Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 987
Offline
Non voglio annoiarvi con le mie beghe professionali ma sto vivendo in questi giorni in un racconto kafkiano. Dovendo fotografare un edificio storico per conto dello studio di progettazione che ne ha curato il prgetto di illuminazione, mi sono trovato questa simpatica tabella di costi e diritti a cura del ministero della cultura. https://www.musei.emiliaromagna.benicu ... ER_aggiornamento_2022.pdf
Alla voce RIPRESE FOTOGRAFICHE NON ESEGUITE DALL’AMMINISTRAZIONE compare una tariffa di 200 euro a scatto che il fotografo (o il committente) si trova a dover pagare per poter fotografare un proprio porgetto, oltre poi a dover consegnare le foto alla soprintendenza. Ma chi è quel fotografo che può pagare cifre simili? Chi è che può proporre foto professionali a 3-400 euro l'una? Per inciso quando recentemente un altro ente regionale mi ha chiesto 2 foto (per una pubblicazione) che ho in archivio e ho detto che dovrebbero pagare diritti per circa 80 euro l'una hanno detto che le vorrebbero gratis! Quando si dice uno stato che agevola e semplifica il lavoro dei fotografi!

Inviato: 23/3/2022 15:16
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6557
Offline
Non posso che darti ragione. Tra leggi, burocrazia e tasse/balzelli non solo quella fotografica, ma tante altre attività necessitano in Italia di autentico eroismo e di una cocciutaggine pari a quella di un missionario piemontese (cit. Gadda).
Non mi è molto chiaro se lo studio stesso che ha curato l’allestimento luminoso non sia autorizzato a documentare il lavoro effettuato (evidentemente per conto di una controparte pubblica, trattandosi di palazzo storico) e debba sottostare al tariffario ufficiale (effettivamente esoso). Mi sembra di aver capito che parlano di una cifra per ogni foto “pubblicata”, che sarebbe diverso dalle foto scattate. Ma forse ho capito male.

Inviato: 23/3/2022 23:42

Modificato da luciano su 24/3/2022 7:50:36
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 987
Offline
Luciano fortuna che c'era qualcuno che si occupava di semplificazione! Lo studio di progettazione è autorizzato a fotografare il proprio lavoro (si eseguito per lo stato) pagando i duecento euro a foto ! S'intende per ogni foto pubblicata, anche se la pubblicano nel loro sito che non è certo un luogo commerciale, e non scattata certo, nessuno credo fa un servizio scattando tre quattro foto e basta. Il paradosso è che in questo modo l'amministrazione, che si riempie la bocca di detenere la "Bellezza" del Paese, la restaura e non la mostra, o per mostrarla deve fare riferimento allo studio privato che, oltre a lavorare ai massimi ribassi deve pagare per regalarle le fotografie. Avrei accettato, già a fatica, uno scambio alla pari, cioè mi autorizzi le foto e te le regalo, ma cosi è assurdo e se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto!

Inviato: 24/3/2022 8:38
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
19/8/2011 9:44
Da Milano
Messaggi: 153
Offline
Mi pare davvero una cosa fuori dal mondo...

Come si comportano altrove? Le regole farragginose (e costose!!) che abbiamo noi valgono hanno "imitazioni" anche negli altri Paesi?

Io non vivo di fotografia, per me è una passione da tempo libero, ma mi rendo conto che, per un professionista, la vita con queste regole è davvero difficile...

Ciao
Marco

Inviato: 24/3/2022 9:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4735
Offline
Negli ultimi anni, fotografare opere architettoniche e/o persone è diventato di una complicazione molto rilevante. Norme, divieti, obblighi, postille e casistiche sono aumentati di numero in modo esponenziale. Lo dice un non addetto ai lavori, che bazzica la questione solo di striscio e per sentito dire. Basta che un non professionista giri per i siti di stock per trovare norme e regole ed eccezioni varie. Basta bazzicare un social network come Instagram per imbattersi in decine di pubblicità di esperti e legali che offrono consulenze su diritti, leggi, copyright fotografico. Se è pieno di offerte di consulenza significa che le cose non sono uniformi e chiare. Io mi sono fatto un’idea di massima sulla questione. Penso che le norme risalgano, nelle basi, a parecchi anni orsono. Non essendo più adeguate ad abbracciare tutte le casistiche sviluppatesi nel tempo, sono state “arricchite” di postille, aggiunte, varianti relative a casi specifici. Il problema è che, a fronte di cambiamenti rilevanti, non è stato fatto tutto il regolamento ex novo, ma è stato tenuto tutto il vecchio e mano mano riempito di postille, eccezioni, novità. In tal modo si è giunti ad avere un castello di regole e norme che se uno non è esperto della questione richiedono la consulenza di un legale.

Marco

Inviato: 24/3/2022 12:04
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi
Moderatore
Iscritto il:
8/9/2005 0:10
Da Lazio
Messaggi: 2510
Offline
Un po' quello che succede a Roma dove è vietato usare il treppiede ovunque, a meno che non si abbia la licenza per farlo, pagandola al comune ovviamente. E non pensiate che sia difficile trovare il vigile che, se vi avvista, viene subito a controllare se siete in regola.

Inviato: 24/3/2022 12:33
Mauro-Tessera C.F.A.O. n°12
Leggere con attenzione il REGOLAMENTO

E Dio creò il gatto in modo che l'uomo potesse accarezzare la tigre....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4735
Offline
Citazione:

Galeno ha scritto:
Un po' quello che succede a Roma dove è vietato usare il treppiede ovunque, a meno che non si abbia la licenza per farlo, pagandola al comune ovviamente. E non pensiate che sia difficile trovare il vigile che, se vi avvista, viene subito a controllare se siete in regola.


Ecco, io questa cosa dei treppiedi non l’ho mai capita. Occupazione di suolo pubblico, mi pare che dica così la norma. Io vorrei capire che occupazione ed intralcio alla circolazione ed al movimento può dare un treppiede. Certo, se lo piazzi in talune aree può benissimo essere. Ma in molte altre proprio no. Secondo me non si può fare di ogni erba un fascio ma vanno distinte circostanze ed ambiti diversi. Può dare più fastidio un cavalletto in una piazza semi deserta o un gruppo di persone ferme in piedi a bere un drink in una via assiepata in centro di una città ?

Marco

Inviato: 24/3/2022 13:10
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi
Moderatore
Iscritto il:
8/9/2005 0:10
Da Lazio
Messaggi: 2510
Offline
Credo che non c'entri l'occupazione di luogo pubblico, il motivo è un altro ma altrettanto ridicolo. Ora non ricordo come è giustificata la tassa.

Inviato: 24/3/2022 14:10
Mauro-Tessera C.F.A.O. n°12
Leggere con attenzione il REGOLAMENTO

E Dio creò il gatto in modo che l'uomo potesse accarezzare la tigre....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 987
Offline
Credo che il divieto del cavalletto fosse riferito, e non solo a Roma, ma anche in tutti i giardini storici italiani ad esempio, al fatto che un tempo la fotografia professionale era fatta col cavalletto diversamente da quella a mano del turista. Era quindi immediato identificare il professionista e controllarlo se fosse in regola o meno con tasse e balzelli. Anche per me il cavalletto è importante ma con macchine stabilizzate e 50 mila iso credo che anche il concetto di professionismo dovrebbe essere aggiornato da chi è predisposto a controllare e sanzionare. Ciò che mi indigna maggiormente in questo discorso non è tento il fatto di chiedere permessi, ci può stare, ma il fatto di pagare 200 euro a foto che mediamente si vende a 80 quando va bene! Chi è quel fotografo che vende le foto a 400 euro l'una? Al ministero non hanno idea del mercato della fotografia professionale questo è la grande tristezza.

Inviato: 24/3/2022 14:36
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 1009
Offline
Incredibile, veramente!
Io a volte mi arrabbio per impedimenti simili alle mie foto ormai senza scopi di lucro, immagino le incazzature quando c'è di mezzo il lavoro...

Inviato: 27/3/2022 21:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 987
Offline
Uscendo dal fatto personale che ho indicato e che mi fa arrabbiare, trovo la cosa poco sensata anche guardandola dalla parte "ministeriale" perchè in questo modo si fanno circolare soltanto miliardi di foto turistiche improvvisate, (basta cercare in rete qualunque monumento) che non pagano alcuna tassa ma che non rendono certo giustizia ad un intervento di restauro. Credo che uno scambio alla pari, permesso vs foto, potrebbe solo elevare il livelo delle immagini che documentano recuperi e resaturi del nel nostro "bel paese".

Inviato: 28/3/2022 9:16
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Uno stato che agevola la fotografia e i fotografi

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 1009
Offline
Perfettamente d'accordo.
Però, dalla parte "ministeriale" la cosa potrebbe essere giustificata da considerazioni su quella parte che non credo sia opportuno esternare in questa sede...

Inviato: 29/3/2022 21:09
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners





Mercatino
Utenti Online
35 utente(i) online
(26 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 35
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy