Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

   Tutti i post (6X7)


(1) 2 3 4 ... 6 »


Re: Berlino e il Muro

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
L'ultima mi piace moltissimo e rende bene il tema Berlino

Inviato: 29/3/2017 15:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fujifilm sembra voler cessare la produzione di quasi tutte le pellicole da 35mm

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Purtroppo ha ragione Fer, la scarsa popolaritá della pellicola è dovuta principalmente alla mancanza di laboratori che sviluppano dia e negativi colore con un minimo di qualitá.
Proprio la scorsa settimana un collega in ufficio mi raccontava di aver ricevuto in eredità dal padre due rolleiflex, mi ha chiesto "ma non li fanno più i rullini?", io: "certo che li fanno, a Roma puoi acquistarli in alcuni negozi specializzati oppure su internet"... , "e per lo sviluppo e la stampa?", "ci sono pochi laboratori... Un pò lontani da dove abiti ma ci sono, oppure puoi provare a svilupparli da solo, il bianco e nero non è difficilissimo da trattare", il suo sguardo si faceva sempre più perplesso.... Quando mi ha chiesto cosa avrebbe dovuto acquistare per lo sviluppo del negativo e l'eventuale acquisizione dello stesso.... ed io gli ho detto Tank, tre chimici e uno scanner....mi ha risposto che le avrebbe tenute come soprammobili....
Solo chi ha una passione forte come la nostra è disposto ad affrontare le "difficoltà, i costi ed i tempi" della pellicola. Io sono di Roma e non conosco un lab decente per il colore, figuriamoci per chi vive nelle piccole provincie quanto possa esser ancora più difficile acquistare, sviluppare ed ottenere delle stampe. Questo è secondo me il vero motivo per cui la pellicola non gode di popolaritá. Peccato perché sono convinto che basterebbe anche un solo lab (serio) in ogni cittá per cambiare le cose.

Inviato: 4/3/2017 11:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Decisione storica!

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Esattamente così Fer

Inviato: 7/2/2017 21:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Decisione storica!

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
In parte non sono d'accordo, trovo il 135 insostituibile sia per come rende la grana nel bianco e nero che come strumento, decisamente più pratico di una mf per alcuni generi come a titolo di esempio la street.
Poi è chiaro, che se dalla fotografia si ricerca la perfezione nella definizione ecc... allora il medio e grande formato la fanno da padroni (insieme al digitale ovviamente)

Inviato: 7/2/2017 15:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: sito costruzioni e modifiche apparecchiature

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Grazie, mi sarà utile

Inviato: 15/1/2017 23:46
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Scansionando una Kodacrome 40 anni dopo....

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Sempre un piacere vedere le vecchie kodachrome!

Inviato: 9/11/2016 18:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Quale? Perché?

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
28mm e 45mm Contax G, pur disponendo di diversi corredi con diverse ottiche eccellenti, sono quelli che uso più spesso, piccoli e di qualità ed insieme alla G2 non mi hanno mai deluso.

Inviato: 8/10/2016 19:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fan Ho (1931-2016)

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Non lo conoscevo, grazie per la segnalazione, veramente strepitose!

Inviato: 6/7/2016 11:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ciao Daniele

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Mi dispiace profondamente

Inviato: 4/6/2016 9:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Confronto pellicole: Superia 200, Portra 160, Fujichrome C200, Agfa Vista 400+

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Grazie per le prove Fer,
Dal mio smartphone la portra sembra uscirne bene, ma aspetto di rivedere le prove a monitor e di sentire un tuo giudizio!!
(Pellicolaro a vita )

Inviato: 24/11/2014 15:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La Velvia 50 ha 10 stop di latitudine di posa.

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Grazie Fer, interessanti risultati!!!

Inviato: 6/10/2014 11:12
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: cambio amministratore

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Un sentito Grazie ad Andrea, il mitico Hologon, nella speranza comunque di rivederti su questo sito!
In bocca al lupo a FabioBi, bravissimo, e colgo l'occasione per ringraziare tutti voi, per mantenere vivo questo che a mio parere è il miglior sito Italiano di Fotografia con la F maiuscola!!!

Inviato: 16/3/2014 11:55
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La Velvia 50 ha 10 stop di latitudine di posa.

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Grazie Fer, interessante test!
Speriamo di non dover far scorta, non mi piace l'idea ed ho già il frigo pieno . Oramai rimangono solo tre tipologie di diapositive della Fuji, spero che almeno queste non le tocchino...

Inviato: 24/1/2014 11:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ektar 100 contro Portra 400 (contro Velvia 50)

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Grazie per le interessantissime prove Fer (come sempre del resto ,
Colgo l'occasione per augurare un Buon 2014 a tutti!!

Inviato: 2/1/2014 14:10
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fuji FP100c: negativi

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Ciao Andrea, come te anch'io ultimamente mi sto divertendo con le istantanee Fuji, il mio consiglio è di usare proprio la candeggina gel, reperibile in qualsiasi supermercato.
Ho risolto il problema del distaccamento dell'emulsione evitando il lavaggio in acqua calda, ed effettuando un risciacquo della matrice abbastanza veloce.
Per quanto riguarda la "fedeltà cromatica" non ho trovato ancora un metodo valido di scansione, solo un paziente e noioso lavoro di post produzione mi permette di avvicinarmi (con scarsi risultati) al positivo, tant'è che a volte preferisco tramutarlo in un B&W (con discreti risultati

Inviato: 12/6/2013 21:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Flebile speranza su nuovi scanner Epson?

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Magari!!!
Abbandonata l'idea di trovare un coolscan 9000 a prezzi ragionevoli, continuo ad utilizzare un V750 (con discreta soddisfazione), ma non mi dispiacerebbe un nuovo epson!!

Inviato: 9/5/2013 12:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sviluppo in proprio dei negativi colore. Trattamento C-41

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
"la via della stampa colore tradizionale" detta cosi' mi alletta ancor di piu' (suona molto zen)
Luciano, a dir la verita' e' dall'estate scorsa che ci penso, se riuscissi a trovare un po' piu' di tempo...

Andrea

Inviato: 23/4/2012 0:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sviluppo in proprio dei negativi colore. Trattamento C-41

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
grazie!!

Inviato: 22/4/2012 23:31
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sviluppo in proprio dei negativi colore. Trattamento C-41

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Hai ragione orso "pH" , purtroppo di chimica ci capisco poco, pero' l'acqua che ottengo dall'impianto a osmosi inversa esce con pH 5 (misurato non letto). Per un attimo ho pensato che uno dei chimici del kit C-41 potesse aver bisogno di un ambiente alcalino (passami il termine, intendo un pH superiore a 7) per poter lavorare bene...
L'importante e' sapere che le variazioni di pH non incideranno sui negativi

andrea

Inviato: 22/4/2012 22:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sviluppo in proprio dei negativi colore. Trattamento C-41

Iscritto il:
20/8/2008 18:11
Da Roma
Messaggi: 118
Offline
Bene per l'acqua demineralizzata allora (credevo che il PH super acido potesse influire negativamente).
Comunque una prova con agitazione per 10/15 secondi ogniminuto voglio farla, cosi' da essere certo di non avere differenze nella grana.
Anch'io sviluppo a 30 gradi, con uno scarto di + o - mezzo grado, anche se devo dire che per un rullo sono andato sotto di quasi due gradi per tre o quattro minuti circa e il negativo sembra non aver subito danni.
Ah dimenticavo, uso anche l'indicet diluito 1+19 per 20 secondi subito dopo lo sviluppo (come da istruzioni nel libretto della tetenal), seguito con un risciacquo con acqua prima di passare allo sbianca.
Fer, se ne hai voglia e tempo prova anche tu la rotazione continua (ma molto lenta/dolce), a me sembra di aver ottenuto ottimi risultati.
Mi piacerebbe poter provare anche la stampa analogica ma tempo e spazi per ora non lo permettono, mi accontento della scansione.

P.S.: Diro' anche un'eresia, ma da quando ho scoperto il software epson scan, che ho usato per le ultime scansioni, ho messo da parte silverfast. Con i profili dei negativi di quest'ultimo non mi ci sono mai trovato bene. Con Epsonscan non aggiungo alcuna correzione ed ottengo finalmente un incarnato perfetto.


Inviato: 22/4/2012 17:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 ... 6 »




Partners





Mercatino
Utenti Online
86 utente(i) online
(85 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 86
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy