivi, l'odore della pellicola... insomma tutto quel mondo là, è stato per me motivo di grande attrazione e curiosità, poi passato il periodo iniziale dalla “quasi” inconsapevolezza del “guaio” in cui mi stavo cacciando mi si è aperto un mondo.
Le motivazioni per cui fotografo sono cambiate nel tempo anche perchè è naturale che andando avanti con gli anni le esperienze ci cambiano e ognuno di noi può trovare via-via degli stimoli nuovi e diversi, anche se il motivo di fondo rimane lo stesso e cioè provare a trasmettere attraverso le immagini quello che si ha e che si vuole trasmettere...
Purtroppo vivendo in un mondo ossessionato dai soldi si è sempre considerato artista colui che vende e guadagna della sua arte, ovviamente io non sono assolutamente d'accordo con questo modo di pensare.
Penso che la fotografia sia una delle tante forme di espressione personale, è in definitiva l'opinione che abbiamo della realtà come la vediamo, come la pittura, la poesia, la musica e via dicendo, solo che se decidiamo di tenercela per noi stessi, è come se ognuna delle persone che hanno scritto il loro pensiero in questo forum si fossero limitati a scrivere e a non pubblicare niente...

Saluti

Fabio

Inviato: 1/2 12:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
32 utente(i) online
(31 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 32
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy