Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6533
Offline
Apro questo post per non andare ulteriormente OT su quello di orso.
Il test Delta 100 vs T-max 400, alla fine l'ho fatto.
Ovviamente per un giudizio davvero valido dovrò stampare le immagini sotto l'ingranditore e valutarle de visu. E conto di farlo a breve.
Ma le stampe ovviamente non potrò sottoporvele dal vivo e per adesso ho solo le impressioni che ho ricavato guardando i negativi e digitalizzandoli con l'ammenicolo di cui abbiano già parlato e che non è poi troppo dissimile da quelli che alcuni di voi si stanno autocostruendo.

Devo riconoscere che la T-Max mi ha effettivamente impressionato soprattutto per quella che sembra essere la sua resa tonale,ma non solo. Per esempio anche il supporto appare migliore di quello Ilford e mi pare si carichi più facilmente nelle spirali per lo svilupo in tank. Ed altro ancora.

Però quello di cui si discuteva era la finezza di grana, dove dubitavo che la T-Max 400 potesse avere una grana più fine della Delta 100.

Dubbioso sempre delle mie capacità di condurre test rigorosi, non mi meraviglierò se qualcuno mi farà le pulci.

Comunqe, ho preso due negativi 35 mm simili per scena ripresa e condizioni atmosferiche, entrambi con lo stesso filtro giallo e li ho appaiati in PS (senza apportare alcuna correzione in Camera Raw e disattivando tutto il disattivabile dalla fotocamere, usando ISO 200 dove il rumore digitale dovrebbe essere limitato e cercando dunque di ridurre al minimo l' influenza della duplicazione...boh, chissà se ci sono poi riuscito?).
Poi da questi due negativi ho ritagliato ed appaiato due zone omogenee di cielo , di identiche dimensioni .


Entrambe le pellicole sviluppate in Atomal 49 della Adox in diluizione 1:1.

Ho postato le due immagini sul web : la prima coi due negativi interi accostati,
https://500px.com/photo/1085068525/del ... stmax400-total-by-lucinio

poi la piccola sezione dei due cieli, scelti in zone molto omegenee.
https://500px.com/photo/1085068512/del ... max400-section-by-lucinio

In alto sono le immagini riprese con la Delta 100, in basso quelle con la Kodak T-max 400. .

Naturalmente sono curiosissimo di vedere se si notano differenze in stampa nelle dmensioni da me usate (di solito il 24x30 , raramente il 30x40).

Beh..ecco. Direi che, anche valutando col lentino piú potente che ho e che è un 10x, la grana della T-Max sia finissima e permetta ottimi ingrandimenti e quella della Delta 100 sembri…praticamente inesistente.


Inviato: 5/2 20:07

Modificato da luciano su 6/2/2024 4:03:57
Modificato da luciano su 6/2/2024 4:11:56
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 992
Offline
Non conoscendo la Delta 100 nulla posso dire sul confronto. Ma, da quello che vedo sull'immagine del crop, qualcosa non mi torna sulla grana della TMax. Nel senso che quella che vedo io col mio scanner, ha struttura molto diversa.
Potresti dirmi la dimensione in pixel dell'intera foto e del crop, tanto per quantificare l'ingrandimento?

Inviato: 6/2 14:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6533
Offline
Per la verità, io non ho scansionato i negativi, ma li ho digitalizzati riproducendoli con QUESTO ricavandone dei file RAW che con la mia Sony A7III da 24 MP risultano di 6000x4000 px e del peso di circa 23 MB .
I due rettangolini di cielo erano di 600 px di lato lungo.

Tuttavia il fatto che tu con lo scanner abbia trovato un tipo di grana diverso, mi ha messo la pulce nell'orecchio. e quindi sono andato a riprendere i due negativi e li ho passati allo scanner Nikon ED 5000 alla sua massima risoluzione (4000dpi) e qui devo dire che le differenze di granulosità tra le due pellicole si sono notevolmente attenuate. C'è ancora una superiorità leggerissima della Delta, ma siamo davvero ad un livello quasi impercettibile e credo nella pratica, del tutto trascurabile. Che dire? rumore digitale, maggiore criticità della riproduzione con la fotocamera, migliore messa a fuoco col Makro Planar su Sony, , diverso tipo di illuminazione del negativo, qualche altra diavoleria che non so spiegare?

Anche col contafili a 10x del resto è davvero difficile (almeno coi mei occhi) notare differenze sostanziali: il cielo della Delta appare più omogeneo, ma da questo a dire che quello della T-Max sia granuloso, ce ne corre.

Niente, la parola definitiva sarà alla stampa. ma sono abbastanza sicuro che ai miei livelli di ingrandimento usuali non saranno percepibili differenze.
E se dunque si dimostrerenno tangibili le superiorità della T-Max in fatto di facilità di stampa, resa tonale ,ecc. oltre alla maggiore sensibilità che è spesso comoda, , direi che ce n'è più che abbastanza per farmi orientare su questa, tanto più che ormai le differenze di prezzo con la Delta non sono eccessive.


Inviato: 6/2 18:16

Modificato da luciano su 15/2/2024 7:25:26
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400

Iscritto il:
23/6/2022 9:20
Messaggi: 141
Offline
Ho fatto delle prove questa mattina misurando con un calibro, se nella riproduzione non si usa una fotocamera mirrorless che abbia anche l’ingrandimento sul visore, o su un monitor, credo sia molto difficile mettere a fuoco con precisione sulla grana in un sistema di digitalizzazione con fotocamera. Poichè il momento i cui si è a fuoco (con un ingrandimento 14 x sullo schermo della macchina) viene valutato visivamente, ho fatto le medie di più letture portandomi fuori fuoco e rifocheggiando. Ho visto che a tutta apertura (2,8 con l’obiettivo che uso) e distanza fra sensore e pellicola di 20 cm, bastano 0,4 mm (avanti o indietro) per avere la grana “completamente” sfocata e anche con un diaframma 8 basta 1,0 mm, quindi anche con un paio di decimi di millimetro di scostamento a F8 si può dire che per l’uso normale del fotogramma si è a fuoco ma non si sa se coperti dalla profondità di campo o realmente al punto esatto, resta comunque il fatto che ci vuole uno schermo con ingrandimento su cui poter valutare.
In entrambi gli esempi di ingrandimento sul cielo degli esempi postati la grana non appare nitida ma anzi molto o abbastanza sfaldata (potrebbe essere però una caratteristica di quel tipo di emulsioni).

Anche lo scanner non garantisce che il fuoco sulla grana sia perfetto e metto un esempio (Efke scanner e Efke Rodenstock) dove lo scanner nella zona periferica ha toppato la messa a fuoco (in alto a sinistra) e dove si vede che la grana è spappolata, molto meglio la scansione con fotocamera e Rodenstock per la precisione del fuoco sulla grana e la resa su tutto il fotogramma (il confronto di resa che si somiglia fra i due è in basso a sinistra dove siamo in una zona più centrale, anche qui comunque meglio la fotocamera (questa avrebbe una risoluzione di circa 4600 pixel sul lato lungo, l’ho ridotta per portarmi circa alle stesse dimensioni della foto con lo scanner).
Probabilmente una piccola deformazione sulla planeità della pellicola che non è stata coperta dalla profondità di campo dell’ottica dello scanner.

Gli esempi che metto sono per constatare che, se perfettamente a fuoco, si riesce a distinguere la grana, grossa o fine che sia (a meno che questa non abbia un aspetto totalmente diverso da quello ad agglomerati di argento metallico delle emulsioni argentiche tradizionali).
Questa foto e quella delle persone in campo (grana Efke) erano state fatte con pellicola Efke. La Efke sviluppata con il Rodinal dava una grana consistente; pellicola strana dal supporto trasparentissimo. Non viene più prodotta con questo marchio, credo che precedentemente fosse della Adox, poi ceduta a Fotokemica in Croazia e credo successivamente venduta nuovamente come Adox, non sviluppo più altrimenti la riproverei con uno sviluppo diverso.

PS. Dopo averle postate ho notato che la pur leggera compressione jpg che ho dato per postare ha ridotto molto la definizione della grana degli esempi. Li lascio così, caso mai se richiesto li rifaccio e posto con dimensioni maggiori e minor compressione.



Allega:



jpg  Efke scanner rid.jpg (365.12 KB)
2722_65c3d486e9e09.jpg 964X929 px

jpg  Efke Rodenstock rid.jpg (471.56 KB)
2722_65c3d49a98192.jpg 1023X970 px

jpg  Grana Efke rid.jpg (482.84 KB)
2722_65c3d4cc8e142.jpg 1084X874 px

jpg  Grana Fomapan rid.jpg (415.92 KB)
2722_65c3d4f0e4dab.jpg 1085X893 px

Inviato: 7/2 20:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6533
Offline
Eh, sì. È possibile (anzi, diciamo pure certo) che vi siano diversi bachi nelle mie prove. Mi rendo benissimo conto di quanto sia difficile impostare ed eseguire test davvero rigorosi e precisi.
Quello che posso dire è che non ho digitalizzato con la mirrorless ed il Makro Planar solo i due negativi che ho postato, ma i due interi rullini ed ho scelto quelle due immagini solo, perchè mi sembrava si prestassero bene per avere entrambi zone di grigio piuttosto omogenee e comparabili.
L’impressione sulla grana l’ho ricavata quindi dalla comparazione dell’insieme delle immagini.
Anche ammesso che uno dei due negativi sia meno precisamente a fuoco dell’altro, mi pare difficile che un intero rullino risulti sempre meglio a fuoco.
Inoltre ho scattato al diaframna f.8 che, anche al rapporto di riproduzione di circa 1:1 , credo dovrebbe garantire una sufficiente PdC per compensare le naturali curvature del negativo (trattenuto dal telaio apposito).
Con tutto ciò, può anche essere che non abbia focheggiato perfettamente in riproduzione e che il display mi abbia ingannato come dici.
Ancor meno sicuro sono della corretta messa a fuoco (automatica) dello scanner e subito mi son chiesto se la resa pressocchè identica dei film non dipenda da minine sfocature, sufficienti però ad “omogenizzare” i risultati.
Col lentino 10x poi, faccio fatica a vedere bene e non mi sento di giudicare anche se l’impressione è di una maggior leggera finezza della Delta.
Per tutto questo e soprattutto considerando che alla fine i negativi dovrebbero servire a ricavarne stampe e non ad altro, penso che forse le idee chiare le avrò soio stampando, e solo se stamperò dei piccoli particolari al massimo consentito dall’ingranditore, perchè una stampa formato pieno in 24x30 non sarà quasi sicuramente derimente.

Inviato: 7/2 23:35

Modificato da luciano su 7/2/2024 23:50:58
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400

Iscritto il:
23/6/2022 9:20
Messaggi: 141
Offline
Concordo con le osservazioni di Luciano che confermano come il processo di digitalizzazione permette di lavorare l'immagine entrando in un altro mondo per la praticità con cui si possono compiere le operazioni necessarie al risultato finale e per la potenza degli strumenti disponibili, stampa compresa, ma richiede le sue procedure con attenzione e strumenti adeguati, ciascuno con i suoi pro e contro.

Scusandomi, preciso che nel confronto Efke scanner e Efke Rodenstock ho scritto: ...il confronto di resa che si somiglia fra i due è in basso a "sinistra" dove siamo in una zona più centrale...volevo dire a "destra".

Inviato: 8/2 9:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9962
Offline
Ciao Luciano,

i ritagli che hai mostrato raccontano di una differenza clamorosa a vantaggio della Delta 100.
Non che sia impossibile: alla fine sono due pellicole T-Grain più o meno nate insieme (almeno nella versione iniziale) ma con due stop di differenza di sensibilità.

Certo, non è quello che si legge in giro; ma va anche detto che difficilmente si trovano test inappuntabili.

Riguardo alla differenza che noti tra la grana nelle scansioni con lo scanner e quelle con la fotocamera: gli scanner Nikon (e i Minolta anche di più) soffrono di un certo grain aliasing.
L'obiettivo, complice la luce "dura", ha una capacità di restituire dettagli superiore a quella che il sensore può catturare, per cui i dettagli più fini e contrastati vanno incontro a degli artefatti.
Questo si nota in particolare sulla grana, che finisce per l'essere più visibile di quanto dovrebbe.

Non spiega però la differenza che si vede nei tuoi ritagli.

Fer

Inviato: 13/2 19:14
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6533
Offline
Ciao Fer, onestamente ormai dubito dei risultati del test. Anche a me pare molto strana la differenza.
Se qualcuno mi dice come fare (ovviamente gratuitamente e senza dover sottoscrivere abbonamenti) a caricare in rete i file RAW originali (che magari potrei anche rifotografare ancora una o due volte, postando il tutto in modo da tentare di minimizzare le eventuali piccole imprecisioni di fuoco, come suggerito da Pino), chi fosse interessato potrebbe scaricarli ed esaminarseli in proprio. Non escludo di aver fatto qualche casino nei vari passaggi e di aver preso lucciole per lanterne.

Inviato: 13/2 23:20
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9962
Offline
Ciao Luciano, se hai un qualche account Google (es. GMail) è molto facile, basta che li carichi sul tuo Drive e generi il link per la condivisione.

Altri metodi facili e gratuiti non mi vengono in mente al momento.

Fer

Inviato: 14/2 18:19
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6533
Offline
https://drive.google.com/drive/folders ... kVaGIkTSp8M8OyUOHAM9qzIKy


ecco.



e qui ho aggiunto altre immagini di confronto


https://drive.google.com/drive/folders ... cTAhuWWiWylf5LpBq8m_85uMe




lo sviluppo era per tutti l' Atomal 49 Adox diluito 1:1 che è uno sviluppo fine granulante e compensatore e che se usato diluito, dimostra anche una buona acutanza.

Inviato: 15/2 7:27

Modificato da luciano su 15/2/2024 8:00:55
Modificato da luciano su 15/2/2024 8:01:57
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9962
Offline
Ciao Luciano, dal mio punto di vista i soggetti sono troppo diversi per una comparazione sulla grana.
Il giusto soggetto sarebbe il cielo, ma una ha un velo nuvoloso quasi uniforme, mentre l'altra ha cielo azzurro contrastato.
Anche il contrasto generale è nettamente diverso, molto più piatto nella Delta a causa della luce diversa.
Tra gli altri esempi può esserci qualcosa di più adatto secondo te? Al momento per mancanza di tempo ho scaricato solo i primi 2 file.

Inviato: 15/2 18:06
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6533
Offline
Ciao Fer,
tra gli altri file in cartella c'è quello che ho chiamato " delta b" dove il cielo è ben terso, ma ha ugualmente un contrasto e delle tonalità ben diverse da quelle della T-max.
Ho idea che dipendano proprio da differenze intrinseche delle due pellicole ed a diversi modi di reagire allo sviluppo, più che a grandi differenze di situazioni di scatto.
La gamma dinamica e le tonalità della T-Max mi hanno effettivamente impressionato.

Tuttavia bisognerebbe proprio scattare stessa scena , negli stessi momenti, con due corpi macchina ed identici obiettivi, caricati con le due pellicole e poi magari essere sicuri di sviluppare con CI identico (e non lo sono affatto).

Insomma, come test è una ciofeca. Diciamo che ci ho provato

Inviato: 15/2 18:32
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

https://500px.com/lucinio

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Delta 100 vs T-max 400

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 992
Offline
Citazione:

luciano ha scritto:
La gamma dinamica e le tonalità della T-Max mi hanno effettivamente impressionato.

Ultimamente c'è altro della T-Max che mi ha impressionato...
Se sei abituato alla Delta 100, e soprattutto se ti bastano i 100 ISO, io ti suggerirei di continuare con quella.

Inviato: 16/2 8:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners





Mercatino
Utenti Online
34 utente(i) online
(28 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 34
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy