Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 »


Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Riprendo un discorso che era nato in un thread sugli obiettivi decentrabili: si parlava della possibilità  di estendere la profondità  di campo combinando più scatti con messa a fuoco diversa.

Dalle esperienze di Umber e mie con diversi software, era risultata una certa difficoltà  nell'ottenere i risultati sperati quando i soggetti fossero a distanze medio-elevate e con forte connotazione geometrica: comparivano artefatti e in generale non si otteneva la profondità  di campo cercata.

Recentemente però ho effettuato altre prove con una release più recente del software Helicon Focus (http://www.heliconsoft.com/heliconfocus.html) e con una più attenta produzione delle immagini da utilizzare e dei parametri di lavoro dell'algoritmo.

I risultati stavolta sembrano interessanti: mi riprometto quindi di fare test meglio organizzati e tenervi aggiornati.

Nel frattempo posso suggerirvi di utilizzare, per eventuali prove, immagini con messa a fuoco intervallata regolarmente: niente scatti a occhio quindi.
L'optimum *sembrerebbe* essere di regolare la messa a fuoco secondo frazioni tutte uguali di giro della ghiera: non quindi intervalli regolari di distanza di messa a fuoco, ma di rotazione del comando (!).
Sembra inoltre importante caricare la sequenza di immagini dalla messa a fuoco più vicina (la prima in alto nella pila) a quella più lontana (ultima in basso).

Aggiungo che questa tecnica si rivela interessante anche per la messa a fuoco selettiva: volendo evidenziare un soggetto tridimensionale, normalmente se si apre troppo c'è un ottimo stacco ma il soggetto non è completamente a fuoco; e viceversa.
Componendo più "fette" del soggetto ciascuna con pochissima profondità  di campo, invece, si ottiene il soggetto ben nitido in ogni sua parte mantenendo allo stesso tempo un forte stacco con lo sfondo e il primo piano.

A presto con qualche esempio pratico.

Fer

Inviato: 15/4/2009 12:51

Modificato da Fer su 15/4/2009 14:08:00
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
10/1/2008 12:54
Messaggi: 576
Offline
curioso io.....
attendo impaziente

Inviato: 17/4/2009 7:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
25/11/2005 15:01
Da Verona
Messaggi: 461
Offline
In attesa di quello che ci farà  vedere Fernando, faccio un po' di avanspettacolo, allegando una prova fatta con TUFUSE (versione demo, come si vede dai petulanti marchietti che impestano la foto). La distanza dalla macchina alla bottiglia rossa in primo piano è di 80 cm.; da questa alla parete finale sono circa 5 metri. Ho fatto sei foto, iniziando dalla bottiglia ed avanzando, come suggerito da Fer, di tratti uguali sulla ghiera dell'obiettivo. Non ho nessuna esperienza di Tufuse, ma non mi pare di avere omesso l'aggiustamento di parametri che potevano avere effetto sulla correttezza dell'immagine finale. Immagine finale che per me non è assolutamente accettabile, afflitta com'è da doppi contorni degli oggetti, tanto più evidenti quanto questi sono spostati verso i bordi della foto. Del resto mi pare difficile correggere il variare della scala che consegue al variare della messa a fuoco. Spero che un diverso software e, soprattutto, un operatore più bravo possano fare di meglio. Il combinato concorso di Umberto e di Tufuse ha prodotto intanto questa malinconia, che sottopongo alla vostra ammirazione:

IMG_4768_IMG_4774 FLICKR

Umberto

Inviato: 17/4/2009 15:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
28/10/2006 14:37
Messaggi: 466
Offline
non conoscendo affatto la materia mi è poco chiara l'utilità  della faccenda, come non mi è chiaro il modo in cui lavorano questi software per individuare i "contorni" di ciò che è a fuoco rispetto a ciò che non lo è, specie per soggetti di forma complessa (cioè la quasi totalità ).
Nella immagine postata compaiono degli artefatti dovuti, credo, alla piccola variazione di focale che accompagna la variazione del piano di messa a fuoco: il risultato sembrerebbe peggiore di quello ottenibile tramite iperfocale. Immagino però che la tecnica permette ben altro.

Inviato: 17/4/2009 16:39
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1009
Offline
Citazione:

umber ha scritto:
In attesa di quello che ci farà  vedere Fernando, faccio un po' di avanspettacolo ...


Ed io faccio da spalla ad Umberto in attesa del grande show di Fer .

Tempo fa ho fatto delle prove con HeliconFocus e CombineZM (software free) ottenendo i seguenti risultati:

Prima immagine dello stack (solo per evidenziare la profondità  di campo “naturale” dell’ottica):
Open in new window


Focus-stacking ottenuto con HeliconFocus:
Open in new window


Focus-stacking ottenuto con CombineZM:
Open in new window


Le immagini di partenza sono ottenute da una compatta digitale di non eccelsa qualità , tuttavia mi sembra che entrambi i programmi hanno fatto il loro dovere abbastanza bene; CombineZM crea una specie di rifressione lungo tutto il bordo della foto che va tolta con un crop.

A presto.

Fabio

Inviato: 17/4/2009 16:48

Modificato da FabioBi su 17/4/2009 17:37:00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Ottimo esempio Fabio!

Puoi postare anche un paio di particolari?

Sui vantaggi del focus-stacking rispetto alla semplice ripresa in iperfocale: per avere la stessa profondità  di campo servirebbero aperture microscopiche, con gravissime perdite per diffrazione (anche ammesso di avere un obiettivo che chiude così tanto).

x Umber: gli aloni non dovrebbero comparire se il processo è eseguito correttamente, ovvero se le foto sono molto vicine tra loro come messa a fuoco. Questo perché le zone "ingrandite" in quanto fuori fuoco vengono scartate dalla maschera di profondità . Se però hai fatto poche foto in uno scenario ampio, il software non riesce a scartare correttamente le zone fuori fuoco e vedi gli aloni e gli artefatti (come doppi bordi, oggetti semitrasparenti e altro).

Per capirci, in un contesto come quello proposto da Fabio ho ottenuto un discreto risultato facendo 5 scatti, ma sarebbe venuto meglio con il doppio degli scatti.

Fer

Inviato: 17/4/2009 17:21
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1009
Offline
Citazione:

Fer ha scritto:
Ottimo esempio Fabio!

Puoi postare anche un paio di particolari?



Ciao Fernando,
ho sostituito i file ridimensionati con quelli originali, quindi ora, facendo il reload della pagina e cliccando sulle immagini, puoi vedere tutto quello che c'è (poco, perchè è una compatta da 6 Mpixel ... con qualche aberrazione cromatica, potrai notare ).

A presto.

Fabio

Inviato: 17/4/2009 17:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Eh, purtroppo non pare funzionare bene con il mio Firefox 2.xx (notebook aziendale): mi fa vedere a tutto schermo la sola parte centrale dell'immagine. Beh, comunque è già  qualcosa!

Inviato: 17/4/2009 18:04
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
9/12/2004 21:10
Da Toscana
Messaggi: 8251
Offline
Ragazzi siete forti,
gli esempi di Fabio mi sembrano notevoli in quanto la scena e' ricca di particolari e tutti nitidi, dall'alto al basso, da destra a sinistra.. Sembra facile....
Credo sia l'unico sistema per ottenere tutto questo.
E' un discorso da portare avanti perche' e' molto interessante.
Ciao,
Renzo

Inviato: 17/4/2009 19:00
.........

......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
25/11/2005 15:01
Da Verona
Messaggi: 461
Offline
WOW, WOW & WOW!!!!!!!!
Provato CombineZM. Questo si che funziona! Ecco il risultato, con le stesse foto usate per il patetico esempio precedente. Facile da usare e GGGRATTISSS!
Grazie Fabio, sei un autentico benefattore.

zm flickr

Ah, le foto sono state fatte con diaframma 4, focale 28 mmm. su APS.
Umberto

Inviato: 17/4/2009 19:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Stasera sono arrivato alle 19.15 e c'era ancora un po' di luce... un esempio al volo.

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Prima la classica foto al soggetto in primo piano staccato dallo sfondo.
85mm a f/5.6.
Come si vede il soggetto non è tutto nitido; però chiudendo di più lo sfondo, che già  si intravede, sarebbe diventato fastidioso:

Open in new window


Questa invece è la composizione di 6 foto a f/2.8:

Open in new window


Il soggetto è tutto nitido e allo stesso tempo lo sfondo è più staccato.

Ho usato Helicon Focus 4.77.2 Lite con algoritmo "A", Radius = 8 e Smoothing = 4.

Fer

Inviato: 17/4/2009 19:58
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
9/12/2004 21:10
Da Toscana
Messaggi: 8251
Offline
Ho scaricato e installato CombineZM .
Vedro' di divertirmi un po', pero' prima debbo capire come funziona...
Ciao e grazie
Renzo

Inviato: 17/4/2009 21:50
.........

......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Ecco un altro test.

Una scena ripresa sia ad f/22 per cercare di avere tutto a fuoco, sia combinando 5 scatti ad f/8 (focale 80mm).

Cliccate sulle immagini per ingrandirle.

Prima il confronto tra le due scene (scatto a iperfocale f/22 a sinistra, scatto combinato con Helicon Focus a destra):

Open in new window


Un dettaglio del primo piano:

Open in new window


Un dettaglio dello sfondo:

Open in new window


Direi che si commentano da soli!

Sempre gli stessi parametri: metodo A, raggio 8, ammorbidimento 4.

Fer

Inviato: 17/4/2009 22:20
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
25/11/2005 15:01
Da Verona
Messaggi: 461
Offline
Per Renzo: Una spiegazione basica di funzionamento la trovi qui: http://www.malachia.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1019
Umberto

Inviato: 18/4/2009 9:22
...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
22/11/2007 19:21
Da Mestre
Messaggi: 113
Offline
Onore al merito.
Non c'è che dire: frequentando questo(i) forum si impara di più che non sfogliando le innumerevoli riviste del settore.
Forse dipenderà  dalla mia abissale ignoranza (conoscenza incompleta?), ma non posso che manifestarvi la mia riconoscenza, come già  fatto da altri (ex)fotoavventurieri.
Ho già  fatto delle prove con cavalletto (penso indispensabile) e la vecchia D70 ed i risultati sono più lusinghieri.
Ora vorrei spostare la sperimentazione (per me, per voi sarà  routine...) sul medio formato (sono un "ibrido"), dove le focali maggiori sono ancora più limitanti per la profondità  di campo. Scattare più fotogrammi in "bracketing metrico" con obiettivi macro dovrebbe garantire un'adeguata messa a fuoco, come pure - per assurdo - permettere una profondità  di campo che si estenda dal primo piano allo sfondo anche con i tele.
Certo i risultati saranno condizionati dalla scansione e dal peso dei files e sono da verificare. Qualcuno di voi ha già  applicato questi software con il sistema ibrido in medio formato?
Grazie e saluti a tutti
Carlo

Inviato: 18/4/2009 12:22
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Un altro esempio; di quelli che tendono a creare i maggiori problemi, con grande estensione in profondità  e molti elementi geometrici anche in primo piano.

Obiettivo 35mm su digitale full-frame; ecco la scena complessiva (cliccare per ingrandire)

Open in new window


Ho fatto 10 scatti a f/8 e li ho confrontati con 1 scatto su distanza iperfocale a f/22 (il diaframma più chiuso disponibile sull'obiettivo).

A sinistra la composizione, a destra lo scatto f/22.

Dettaglio angolo in basso a destra (vicino):

Open in new window


Una sostanziale equivalenza; leggera prevalenza per la composizione ma niente di clamoroso. Qui la curvatura di campo dell'obiettivo ha aiutato lo scatto a f/22.

Altro dettaglio, stavolta primo piano in basso:

Open in new window


qui la curvatura di campo incide molto meno e si vede: la composizione è senz'altro più nitida.

Dettaglio lontano:

Open in new window


Qui si nota la superiore nitidezza complessiva della composizione, sia grazie all'assenza di diffrazione e sia grazie alla maggiore profondità  di campo.

Permangono alcuni piccoli aloni in certe zone (poche, probabilmente neppure si notano in stampa); purtroppo stava iniziando a piovere e non ho avuto la possibilità  di regolare la messa a fuoco con sufficiente precisione. Credo inoltre che 3-4 scatti in più a breve e media distanza avrebbero aiutato.

Fer

Inviato: 18/4/2009 12:29
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Ciao Nick,

grazie dei complimenti, il forum siamo noi, tutti insieme! Tutti impariamo qualcosa da tutti e tutti aiutiamo Effeunoequattro e Fotoavventure a crescere.

Citazione:

Ora vorrei spostare la sperimentazione (per me, per voi sarà  routine...) sul medio formato (sono un "ibrido"), dove le focali maggiori sono ancora più limitanti per la profondità  di campo. Scattare più fotogrammi in "bracketing metrico" con obiettivi macro dovrebbe garantire un'adeguata messa a fuoco, come pure - per assurdo - permettere una profondità  di campo che si estenda dal primo piano allo sfondo anche con i tele.
Certo i risultati saranno condizionati dalla scansione e dal peso dei files e sono da verificare. Qualcuno di voi ha già  applicato questi software con il sistema ibrido in medio formato?


Io ho provato qualcosa, ma senza potermici dedicare più di tanto. Ho purtroppo incontrato dei problemi non indifferenti nell'ottenere fotogrammi ben sovrapponibili: piccoli scostamenti nell'avanzamento della pellicola, posizione della pellicola nel portapellicola dello scanner, curvatura, registro della scansione etc.
Purtroppo anche pochi pixel di differenza in posizione e/o rotazione possono compromettere il risultato della composizione; nel digitale puro questi problemi non ci sono.
Questo non significa che il sistema non sia adatto al metodo ibrido, però bisogna faticare di più.

Non mi pare che il software (perlomeno Helicon Focus) abbia grossi problemi a lavorare immagini grandi; peraltro se usi Mac a 64bit c'è una versione apposita che non dovrebbe avere davvero alcun problema.

Devo invece approfondire CombineZM.

Fer

Inviato: 18/4/2009 12:36
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Utente non più registrato
......Helicon Focus ha un discreto costo e, almeno per me non giustificato per l'uso sporadico che al momento potrei farne. Combinezm mi sembra di capire che invece funzioni solo su pc e non su Mac, qualcuno ha notizie di versioni per Mac? Io non ho trovato nulla sui vari siti.

Grazie.

Inviato: 20/4/2009 9:27
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing

Iscritto il:
10/1/2008 12:54
Messaggi: 576
Offline
non riesco a scaricare combinezm

Inviato: 20/4/2009 9:34
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Profondità di campo composta in postprocessing
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Il link per il download di CombineZM è questo, e a me funziona correttamente:

http://www.hadleyweb.pwp.blueyonder.co.uk/CZM/CombineZMFull.msi

Fer

Inviato: 20/4/2009 10:22
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
16 utente(i) online
(15 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 16
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy