Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

   Tutti i post (serghei)


(1) 2 3 4 »


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Sì le precauzioni vanno prese,io uso guanti e mascherina. Se l'agente rivelatore fosse Ricina allora qualche preoccupazione in più l'avrei.

Inviato: 29/5/2019 17:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Grazie della segnalazione. Quando ti metterai all'opera se hai bisogno di qualche suggerimento, tipo diluizioni e tempi di sviluppo rispetto a determinate pellicole ( più che altro formati 135 e 120) che ho testato nel corso degli anni fammi sapere. Ciao

Inviato: 27/5/2019 15:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Fabio, una volta c'era il sito Pyrocat HD.com dove era pubblicata la formula e le sue varianti. Stranamente non è più accessibile. Io però al tempo avevo stampato il tutto. Con il Glycole a 48° dubito che tu riesca a sciogliere facilmente i prodotti, infatti si parla di scaldarlo a 150 gradi Fahrenheit che corrispondono ai nostri 65° Celsius. A volte mi è successo che durante l'agitazione la temperatura scendesse a 50° e ho dovuto riporre il becker a bagnomaria per riportarla a 65° perché faticavano a sciogliersi. Hai ragione, osservando bene la foto della tua pirocatechina noto che ci sono delle scaglie un po' troppo spesse, ti conviene usare quelle più sottili e in ogni caso mi sembra giusto, come dici tu, testare la soluzione che hai già preparato.

Inviato: 27/5/2019 12:54

Modificato da serghei su 27/5/2019 13:24:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Fabio, io agisco con questa sequenza:
1 Glycole 65°/70° 150 cc
2 Sodio Metabisolfito
( sciogliere in 10 cc.acqua distillata
a 50°) 2 gr.
Pirocatechina 10 gr.
Fenidone 0,4 gr
Potassio Bromuro 0,2 gr
( ci impiega un po' a sciogliersi)
Glycole per fare 200 cc

So che il sodio metabisolfito agisce da conservante della pirocatechina e potrebbe essere che non mettendolo PRIMA questa inizi ad ossidarsi.Ad esempio quanto si prepara un bagno di sviluppo tipo D.76 se non si aggiunge un poco di sodio solfito alla soluzione prima di aggiungere il metolo, questo si decompone rapidamente durante la preparazione dando alla soluzione una colorazione giallastra e il tutto va a ramengo. Per sgomberare il campo da questo dubbio o altri ti suggerisco di provare a fare una soluzione di soli 100cc di pyrocat HD dimezzando i quantitativi sopra indicati però in acqua distillata a 45° ( come tu saprai i chimici si sciolgono più rapidamente rispetto al glycole, quindi una operazione di alcuni minuti )e seguendo la mia procedura. Qualora non apparisse quella strana colorazione rossastra significherebbe che è la procedura giusta da seguire, ovviamente anche con il glycole. Naturalmente questo secondo "brodo" lo puoi utilizzare tranquillamente. Buon lavoro.

Inviato: 27/5/2019 1:32

Modificato da serghei su 27/5/2019 1:51:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Mah, guardando il prodotto grezzo il colore è nella norma, così pure il colore della prima soluzione . Però il colore rossastro della seconda soluzione io non l'ho mai avuto. Però adesso ho guardato l'etichetta dell'ultimo acquisto di qualche anno fa presso Labotech2000 e leggo che va utilizzata entro 5 anni dall'apertura del contenitore. Che la tua fosse molto datata? Vorrei però aggiungere che in passato ho utilizzato pirocatechina vecchia di un decennio e oltre senza problemi. Qualcosa è andato storto nella preparazione?

Inviato: 26/5/2019 22:07

Modificato da serghei su 26/5/2019 22:22:44
Modificato da serghei su 26/5/2019 22:23:51
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Ciao Fabio, un tempo quando era facilmente disponibile acquistavo l'ammonio tiosolfato in soluzione 60% ( Ornano), a tutt'oggi acquisto la tanica da 5 litri di Rollei RXN che è un fissaggio a base di tiosolfato di ammonio, quindi basico e funziona benissimo. La procedura che hai descritto è corretta, ti ricordo che il glicole va portato a temperatura a bagnomaria ( io preferisco portarlo a 70°)e utilizzando l'agitatore magnetico temperature e sequenza di miscelazione restano le medesime. Penso che le garze così come imposti tu gli strati possano andare bene. Ciao

PS: se il tuo potassio carbonato è granulare è più difficile da sciogliere ed è meglio portare la temperatura dell'acqua a 50° e versarlo poco per volta, se è quello in polvere va bene l'acqua a temperatura ambiente in quanto da una reazione più esotermica. E poi un'ultima cosa, forse è una stupidata ma...se devi sciogliere piccoli quantitativi di prodotto ( bromuro e sodio metabilsofito in poca acqua)vedi di procurarti un perno magnetico e ovviamente un becker più piccoli.Ciao

Inviato: 23/5/2019 22:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Fabio il pyrocat Hd anch'io me lo faccio in proprio da anni con il glicole propilenico ( dura più a lungo), però in tal caso per sciogliere bene i chimici è necessario avere a disposizione un agitatore magnetico altrimenti a mano diventa impossibile scioglierli ( il glicole è denso) C'è tutta una procedura che tu conoscerai. In ogni caso sia la soluzione A che la B ( specialmente quest'ultima) le filtro con carta da filtro perché se rimangono delle scorie rischi di avere delle sorprese. Buon lavoro.

Inviato: 23/5/2019 20:37
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Chimici di base per Camera Oscura

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Io mi servo da Labotech2000 e su alcuni prodotti i prezzi sono buoni. Puoi vedere anche qui in Polonia: http://keten.online/ vai su Prodotti e apri la finestra dei chimici dalla A alla Z. Prezzi molto convenienti.

Inviato: 23/5/2019 19:57
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: dove acquistare fogli mylar e liquidi?

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline

Inviato: 4/12/2018 19:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Stampa chimica vs stampa inkjet

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Al momento le mie stampe Cibachrome sono appese dal 1989 e non hanno subito la minima variazione di colore.

Inviato: 10/6/2018 2:19
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: 6x6

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
La mia prima 6X6 fu una Pentacon Six, ottiche molto buone ma pesa e ha problemi con il trascinamento della pellicola, un difetto abbastanza comune con questa fotocamera. Poi ci fu la Bessa II con Color Heliar ( azzurrato )che ho trovata più adatta al B/N che il colore ( poco contrasto) e per quanto riguarda il mirino diciamo che si fatica un poco a inquadrare e mettere a fuoco con il telemetro. Rolleiflex F (6 lenti ), in buone condizioni costa un botto ma per me li vale. Non posseggo più nulla di tutto questo e mi accontento di una Hasselblad e di una Fujica BL ( 6X9) con 50 mm. Comunque se non vuoi spendere uno sproposito la Rolleicord Vb penso sia un'ottima scelta.

Inviato: 18/12/2017 22:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Obiettivo per Leicaflex SL?

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
In passato ho avuto il 180 3.4, splendido obiettivo che mi ha molto soddisfatto sia negli scorci di paesaggio su lunghe distanze sia nei ritratti a mezzo busto. L'ho poi scambiato con una Rolleiflex F 3,5. Nel range 28-85 posseggo il 35 2 made in Canada e anche questo obiettivo non smentisce minimamente tutto ciò che di positivo e stato detto su di lui.

Inviato: 19/10/2017 20:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Shanghai GP3 Film Special Run ULF

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Se consigliano un fissaggio induritore probabilmente è delicatina. Confidiamo in Stefano per i test. FranzX, la tua "sapienza argentica" apre squarci di luce nelle CO.

Inviato: 24/3/2017 17:25
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Shanghai GP3 Film Special Run ULF

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Si "percepiscono" 2 formule di sviluppo ( almeno la prima,credo)ma essendo tutto scritto in mandarino chi ci capisce qualcosa? E poi visto che spediscono all'estero... un foglio ciclostilato con le informazioni in inglese cosa ci vuole a produrlo? Mah!

Inviato: 24/3/2017 17:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Shanghai GP3 Film Special Run ULF

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Ma è da alcuni anni che Shanghai produce pellicole 120 e adesso pellicole piane. Se vai su Ebay le trovi.


Inviato: 23/3/2017 12:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: consiglio per ingranditore a luce diffusa

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Il Durst 670 Color ha un sistema a luce diffusa, puoi vedere se riesci a trovarne uno accessoriato con la scatola di diffusione Vegabox 35 per il 24X36.

Inviato: 18/2/2017 2:31
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Particolare di una cappella

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Nella prima la luce è molto bella ma la porzione di sentiero in ombra la trovo un poco ingombrante: ne avrei "segato" un pezzetto.
La terza in B/N mi piace molto nonostante le alte luci un pò pelate.

Inviato: 24/12/2016 3:36
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tecnologia nuova, stile vecchio.

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Citazione:

PinoKent ha scritto:
Mi si dirà che basta usare una pellicola nel formato 24x36 con uno sviluppo tosto come il vecchio Rodinal (nella sua nuova veste), risponderei che lo so bene ma senza avere un armadio a filtri per l'asciugatura non la reggo più la spuntinatura di decine di puntini bianchi e pelucchi magari su zone dove il restauro è più difficile che sul Cimabue dell'alluvione di Firenze.



Pino ma che camera oscura polverosa hai? Dilla tutta: con il passare degli anni ti sei "accomodato sul digitale" e non te la senti più di "pucciare" le dita nei gloriosi bagni argentici.

Inviato: 25/11/2016 14:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Alcuni scatti

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Mi limito a commentare la seconda foto: a me piace perché rappresenta perfettamente l'atmosfera di una giornata uggiosa e in questo la luce la trovo ben distribuita osservando il porticato e l'edificio esterno più chiaro. Ecco, se sulla strada o sotto il porticato ci fosse stata una presenza umana "funzionale" al contesto( ovviamente ci si affida al caso e ai gusti personali ) la foto per me avrebbe acquisito qualcosa in più.

Inviato: 23/11/2016 15:16
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Scansionando una Kodacrome 40 anni dopo....

Iscritto il:
24/9/2009 0:53
Messaggi: 76
Offline
Citazione:

PinoKent ha scritto:
Ottimo! Anche perchè non è facile scansionare i Kodachrome. Grande nostalgia di quella pellicola!




Pino, io qualche mese fa stava dando un'occhiata a delle mie Kodachrome di circa 35 anni fa ( tra l'altro mi sembrano perfettamente conservate) e stavo pensando di rivolgermi ad un laboratorio per farmene scansionare qualcuna e stamparla. Perché dici che è difficile scansionarle?

Inviato: 9/11/2016 20:03
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 »




Partners








Mercatino
Utenti Online
30 utente(i) online
(27 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 30
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy