Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





Co' rivo rivo....(in venessian)

Iscritto il:
23/6/2022 9:20
Messaggi: 154
Offline
Quando arrivo, arrivo! E' un motto veneziano, non stressatemi con gli orari.

Lavorando con un vecchio obiettivo manuale (Asahi Takumar SMC 55/2) lo tengo generalmente regolato sui 5 metri a f/5.6 e lascio fare all'iperfocale se mi capita di dover scattare senza il tempo di mettere a fuoco. Questo mi ha superato e me lo sono trovato davanti all'improvviso, ha funzionato abbastanza bene.

Allega:



jpg  Co'-rivo-rivo.jpg (728.52 KB)
2722_640c603223901.jpg 897X1290 px

Inviato: 11/3/2023 12:04
https://pinoalessifotoven.weebly.com/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)

Iscritto il:
19/8/2011 9:44
Da Milano
Messaggi: 151
Offline
In effetti la tecnica dell'iperfocale può essere molto utile, quando serve rapidità nella messa a fuoco e a condizione che ci siano condizioni favorevoli (non, ad esempio, con lunghi tele "a caccia" di animali...).

Non ne faccio uso da tempo: ci giocherò un po'...

Ciao
Marco

Inviato: 12/3/2023 17:21
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6549
Offline
L'iperfocale riesco ad usarla bene solo col 35 mm (naturalmente andrebbe ancora meglio anche con focali più corte, se solo le usassi).
Col 50 non mi ci trovo molto bene.

Inviato: 13/3/2023 9:11
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)

Iscritto il:
23/6/2022 9:20
Messaggi: 154
Offline
Citazione:

luciano ha scritto:
L'iperfocale riesco ad usarla bene solo col 35 mm (naturalmente andrebbe ancora meglio anche con focali più corte, se solo le usassi).
Col 50 non mi ci trovo molto bene.


Capisco, devo precisare che ho usato il termine "iperfocale" per brevità, in effetti a me non iteressa avere tutto a fuoco da una certa distanza in poi su questo tipo di fotografia, per cui bisognerebbe fare dei calcoli in base alle dimensioni del sensore e della focale. E' una cosa molto più approssimativa, anzi di solito preferisco che ciò che sta un po' dietro al soggetto cominci a sfocare per questo uso f/5.6 con questo 55 mm, questo diaframma mi dà anche la garanzia, con un obiettivo non stabilizzato (tanto meno il sensore), di avere tempi brevi per ridurre il mosso.
Dopo un po' di prove ho visto che con questo obiettivo e il full frame mi va bene l'accoppiata 4-5 metri e f/5.6. Nella foto che allego sembra che fossi più vicino, in realtà ero leggermente più distante e poi per la stampa ho ritagliato un po' per eliminare alcuni elementi che stavano intorno.
Facevo il contrario quando fotografavo l'ambiente urbano, f8-11 e via.
In effetti per la fotografia di strada la focale più usata è sempre stato il 35mm su pellicola 24x36 (il full frame di una volta), è la garanzia di avere a fuoco ciò che interessa e ciò che ci sta intorno senza perdere tempo a focheggiare, infatti a volte mi sono chiesto che senso avesse su macchine usate per questo tipo di fotografia, mirini a telemetro ultraprecisi. Pure un autofocus al centesimo di millimetro non ha senso in una fotografia in cui l'autofocus si fa con i piedi, un passo più avanti o uno più indietro. Per me poi la fotografia con un fuoco approssimativo ha un fascino particolare (parafrasando il latino che udivo a messa da ragazzo invece di -..orate fratres..- dico: ..-sfocate fratres..- ).

Putroppo la foto allegata non si può ingrandire qui più di tanto, ma ciò che dico lo si vede sui capelli, se avessi usato una messa a fuoco precisa si potrebbero contare uno per uno. Lo sfocato di sfondo lo si vede sul frigo che sta dentro, oltre i 6-7 metri.
Questa foto fa parte di una serie in cui mostro come i tempi siano cambiati, una volta ci si sedeva al bar per fare due chiacchere, oggi vedo quasi tutte le persone anche sposi o fidanzati ciascuno con la testa dentro al suo telefonino!

Allega:



jpg  Iperfocale.jpg (632.50 KB)
2722_641177c031d8e.jpg 1290X920 px

Inviato: 15/3/2023 8:48
https://pinoalessifotoven.weebly.com/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 983
Offline
Però le fotografie di strada con le facce oscurate non si possono guardare. Pensa a Cartier Bresson, William Klein e a migiaia di altri fotografi di strada coi loro soggetti oscurati, che triste sarebbe. A meno che non siano minori e a meno che il tuo intento non sia denogratorio nei loro confronti hai tutto il diritto di pubblicare foto di persone riconoscibili in luogo pubblico.

Inviato: 16/3/2023 9:07
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)

Iscritto il:
23/6/2022 9:20
Messaggi: 154
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
Però le fotografie di strada con le facce oscurate non si possono guardare. Pensa a Cartier Bresson, William Klein e a migiaia di altri fotografi di strada coi loro soggetti oscurati, che triste sarebbe. A meno che non siano minori e a meno che il tuo intento non sia denogratorio nei loro confronti hai tutto il diritto di pubblicare foto di persone riconoscibili in luogo pubblico.


Oscar è ovvio, infatti la foto l'ho stampata senza i bollini sul viso e mi piace molto per come è venuta, non l'ho messa qui perchè mi piace la foto, è solo un esempio di foto che viene bene anche senza mettere a fuoco. Riguardo al pubblicare foto di persone, la faccenda è abbastanza controversa e alla fine decide un giudice se qualcuno ti fa un esposto, anche se mia figlia è avvocato non ho nessuna voglia di andare in tribunale a dimostrare che ho ragione. Non ci penso proprio.
I fotografi che hai citato fotografavano in un'era in cui non c'era questa legislazione che di fatto impedisce, non il fotografare ma l'esporre questo tipo di fotografie senza il consenso dei soggetti. Io le foto le faccio lo stesso per me, se durano e i posteri non le porteranno all'ecocentro, fra cento anni si potranno vedere con'erano luoghi e persone di una volta.

Inviato: 17/3/2023 8:15
https://pinoalessifotoven.weebly.com/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 983
Offline
Io non ho l'ambizione di fare durare le mie fotografie cent'anni, mi accontento che qualcuno le paghi ora perchè gli servono. Ma a parte questo pensa la tristezza della legislazione,(Italiana? europea in generale?) che se fosse stata vigente cent'anni fa non avrebbe potuto produrre il lavoro dei vari reporter di cui sopra...non ci avevo mai riflettuto.

Inviato: 17/3/2023 15:28
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Co' rivo rivo....(in venessian)
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6549
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
…la tristezza della legislazione,(Italiana? europea in generale?) che se fosse stata vigente cent'anni fa non avrebbe potuto produrre il lavoro dei vari reporter di cui sopra...non ci avevo mai riflettuto.


Infatti a mio modesto parere, la street photography è un genere non più molto praticabile nella maggior parte dei Paesi. Fanno eccezione le situazioni di guerra, ma più che altro perchè in quelle circostanze la gente ha ben altri problemi che andare a far causa al fotografo e le immagini scattate in paesi lontani e dalle legislazioni così diverse dalle nostre da rendere altamente improbabile una qualche obiezione. Questo almeno il parere di uno che facendo per lo più foto di modelli/e, non scatta una sola immagine senza farsi rilasciare ampia liberatoria. Poi, se qualcuno mi dimostra che sbaglio, tanto meglio.
Scattare street per proprio gusto personale, tenendo le immagini solo per sè, è certamente possibile. A me non dà grande soddisfazione, ma come dice Pino, magari tra cent’anni potrebbero diventare una testimonianza interessante di come eravamo. AI ed altre diavolerie a venire, permettendo.

Inviato: 18/3/2023 18:56
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners





Mercatino
Utenti Online
47 utente(i) online
(37 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 47
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy