Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





Sull'uso dei chimici aperti...

Iscritto il:
29/9/2016 0:10
Messaggi: 38
Offline
Buongiorno a tutti, domanda secca: "rischiereste" di sviluppare una dozzina di diapositive 4x5 usando chimici puri aperti circa un annetto fa ma trattati con antiossidante Tetenal?
Grazie.
Fabio.

Inviato: 21/6 14:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sull'uso dei chimici aperti...
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6077
Offline
Beh... fai i due soliti semplici test per sviluppo e fissaggio, usando la coda di una economica pellicola 35 mm.
Per lo sviluppo, immergi (in piena luce) un pezzo di pellicola nel bagno preparato: se diventa rapidamente nero, è ok. Ma rapidamente!
Per il fissaggio, immergi un altro pezzo di pellicola (sempre in piena luce) nel bagno preparato: se diventa trasparente, ma in poco tempo (30-40 secondi), è ok
Per lo stop, visto il prezzo irrisorio, tanto vale rifarlo fresco. Altrimenti controllare pH con cartina al tornasole. Ma non vale la pena.

Questi test sono abbastanza affidabili. Ma solo abbastanza. Se gli scatti in questione rivestono un’importanza particolare, conviene usare bagni freschi ed amen.


Inviato: 21/6 14:46
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sull'uso dei chimici aperti...
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1091
Offline
Ciao Fabio,
si tratta del kit Tetenal Colortec E6, suppongo.

Se si, verifica che nella bottiglia BX Part 2 non si siano verificate precipitazioni (incrostazioni sul fondo della bottiglia).

Se non ci sono puoi andare abbastanza tranquillo, potresti però avere una leggera dominante magenta.

Se ci sono precipitazioni, il bagno di sbianca/fissaggio ha perso efficacia; funzionerà ancora, ma:

1) Lascerà un sorta di patina sulla pellicola che andrà rimossa con lavaggi energici.

2) Non so che tipo di impatti produca il comportamento di sopra sulla vita della pellicola sviluppata; io per sicurezza evito.

A presto.

Fabio

Inviato: 21/6 15:12
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sull'uso dei chimici aperti...
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6077
Offline
Scusa. Ovviamente la mia risposta era totalmente sbagliata e si riferiva a negativi BN.
Non avevo letto che invece si trattava di diapositive.
Come non detto

Inviato: 21/6 16:27
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sull'uso dei chimici aperti...

Iscritto il:
3/4/2009 12:52
Da Eboli
Messaggi: 749
Offline
In passato ho utilizzato il kit della tetenal con il Protectan con ottimi risultati, ma mai dopo così tanto tempo.
Personalmente non rischierei.

Gianluigi

Inviato: 21/6 17:06
Gianluigi
https://www.photo.net/gianluigi_albanese
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sull'uso dei chimici aperti...

Iscritto il:
29/9/2016 0:10
Messaggi: 38
Offline
Grazie per i consigli, dalle risposte è evidente che dovrei lasciare perdere i chimici usati e sviluppare tutto con soluzioni intonse. Verificherò dalle dia da sviluppare e in caso di doppie riprese potrei azzardare qualche sviluppo con i "vecchi" chimici.... anche se come dice Fabio rimane il dubbio della conservazione!! Mmmmmm.... Eventualmente vi farò sapere riguardo allo sviluppo.
Fabio

Inviato: 21/6 23:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sull'uso dei chimici aperti...

Iscritto il:
13/7/2010 13:29
Da Roma
Messaggi: 28
Offline
Buongiorno a tutti,
riporto qui alcuni miei appunti, sono note ad uso ed abuso strettamente personali, quindi prendetele per quello che possono valere.
Si riferiscono all' uso del kit di sviluppo E6 in 6 bagni della Fuji ( Fujihunt chrome 6x )facilmente reperibile online e dal costo relativamente contenuto.
Personalmente ho sempre utilizzato il tutto con il metodo "a perdere", prelevando quindi la quantita' di concentrato che mi serviva e gettando il tutto al termine dell'utilizzo, e riempiendo con gas inerte le bottiglie contenenti quanto concentrato rimastovi.
Buona lettura
Andrea.

Queste note si applicano al kit Fuji Hunt Chrome 6X.

I chimici concentrati vanno conservati, dopo l' apertura delle confezioni originali, in bottiglie di vetro, con tappo a chiusura ermetica, riempite con gas inerte e tenute al buio. Fa eccezione il bagno di sbianca conservato nella sua tanica originale senza gas inerte. Il tutto a temperatura ambiente.

I chimici concentrati conservati come sopra mantengono il loro aspetto, e la loro efficacia, per almeno un anno e mezzo dalla loro apertura e successivo travaso nelle bottiglie di vetro.

Si possono osservare dei precipitati nel primo sviluppo ma, avendo l' accortezza di non farli cadere nella soluzone di lavoro, e' possibile utilizzarlo tranquillamente senza variazioni sul tempo di permanenza della pellicola nel bagno stesso.

Non ho riscontrato, ad occhio, variazioni di nessun tipo.
Nessun problema quindi per uso generale/amatoriale.
Per lavori particolarmente importanti o dove fosse richiesta la massima precisione sensitometrica e colorimetrica e' comunque meglio riferirsi ai tempi di stoccaggio indicati dal produttore.

Dopo circa un anno e mezzo e fino a due dall' apertura si puo osservare un progressivo scurimento, anche totale, verso il viola della parte B del bagno di sviluppo cromogeno. Se non vi sono precipitati, impossibili da separare dalla soluzione di lavoro con conseguente deposito finale sull'emulsione,
si puo' pensare di continuare ad utilizzare il tutto. I risultati ottenuti sono buoni, sempre nei limiti dell'uso amatoriale.

Oltre i due anni circa dall' apertura, nella parte B del bagno di sviluppo cromogeno si formano dei precipitati che, inevitabilmente, finiscono sull'emulsone.
Inoltre sensibilita', contrasto e colori risultano fortemente degradati. Non utilizzare, a meno di non voler ottenere risultati "creativi" ma assolutamente imprevedibili.

Inviato: 22/6 18:04
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Mercatino
Al momento non ci sono annunci.
Utenti Online
74 utente(i) online
(73 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 74
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy