Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





orbital

Iscritto il:
18/10/2007 15:59
Da Torino
Messaggi: 765
Offline
come titolo suggerisce, ho acquistato una Paterson Orbital (per ora a rotazione manuale, poi, se lo trovo a costo ragionevole, aggiungerò il rotore) per sviluppare lastre 8*10, devo dire che fa molto bene il suo dovere, ho solo aggiunto, dopo averne letto qualcosa, degli spessori sul fondo per tenere sollevata la lastra e far scorrere i liquidi al meglio. poca spesa,ottima resa.

Inviato: 31/10/2018 11:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: orbital

Iscritto il:
18/10/2007 15:59
Da Torino
Messaggi: 765
Offline
aggiornamento: ho sviluppato una lastra 8*10 ilford hp5, sviluppo perfettamente omogeneo e fissaggio perfetto. consigliabile.

Inviato: 7/11/2018 19:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: orbital
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1008
Offline
Ciao Alfonso,
grazie per il report, mi era sfuggita l'esistenza di questo sistema.
Ha un setup molto semplice rispetto alle CPE/CPP, conservando il principale beneficio dello sviluppo rotativo (poco volume di chimici).
Per il BN, che non necessita di un controllo della temperatura precisissimo e quando si hanno poche lastre da sviluppare, direi che è una valida alternativa al Jobo.

Già aggiunto alla lista dei desideri

A presto.

Fabio



Inviato: 9/11/2018 10:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: orbital

Iscritto il:
18/10/2007 15:59
Da Torino
Messaggi: 765
Offline
aggiornamento: ho acquistato la seconda Paterson Orbital, questa volta con base motorizzata che permette di procedere senza dover farla "orbitare" manualmente; piccoli aggiustamenti necessari se non indispensabili: applicare sul fondo degli spessori (come scritto precedentemente), alcuni usano gocce di colla epossidica altri, come me, piccole semisfere di plastica/gomma che servono ad ammortizzare la chiusura delle antine, e poi tagliare le due "pinne" interne che possono provocare la comparsa di linee dovute a sviluppo non uniforme.

Inviato: 10/4 20:08
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
30 utente(i) online
(28 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 30
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy