Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

   Tutti i post (Mxa)


(1) 2 3 4 ... 130 »


Re: Illuminazione da ingranditore <-> EV ?

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Ti ringrazio moltissimo!

Sperando di fare cosa gradita a chi stampa a contatto, segnalo che ho iniziato ad usare questa luce a controllo rf che promette interessanti opportunità, dato che cambia la temperatura di colore (contrasto!!!!), l’intensita’, la bianchezza della luce ... bianca etc etc.

P.S. Non è farina del mio sacco, c’è già gente che la usa. Sulla carta mi pare geniale.

Inviato: 13/7 18:22
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Illuminazione da ingranditore <-> EV ?

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Fantastico. Se vuoi eliminare la rottura del cartoncino e seguire il suggerimento di chromemax - cioè posizionare l’esposimetro sul piano del foglio di stampa con la semisfera bianca verso la luce dell’ingranditore (e quindi fare una misura di luce incidente) a me va bene anche quello. Quello che ti viene meno complicato. Ti ringrazio moltissimo!!!!

Inviato: 12/7 20:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Illuminazione da ingranditore <-> EV ?

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Citazione:

chromemax ha scritto:
Forse è più semplice usare un esposimetro a luce incidente, meglio se col diffusore piatto, e prendere una lettura in EV di una situazione di esposizione già conosciuta, ed usare quella lettura come riferimento.


Devo usare il cartoncino grigio perché l’esposimetro che ho (vecchio) non misura la luce diretta. Detto questo il tuo commento è correttissimo ed è la cosa giusta da fare (quando ho recuperato il mio esposimetro “bello” che è a ottocento chilometri da dove sto al momento).

Inviato: 12/7 1:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Illuminazione da ingranditore <-> EV ?

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Grazie!

Mi trovo a dover cambiare spesso lampadine - di tipo diverso, wattaggio diverso, etc - e a cambiare la distanza tra la lampadina e il torchietto. E in stanze diverse con muri piu’ o meno scuri. (Sto parlando di stampa a contatto senza ingranditore e a volte “di fortuna”).

Tutte le volte mi ritrovo a dover (ri)testare la carta con poca base di partenza. Mi piacerebbe sapere che genere di EV si ha con un ingranditore ad apertura “standard” (f/8?) e distanza “standard” (per esempio con un obiettivo sui 50mm per provinare un rullino formato 135 su foglio A4.

Sapere un numero EV anche approssimativo mi permetterebbe da qualunque parte e in condizioni anche diverse di fare un paio di provini e arrivare in fretta all’illuminazione corretta avendo a disposizione solo un esposimetro spot ed un cartoncino grigio.

Inviato: 11/7 17:36
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Illuminazione da ingranditore <-> EV ?

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Non avendo un ingranditore non posso purtroppo fare questo esperimento. Magari c’e’ qualcuno che lo puo’ fare o sa già la risposta....

Mettiamo un ingranditore a f/8 (condensatore o diffusore): se metto un cartoncino grigio al posto della carta da stampa e assumo una distanza “tipica” della testa dell’ingranditore dalla stessa carta, quanti EV leggerei se punto il mio esposimetro spot sul cartoncino grigio?

(Sto cercano di collegare l’illuminazione fornita da un ingranditore con gli EV letti sul piano di stampa e non ci riesco. E non posso fare un esperimento mancandomi l’ingranditore.)

GRAZIE!!!

Inviato: 10/7 17:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Progetto: vasche verticali per sviluppo film ULF bianco e nero

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Ho voluto controllare se i miei telaietti sono quelli giusti per i negativi 14x17.

Sono quelli giusti




Open in new window


Inviato: 24/6 12:35
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Progettino edilizio

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Il commento dell'autore al video dice che ci ha messo 28 giorni "di duro lavoro". Se ho capito bene siamo nella giungla cambogiana.

Mi viene il sospetto che sia tutto vero .......

Inviato: 24/6 11:05
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Progettino edilizio

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Citazione:

Galeno ha scritto:
Ma sarà vero? Voglio dire che non penso abbia fatto tutto a mano, forse un aiuto con qualche attrezzo moderno l'ha avuto. Ma poi vive isolato in quel modo?


Noto solo che lo ha fatto una zona dove il terreno sembra essere "compatto/argilloso": insomma, le parete verticali stanno verticali senza smottamenti. Non penso che si possa fare questo genere di lavoro tutto a mano in un qualunque terreno - indipendentemente dal fatto che ci sia stato un aiutino o meno.

Inviato: 24/6 10:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Progettino edilizio

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline

Non lo conoscevo e sono rimasto a bocca aperta.



Inviato: 22/6 13:52
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Hasselblad CFV II e 907X

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Che bella macchina! Piccola e tostissima.

Ho fatto un po' di matematica ....

... allora, se la macchina ha un pixel 5.4um e un sensore da 43.8 x 32.9 mm significa che ha una risoluzione di 8111x6092 pixel.

Assumendo una stampa a 360dpi (Epson) ottengo un'immagine con il lato lungo di 56 centimetri.

Facciamo 60cm.

Se immetto in questo calcolatore on-line i dati in modo da ottenere

- un pitch del pixel da 5.4um (Camera type = 6x4.5 - Resolution 90 Mpixel)
- una stampa lato lungo 60cm
- una visione da 1m

ottengo che il sistema e' diffraction limited a f/11. Diciamo che per sfruttare il sensore al meglio devo stare sotto f/11. Non mi sembra malaccio. Magari in situazioni di estrema luminosita' vale la pena di portarsi dietro un filtro ND di altissima qualita'.

Assumendo un nero da 5.4um e un bianco da 5.4um ~ 11um ottengo la necessita' di obiettivi che risolvano 90 linee/mm. Per degli obiettivi medio formato (mi riferisco alla serie V) mi sembra un vincolo severo, magari non per lo stupendo 100mm Planar, pero' posso benissimo sbagliarmi.


Tutte le eventuali castronerie scritte sopra sono solo colpa del mio gatto che mi ha distratto.

Inviato: 21/6 11:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Stabilizzatore ottico biologico per video professionali

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Bellissimo.

Inviato: 19/6 18:34
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Nuove frontiere della Fotografia Professionale.

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:

si divertono perchè non ci pagano tasse altrimenti vedi come si appassionano alla pesca sportiva...


Sottoscrivo in toto!

Pero', da _non_addetto_ai_lavori_ e scusatemi la cavolata che dico, la sensazione e' che ci siano delle categorie che non sono state toccate da questa crisi, o per lo meno in misura molto minore.

Penso ai fotografi sportivi (quelli ai bordi dei campi di calcio, per esempio) o a quelli di moda o a quelli specialistici (alta montagna, subacquea, foto aeree, paracadutismo, etc). Sbaglio?

Inviato: 19/6 16:13
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Citazione:

Disperso ha scritto:
Il prossimo viaggio in USA potrebbe avere sorprese inaspettate


Cioe' questo settembre .......... o mamma mia .........

Inviato: 19/6 10:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
1. Ignoro cosa sia la ricina.
2. Cerco su internet.
3. Finisco subito su siti di bioterrorismo.
4. Mi guardo attorno, nessuno mi ha visto.
5. Con grande noncuranza e fischiettando, quatto-quatto torno al Rodinal.








Inviato: 18/6 17:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Nuove frontiere della Fotografia Professionale.

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Manager di media industria con stipendio annuale a sei cifre. Gira l’Europa per lavoro e nei ritagli di tempo fa foto di città europee. Specializzato in foto di notte perché soffre di insonnia e poi di giorno lavora. A casa passa i weekend a sistemarle e piazzarle su un paio di siti famosi di stock foto. Si diverte poi a vedere quante gliene comprano. Porta a casa anche 200-300 euri al mese, con i quali offre cena a un paio di amici.

Non ho statistiche per provarlo, ma secondo me di persone con questo profilo (lavorano in tutt’altri campi e fanno stock foto per hobby o in attesa di trovarsi una sistemazione in altre professioni) ce ne sono molte.

Inviato: 18/6 16:04
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Nuove frontiere della Fotografia Professionale.

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Il “mercato raggiungibile” da un fotografo oggi è immenso paragonato a quello di una volta. Quale piccolo professionista operante a - metti - Pavia si poteva sognare di vendere una foto ad un cliente cinese? Oggi questo è normale.

Il risultato logico sarebbe stata una crescita del fatturato per il professionista. Purtroppo quello che è successo è che il mercato è cresciuto di mille volte ma il numero dei fotografi in cerca di clienti è cresciuto non di qualche centinaia ma di un milione di volte. E ha schiantato il rapporto cliente-professionista.

Io penso che anche la tecnologia abbia una sua “colpa”: fare delle foto decenti è molto più facile oggi. Autofocus, esposizioni a matrice, sistemi anti-vibrazione, software veloci da usare (per una foto, ripeto, decente). E dato che la stragrande maggioranza della clientela si accontenta di foto decenti (1) per mancanza di cultura visiva, (2) perché comunque il ciclo di vita di una foto è brevissimo, (3) perché l’utente finale ha ancora meno cultura visiva, è distratto da mille stimoli e passa ad altro velocemente ... ecco che il chiunque di turno con una digitale ed un paio di obiettivi può soddisfare un bisogno del mercato. Chiaramente data la valenza del prodotto (effimera), la sua vita di scaffale (brevissima), e l’offerta dello stesso (immensa), il valore del prodotto è più o meno nullo, e così deve essere il costo per produrlo (e quindi quello che intasca il fotografo o, piuttosto, il “chiunque di turno con una DSLR”).

Poi c’è - per la gioia di quelli che come noi amano ancora la bella fotografia - una serie di sotto mercati (nel senso delle dimensioni economiche) dove le regole della massificazione selvaggia non funzionano, come dicevano Oscar e Franz.

Ma quanto a massificazione selvaggia con appiattimento in basso, l’arrivo di tecniche di AI porterà queste problematiche dovunque, come già diceva Luciano: diagnostica (medici), giurisprudenza (avvocati e notai), progettazione civile (geometri e ingegneri), e così via. Per non parlare dei trasporti, vero?

Andate a chiedere ad un giovane diplomato al conservatorio quanto bisogno c’e in giro di un umano che suoni fisicamente un vero strumento!!!!


Inviato: 18/6 1:00

Modificato da Mxa su 18/6/2019 1:16:31
Modificato da Mxa su 18/6/2019 1:18:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Nuove frontiere della Fotografia Professionale.

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Citazione:

gianlu64 ha scritto:

......... ma non vedo tanto un mondo di computer e robot, ma di lavoratori poco pagati, poco preparati e molto disperati oltre che precari.

Gianluigi


Ti posso dire per conoscenza diretta che il Giappone sta investendo una quantità enorme di soldi in AI e robot, perché pensa in questo modo di ridurre al minimo il bisogno di mano d’opera straniera. Riconosco che forse loro sono un caso estremo.

D’altra parte anche il tanto sentito ritornello .... “ma chi ci raccoglie le fragole?” sarà presto superato dalla tecnologia.

Inviato: 17/6 22:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Torna la Fuji Neopan Across 100

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Fuji ha annunciato che si rimette a produrla, formati 135 e 120. Sostiene che sarà la pellicola BN più fine che ci sia. Purtroppo niente pellicole piane. (Per ora .... dico io.)

Amo la mia TMax 100, ma per la Across Neopan potrei anche tradire

Costerà un botto, temo.

Inviato: 11/6 16:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Progetto: vasche verticali per sviluppo film ULF bianco e nero

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
Grazie Orso dei suggerimenti.

Concordo con il fare vaschette verticali singole.

L'idea delle vaschette messe una sopra l'altra in se' e' ottima e la considererei pure, ma nel mio caso - essendo il negativo 33cm x 45cm, anche messe in verticale non ci starebbero comunque.

OK, PVC!!

Prima di fare l'autocostruttore contatto nei prossimi mesi la ditta segnalata da Stefano.

Proprio oggi ho cominciare una lunga sessione di stampa e il motore che fa ruotare il gigantesco cilindro contente il negativo (con in piu' 700mL di chimica) fa dei rumori da rabbrividire, e poi quando si tratta di sollevare il tutto con la leva stitica che ha il Jobo devo mettere in pratica tecniche "sofisticate" per non spezzarla: essenzialmente con la leva alzo il cilindrone pieno di tutto di un paio di centimetri giusto per poterci ficcare sotto la mano e sollevare io tutto l'insieme. C'e' chi ha costruito una specie di leva laterale proprio per evitare l'uso della leva standard del Jobo. Finche' dura .......


Inviato: 10/6 20:03
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Progetto: vasche verticali per sviluppo film ULF bianco e nero

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3173
Offline
.
.
.
[
size=xx-large]Stefano sei grande!!!![/size]

Non le conoscevo..........

.... adesso come adesso non me la sentirei di comprarle, anche se pero' c'e' la paura che smettano di produrle/venderle. L'ultima risonanza magnetica che mi hanno dato in negativo fisico e' stata almeno quattro/cinque anni fa, ormai e' tutto su dischetto.

Vedo di contattarli, mi piacerebbe arrivare li' con i telai di alluminio per il 14x17 e essere proprio sicuro che tutto funziona a dovere.

GRAZIE!

Inviato: 4/6 15:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 ... 130 »




Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
23 utente(i) online
(20 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 23
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy