Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





Approccio per progetto specifico

Iscritto il:
14/2/2012 10:52
Messaggi: 299
Offline
Ho intenzione di iniziare un lavoro sulle zone rurali vicino a dove vivo. Si tratta di una zona prevalentemente montuosa e collinare e non escluso di dover accedere a posti scomodi come zone di pascolo e terreni agricoli.

Tutto quello che ho fatto fino ad ora l'ho fatto con una Hasselblad 503cx, cavalletto ed esposimetro esterno. Ero alla ricerca di un "fotografare con lentezza".

Ora, per forza di cose, utilizzare una Hasselblad in scenari del genere credo sia una limitazione.

Vi chiedo di darmi qualche dritta su come procedere per approcciare tale situazione.

Sono disponibile anche a pensare ad un differente formato.

Grazie.

Inviato: 21/12 18:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Approccio per progetto specifico

Iscritto il:
3/4/2009 12:52
Da Eboli
Messaggi: 749
Offline
Mi sembra molto interessante l'idea di "fotografare con lentezza". Permette di fermarsi anche a riflettere su quello che si vuole fotografare ed apprezzarne maggiormente la bellezza e l'unicità.

Trattandosi dei tuoi luoghi penso tu possa magari fare qualche sopralluogo per valutare quale attrezzatura ti serva effettivamente per evitare di portare troppo peso.
Vedi prima cosa vuoi fotografare e poi decidi cosa ti serve.

Una curiosità, ma una volta fatte le foto che tipo di workflow intendi seguire: completamente analogico o ibrido?

Buon lavoro
Gianluigi

Inviato: 22/12 19:35
Gianluigi
https://www.photo.net/gianluigi_albanese
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Approccio per progetto specifico

Iscritto il:
14/2/2012 10:52
Messaggi: 299
Offline
Pensandoci bene e facendo un piccolo sforzo potrei tranquillamente utilizzare l'Hasselblad: non e' ne' il peso ne' l'ingombro che mi preoccupano.

I posti in cui andrei a fotografare li conoscono benissimo perche' sono quelli di "casa", dove ho sempre vissuto e conosco anche il carattere delle persone alle quali dovermi approcciare. Volendo essere piu' specifici, la terra di cui parlo e' il Cilento.

Tutto il lavoro lo voglio fare solo con la pellicola. Quindi la parte di ripresa in analogico e successivamente mi vedo costretto ad utilizzare uno scanner per pellicole.

La sfida principale sara' sostenere lo stesso passo dei taglialegna e dei pastori che, in queste zone, si avventurano per sentieri di montagna e non di collina.

Vedremo.

Inviato: 23/12 9:39
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Approccio per progetto specifico
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 6077
Offline
Se io fossi al tuo posto, oggi come oggi, metterei leggerezza e semplicità operativa al primo posto.
E quindi una mirrorless con due o tre obiettivi fissi di moderata luminosità (per risparmiare in soldi, peso ed ingombri mantenendo una qualità eccellente).
Per esempio, sto utilizzando con molta soddisfazione la A7 III con 85/1,8 e 50/1,8. Esistono della stessa serie il 35/1,8 (che comprerò a breve) oppure il 28 o il 24 se servono vedute più ampie. Qualità eccellente in meno di 2 kg tutto compreso. Se necessario si può abbinare un treppiede leggero ( tanto non serve chissà che per quel genere di apparecchio), due polarizzatori e magari un digradante e festa finita.
E nessuno ti impedisce di fotografare con lentezza, prendendoti tutto il tempo che vuoi.
Ma queste chiaramente sono scelte personali, collegate alle mie necessità di leggerezza/agilità operativa. Qualcun altro potrebbe benissimo risponderti che per quel progetto vedrebbe bene una folding 12x14”

Inviato: 23/12 9:52
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Approccio per progetto specifico

Iscritto il:
3/4/2009 12:52
Da Eboli
Messaggi: 749
Offline
Il cilento è bello e lo consco bene sono di Eboli che è a pochi chilometri.

Da quabdo sono passato al digitale apprezzo molto la sua praticità e la sua agilità, ma la pellicola conserva sempre per me un grande fasciono.

Per quanto riguarda invece il workflow, dopo diversi anni di tecnica mista, sono arrivato alla conclusione che non la pellicola si deve fare tutto in analogico altrimenti ci sono troppi passaggi. Se si fa tutto in analogico si ottengono ottimi risultati altrimenti conviene partire dal digitale.

Gianluigi

Inviato: 23/12 11:53
Gianluigi
https://www.photo.net/gianluigi_albanese
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Approccio per progetto specifico

Iscritto il:
14/2/2012 10:52
Messaggi: 299
Offline
Grazie a tutti per i consigli.

Inviato: 23/12 12:04
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Mercatino
Al momento non ci sono annunci.
Utenti Online
22 utente(i) online
(20 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 22
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy