Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

   Tutti i post (pamar5)


(1) 2 3 4 ... 176 »


Re: Durata pellicole colore
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Grazie della segnalazione. Mi interessa particolarmente perché pure io ho 3 rulli 120 di Portra scaduti "solamente" da 3 anni.

Marco

Inviato: 13/9 15:54
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Dubbio amletico – Indecisione massima – aspettare ancora ?
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Sono sempre stato abbastanza deciso su cosa acquistare in ambito fotografico. Forse in me c’è sempre stata (anche e soprattutto) una componente di “non stare troppo a scervellarmi”, o se volete avventatezza. Mi trovo ora, all’opposto, in un mare di indecisione. La questione risiede nel futuro acquisto di un nuovo corpo macchina.
Sono anni che fotografo usando una DSRL Full Frame. Non ho mai inseguito il top e nuovo a tutti i costi. Ho acquistato sempre modelli sulla carta innovativi come fascia: Canon EOS 5D, EOS 6D. Come parco obiettivi non ne ho mai avuti un’infinità, ma negli anni qualcosa ho accumulato, sia come lenti come accessori. Ora la mia 6D ha dieci anni e forse è arrivato il momento di cambiarla. Ed ecco che (cazzarola) il mercato ha visto l’avvento a spron battuto delle mirrorless. Sono un Canonista affezionato ed anche Canon si è lanciata, con modelli notevoli, nel segmento mirrorless full frame. Dubbio: che faccio? DSRL o mirrorless?
Sono indeciso. Profondamente. Le iniziali pecche delle mirrorless sembra siano superate. L’affidabilità pare ottimale. Le case costruttrici (sembrerebbe) abbiano abbracciato tale nuovo filone, con parchi lenti ed accessori in costante implemento. La questione, un tempo limitante, ora non esiste più. Mi sorgono alcuni quesiti. Il settore DSRL è agli sgoccioli? Intendo assenza o limitazione di sviluppo del segmento e non uscita di modelli/accessori nuovi. Non è che il tutto sarà limitato solo a pochi modelli professionali (con costi alti). Decidessi di abbandonare le reflex, tutto il corredo che possiedo? Si, è vero, le lenti le potrei riutilizzare con gli appositi adattatori senza (dicono) perdite qualitative, ma fino a che punto?
Inoltre: uno degli sbandierati vantaggi delle mirrorless è la compattezza. Ma dove? I corpi che mi interesserebbero sono modello reflex, più piccoli, ma non in modo eclatante; poi a dirla tutta ogni vantaggio di pesi/ingombri dei corpi viene a decadere parlando di obiettivi. Che senso ha un corpo piu’ piccolo se corredato con lenti di un corredo reflex o pure con i nuovi per mirrorless che hanno ingombri e pesi mostruosi? Ed ancora: i prezzi? Monstre. OK che potrei riutilizzare il vecchio corredo ma metto in preventivo anche nuovi acquisti. Mi pare proprio che i prezzi di lenti e corpi sia tendenzialmente alto. Se parliamo di FF vedo costi elevati. Sembra mancare tutto il settore intermedio (come costi) che caratterizzava il mercato DSRL. Quanto temo maggiormente è che il marketing (che comanda imprescindibilmente) abbia stabilito di dichiarare morto il settore DSRL e punti tutto sulle mirrorless. Quindi, concludendo non so come comportarmi. Ancora DSRL ? Abbracciare il settore mirrorless? Sui due piatti della bilancia ci sarebbero il rischio di affidarmi ad un settore moribondo e senza prospettive oppure puntare sul nuovo con prospettiva ma esborso non irrisorio; doti millantate, ma di fatto irrisorie, quali ingombro ridotto. Insomma, non so che pesci pigliare. Voi come la pensate? Grazie per le opinioni.


Marco


Inviato: 13/9 15:45
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: smartphone ???? Fotografia ?????
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Ognuno ha espresso opinioni e valutazioni interessanti. Io ho le mie opinioni e vado ad esprimerle.
Penso che, di base, esista una tendenza, molto molto radicata, che fa passare in secondo piano la fotografia, intesa come pratica fotografica, rispetto allo strumento adottato per farla. Intendo dire che, indipendentemente dal tipo di strumento considerato, vi è una certa maniacalità nell’avere il TOP esistente sul mercato. Questo è vero sia per lo smartphone che per la reflex o mirrorless. Insomma, basta bazzicare certi forum per rendersi conto che vi è la tendenza ad esaltare certi apparecchi rispetto ad altri per certe caratteristiche tecniche che magari sono risibili nell’uso pratico. Una macchina con una latitudine di posa appena superiore alle altre, oppure capace di 15 scatti al secondo invece di 14 rende queste ultime ferri vecchi. Anche se poi nell’uso pratico tale diversità non conta più di tanto. Questo è (probabilmente) vero soprattutto fra i fotoamatori, ossia chi non lavora con la fotografia. Ne consegue che, sovente, vi sia la tendenza da parte di taluni a bocciare sempre e comunque l’uso fotografico degli smartphone, considerati strumenti sempre ed in ogni caso inferiori e non degni. Oggetti incapaci di fare fotografie non da vero fotografo in ogni ambito. All’altro estremo vi è una schiera di persone che, questa volta per non conoscenza della fotografia, sono convinti che fotografare con uno smartphone o con una macchina fotografica sia identico. Persone che pensano sia sempre e comunque inutile portarsi appresso una reflex quando si possiede uno smartphone. Infine esiste chi non si colloca a questi due estremi. Chi conosce veramente la fotografia ed è consapevole delle doti di uno e dell’altro. Chi capisce che quanto è possibile con uno smartphone non è identico a quanto è possibile con una macchina fotografica di tali caratteristiche. In fondo doti quali estrema portabilità e presenza costante di uno smartphone non li avrà mai una mirrirless o reflex. Velocità, bontà di resa, versatilità ecc. di una macchine non li ha un tellefonino. Non è forse come la mancata consapevolezza di taluni di come siano diversi l’ambito d’uso e pregi/limiti di una reflex vs un banco ottico vs una medio formato ? Sono convinto che esista un ambiti d’uso ottimale per tutto. A mio avviso non esiste un “aggeggio” fotografico ottimale sempre e comunque.

Marco


Inviato: 20/8 17:21
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


smartphone ???? Fotografia ?????
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Smartphone. Una volta erano cellulari. Equipararli ai “vecchi” (vecchi? se 20 anni vuole dire vecchio…) cellulari non ha senso. L’unica cosa che hanno in comune è la capacità di fare/ricevere telefonate. Togliendo tutto il corollario di funzionalità da computer, vorrei incentrare il discorso sulla funzione di fotocamera. Il mondo è diviso in due gruppi base: chi li odia dal punto di vista fotografico e chi invece li ritiene l’unico strumento fotografico esistente. Certo, ci sono poi varie sfaccettature fra questi due estremi, ma di base le due correnti sono queste. Dando un’occhiata al mercato fotografico degli ultimi anni, si può facilmente notare come le vendite delle compatte entry level sia in estrema contrazione. Ne deriva come questo sia una conseguenza della diffusione capillare degli smartphone. D’altronde che senso ha acquistare una compattina tutta automatica quando quello che offre si ha in un telefonino? Il cellulare (pardon, smartphone) l’abbiamo già con noi, e racchiude la capacità di scattare foto di una compatta. Tra le altre cose è pure più portatile di una macchinetta. Il punto a favore degli smartphone ü senza dubbio l’essere sempre con noi. E’ sempre con noi per tutto il corollario di funzionalità che possiede. Uscire di casa la mattina o in ogni altra occasione vuole dire prendere il telefonino come automatismo. Portarsi appresso una macchina fotografica, anche se è una compattina, presuppone l’intenzione e la volontà di usarla. Basta questo per non portarsela dietro tutte le volte. Invece il telefono è sempre con noi…..e con lui la possibilità di fare fotografie. Certamente tutto esula da una certa pratica fotografica più consapevole, dove chi fotografa “esce” con il fine di fotografare ed ha una progettualità alla base. Ma anche per il fotografo consapevole, l’avere un taccuino per gli appunti con sé in ogni circostanza ha il suo perché. Poi, come al solito ci sono i due estremi: chi conosce solo la fotografia smartphone ed ignora il resto. Chi rifiuta gli smartphone non assimilandoli a veri strumenti fotografici. Sappiamo tutti le diversità e le possibilità, la resa e i connotati di uno smartphone vs una macchina fotografica. Io personalmente non assimilerei mai la fotografia fatta con uno smartphone con quella fatta con una “vera” fotocamera. Semplicemente affermo che quanto offre uno non offre l’altro. Semplicemente non bisognerebbe attribuire in modo paritetico le possibilità dei due strumenti. Se voglio scattare una ottimale foto di paesaggio e stamparla grandissima con resa ottimale mi serve una cosa. Se voglio cogliere un attimo improvviso in un momento qualunque meglio un’altra cosa. Certamente poi, come detto, ci sono gli eccessi. Ma questo dipende sempre da una certa non consapevolezza e non cultura. Non dallo strumento ma da chi lo impugna.

Marco

Inviato: 16/8 15:50
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Largo ai giovani musicisti!
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
A me il jazz non é mai piaciuto.....ignoranza mia forse, ma lo riconduco sempre a tutte ste' trombette che suonano....


Marco

Inviato: 11/5 17:17
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Necessità di aggiornamento del sito
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Penso che tutto sia molto semplice. Sono cambiate le modalità di approcciarsi alle cose. Prima tutto era piu’ arduo da trovare. Libri, trattati scritti, manuali. Poi sono arrivati i forum. Ora i forum hanno ceduto il posto ai social network. Tutto è diverso e piu’ “mordi e fuggi”. Ora serve il fatto; il come e perché sono superflui. Ricordo che un’accusa ai forum è sempre stata la scarsa capacità di approfondire ed addentrarsi nei risvolti delle questioni rispetto ad un libro scritto…..ora addirittura basta il titolo di un argomento. Ricordo i miei tempi alle superiori o medie…..via di enciclopedia o libri per trovare le notizie. Ora? Vedo le mie figlie: tablet, google e via…..sono stato studente in un’altra epoca? Cronologicamente no; se parliamo di momento storico si. Ora? Forse è tutto piu’ mordi e fuggi. Basta il fatto puro e semplice. Un intervento ragionato su un forum ? Bisogna pensarlo e costruirlo, richiede un certo tempo….un like? Vuoi mettere? In fondo attribuisco il mio favore ad un pensiero o idea o argomento….che cambia con il dovere scrivere un intervento se non il tempo necessario? Sbaglio? Penso di no. Non è il nostro forum ad essere in crisi. E’ il concetto di forum stesso che è superato.

Marco

P.S. il mondo è una ruota…..chi dice che il format del forum non riemerga?

Inviato: 30/3 16:56
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: SNAPS Academy
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Non ho un canale YouTube e non ne sono esperto. Tuttavia è un paio di mesi che sono su Instagram ed effettivamente sottoscrivo quanto detto da Mxa. Molti iscritti su instagram hanno linkato un canale YouTube.

Marco

Inviato: 26/3 10:57
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


S.O.G. Polittico
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Sottopongo questo polittico. SOG acronimo per Summer's almost gone. Effetto vintage.
A voi.

Marco

Allega:



jpg  S.A.G_Polittico.jpg (460.90 KB)
68_5fb14e95c5857.jpg 832X1000 px

Inviato: 15/11/2020 16:51
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: scheletri nell'armadio
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Citazione:

Mxa ha scritto:
La foto presa da sola è terribile.

Ma all'interno di un album di matrimonio - come immagino fosse - è geniale.

Per me non si merita di essere messa in questa lista, poveretta


Sottoscrivo.

Marco

Inviato: 15/11/2020 16:42
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Bosco in B&N
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
grazie a tutti.

Marco

Inviato: 3/11/2020 15:30
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ikebana in bianco e nero
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Ho aspettato parecchio per parlare di questa proposta. Fondamentalmente perché io di ikebana non posso dire di saperne molto…a dire il vero un bel niente. Mi sembrava un non sense commentare qualcosa del quale ignoro tutto. Alla fine ho deciso di dirti la mia, solo riguardo il lato estetico degli scatti, come se si trattasse di semplici composizioni vegetali. Quindi prendi le mie parole per quello che sono: una semplice valutazione estetica, senza alcuna attinenza concettuale o simili. Quindi, ci trovo dei punti vincenti ed altri meno. La scelta del B&N e la rinuncia ai cromatismi tanto appaganti nelle forme vegetali è coraggiosa. L’uso del B&N IR sicuramente ha un suo perché. Rende le immagini particolari e offre una forte sottolineatura delle forme. A tal proposito non trovo convincenti le ombre che ci sono in alcuni scatti, ossia quelli dove lo sfondo le rende visibili perché non nero. Le ombre, ove presenti, mi paiono confusionarie nella globalità dell’immagine. Tra l’altro gli sfondi neri senza ombre rimarcano le strutture delle piante in modo ineccepibile. Per quanto riguarda i vasi e supporti sui quali poggiano, a mio avviso meno si vedono meglio è. Per esempio apprezzo quegli scatti dove non c’è basamento ed il vaso è parzialmente mascherato dalle fronde. Anzi, ripensandoci io escluderei i vasetti ed opterei per le composizioni con i piattini e magari con la vista di essi leggermente dall’alto che rende visibile l’interno e la zona dove si radica la pianta nel terriccio. Questo è quanto. Ti ripeto, prendi queste valutazioni per quanto sono, ossia solo ed unicamente grafiche.

Marco

Inviato: 3/11/2020 15:28
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Bosco in B&N
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Ciao,

mi direste, in tutta sincerità (andate giù piatti senza remore) cosa pensate di questa immagine (mia)?
Grazie

Marco

Allega:



jpg  album_pic.jpg (440.44 KB)
68_5f902bac6ef5b.jpg 633X950 px

Inviato: 21/10/2020 14:38
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fotografia di paesaggio "oggi" che aspira al "Fine Art"
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Io, circa la figura del “personaggio” che è fautore di un’opera, sono sempre stato un frescone. Mi è rimasta la convinzione che avevo da bambino. Se un’opera vale, emerge indipendentemente da chi è l’autore. Ho sempre pensato (che ridere) che per emergere conta il cosa non il chi….e assurge al merito l’opera non tanto chi l’ha fatta. Se fra 100 opere, con autore incognito ne emerge una accade lo stesso con quelle opere con autore identificato…che frescone che sono…vivo in un mondo immaginario…
Ho sempre mentalmente separato il mondo arte da quello gossip e media…..mi devo svegliare, non ho più da un pezzo 10 anni.

Marco

Inviato: 20/10/2020 11:29
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Dittico/specchio
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Grazie per i pareri, sempre fonte di riflessione. Avete senz’altro contribuito a rilevare alcune questioni importanti.
Il progetto appare slegato, senza filo rosso….effettivamente appare tale ma di proposito i soggetti sono tutti molto molto diversi. Forse il rischio che corro (come avete sottolineato) è una certa incoerenza.
Appare come un elenco degli effetti di PS? Si, devo ammettere che è un aspetto che non avevo considerato ma si corre il rischio di fare quella fine
Ci devo pensare (non poco) anche perché il progetto ö attualmente ad un punto morto…sarà un segno del destino ?


Marco

Inviato: 7/10/2020 14:55
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Dittico/specchio
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Ciao a tutti. Tempo fa avevo postato questa fotografia descrivendo la tecnica usata per ottenerla. ho molto meditato sugli spunti e valutazioni ricevute e ho portato avanti (mooooolto a rilento) l'idea di sviluppare un portfolio che avevo in testa (a dire il vero solo qualche idea di base). Il tutto verte su una fotografia e una sua rielaborazione specchiata. Ecco, su impulso qui' raccolto ho fatto qualcosa e ve lo mostro. Per ora sono solo 6 immagini. Mi costa una certa fatica decisionale aggiungere tasselli e li faccio molto gradualmente. Logicamente attendo idee, giudizi, valutazioni ecc. E mi raccomando andate giu' piatti, tanto non mi offendo (anzi le critiche sono benvenute).

Marco

Allega:



jpg  specchio01.jpg (571.45 KB)
68_5f612b26c825b.jpg 900X675 px

jpg  specchio02_C.jpg (371.63 KB)
68_5f612b38a3685.jpg 900X675 px

jpg  specchio03_pix.jpg (441.65 KB)
68_5f612b567bd62.jpg 900X675 px

jpg  specchio04.jpg (283.67 KB)
68_5f612b67185e1.jpg 900X675 px

jpg  specchio05.jpg (360.19 KB)
68_5f612b7854d4d.jpg 900X675 px

jpg  specchio06.jpg (317.39 KB)
68_5f612b8a4e8dd.jpg 900X675 px

Inviato: 15/9/2020 22:59
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Avanzo vacillando
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Io personalmente ho “leggermente” variato il mio modo di approcciarmi alla fotografia (potrei dire arte invece che fotografia perché in fondo il discorso potrebbe essere unico). Inizialmente ero sicuro nel dividere nettamente in due ambiti diversi, distinti e non sovrapponibili le opere esteticamente appaganti, armoniche e impeccabili (paesaggio, ritratto ecc.) dal filone artistico/concettuale. Ritenevo (e lo ritengo in parte ancora) che il bello e ottimamente fatto era vuoto se una continua copia del già visto e fatto. Adams ? Un maestro, ma coloro che vogliono emularlo oggi non producono nulla di degno di nota ma unicamente delle fotocopie. E nacque e prospera tutto il discorso arte vs artigianalità. il saper fare in maniera perfetta ed il sapere usare lo strumento alla perfezione, la così detta artigianalità, produce un qualcosa di vecchio e senza alcuno spunto innovativo e senza alcun percorso che delinei vie nuove. Invece un progetto che verte sulla ricerca di strade nuove, anche se appare “semplice” e meno impegnativo manualmente, presuppone una ricerca ed idee innovative e motivo di crescita. In fondo è un po’ il vecchio adagio che porta a dire “questo lo sapevo fare benissimo anche io” a fronte di certe opere d’arte contemporanea che, di base, non hanno connotati intrinseci di artigianalità. Adesso, dicevo, sono arrivato a limare certe distinzioni nette (gli anni che passano ?), e pur rimanendo convinto del profondo distinguo fra i due ambiti descritti ritengo che anche il concettuale e la ricerca debbano includere un lato, anche marginale, di piacevolezza formale. Non riesco più a lodare un’opera concettuale se è “solo” concettuale senza connotati di armonia formale (non mi spingo a dire bellezza ma armonia si). Per come la vedo adesso non riuscirei più a pormi con lodi incondizionate di fronte ad un qualcosa che, anche stupefacente concettualmente, rifugga in toto alcuni connotati estetici. Ho poi sviluppato una mia personale convinzione: a fronte delle opere d’arte moderna o contemporanea spesso non sono in grado (per miei limiti) di dare con certezza un giudizio, ma sono convinto che nel mare magnum di proposte, solamente quelle che hanno in se’ anche elementi di “armonia” resisteranno al passare del tempo. E poi, visto che non vivo di fotografia, indubbiamente penso che non riesco ad incentrare questa mia passione solo e solamente sulla ricerca ma che dia enormi soddisfazioni anche il fotografare il bello e basta.

Marco

Inviato: 14/9/2020 16:01
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il fantastico mondo del cinema
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Con La R5 Canon presenta anche una R6. La R6 è sempre una mirrorless FF con caratteristiche fotografiche pari alla R5 ed addirittura migliore estensione ISO. Il costo è poco superiore alla metà della R5 e questo è dovuto in particolare a due fattori: il sensore è di “soli” 20 Mpixell e il video è un 4K invece che 8K. La risoluzione limitata a 20 Mpixell presenta comunque un sensore che è equivalente a quello dell’ammiraglia serie 1D.

Marco

Inviato: 31/8/2020 12:19
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il fantastico mondo del cinema
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Ciao Roberto, tutto corretto quanto affermi ma io vorrei ribadire il concetto precedentemente espresso. perché non una con e una senza video? Sarebbe troppo banale forse ? O forse le linee produttive nascono per fare il "con" e sarebbe troppo dispendioso doverne fare una a parte per produrre "senza". Bisogna allora per forza fare "con" e poi eventualmente smontare e togliere....bel casino se fosse cosi'.

Marco

Inviato: 27/8/2020 17:01
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il fantastico mondo del cinema
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Non conosco molto di video. Pochissimo a dire il vero. Negli ultimi anni ho assistito al voler dotare le macchine fotografiche digitali di funzioni video; funzioni sempre più avanzate e al concomitante assottigliarsi di numero di modelli videocamere in commercio relativamente ai modelli amatoriali e di livello medio. Praticamente ultimamente sono rimate solo videocamere pro o semi pro.
Io personalmente non mi sono mai dedicato al video e non penso di imbarcarmici. ho sempre considerato le fotocamere macchine fotografiche e, di conseguenza, non ho mai scelto/scartato una macchina in base alle caratteristiche video. penso di non essere il solo con tali gusti e mi chiedo: perché la data DSRL /mirrorles non esiste in vendita in due diverse versioni (e differenti prezzi)? Una dotata di possibilità di girare video e l’altra senza. Tale differenziazione accontenterebbe tutti. Da un lato chi non sa che farsene delle caratteristiche video avrebbe quanto cerca ossia una macchina fotografica che fa solo fotografie, senza dovere spendere soldi per una funzionalità per lui superflua. Chi invece vuole una macchine anche video non avrebbe che da acquistare il modello “completo”. Non sono un tecnico e non saprei quali potrebbero essere delle eventuali difficoltà, ma a naso, in epoca elettronica non dovrebbe essere così complesso mettere o togliere una funzione o meno.

Marco

Inviato: 27/8/2020 16:12
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Spuntinare stampe inkjet
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4615
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
Ho utilizzato -per le parti nere- il diaphoto nero, lo stesso che si usava per il bianco e nero da c.o. risultato ottimo. Ovviamente si tratta di ritocchi microscopici. Ho una boccetta comprata secoli fa ed è ancora piena... se tu fossi da queste parti te la farei provare.


Non posso dire di conoscerli, ma se non erro sono a base acquosa (dye) e non saprei il loro grado di resistenza su supporti inkjet.

Marco

Inviato: 1/7/2020 16:54
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 ... 176 »




Partners





Mercatino
Utenti Online
57 utente(i) online
(57 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 57
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy