Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3)


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3193
Offline
Condivido al 100% tutto quello che scrive Samuel. Applausi, applausi.

In un altro forum che lascero' ovviamente innominato c'e' un personaggio saccente e molto arrogante che dice pero' cose che mi fanno pensare. Parla di argomenti di cui so poco o nulla ma per i quali ho grande interesse. Puo' darsi che sia quel genere di persona alquanto antipatica che pero' obtorto collo vale la pena di ascoltare, oppure un signor nessuno che ha raccimolato del nozionismo di maniera che vende bene al popolo bue (come il sottoscritto). Oppure una qualche via di mezzo.

Datemi un'oretta a quattr'occhi con il tizio, due domande sul suo curriculum e la sua carriera ed esperienze di vita, una lettura del suo body language anche se si parlasse del tempo, e all'80% capiro' dove posizionarlo. Ma un forum non mi da questo opportunita', per cui non so che lezioni devo trarre dai suoi interventi (Mi sta fornendo una traccia interessante? Mi sta vendendo la polverina magica? Boh...) e comunque non ho la piu' pallida idea di come raffrontarmi con costui, se mai volessi intervenire in uno dei suoi thread. Si e' semplicemente pero' creata (1) la corte degli adoranti, (2) una maggioranza che se ne sta alla larga dal tizio, e (3) qualche recente arrivato al forum che non sapendo la fama di costui reagisce alle sue maleducate risposte insultandolo. Tutto secondo i canoni del forum classico, insomma.

Se vogliamo creare uno spazio dove trattare argomenti complessi culturalmente - dove si corre perennemente il rischio che una critica severa venga percepita come affronto ingiustificato alla propria intelligenza, e/o mancanza di rispetto per i propri travagli esistenziali, e quindi emotivamente metabolizzata e personalizzata - bisogna creare un ecosistema con delle strutture dove non venga dato spazio alcuno a situazioni come quella del nostro antipaticone sopra. E la risposta non puo' essere tecnologica, ha perfettamente ragione FranzX.

Sto preparando due note propositive sul tema, per rispondere a Fer, Marco/Fondatore, Luciano, Marco/Pamar5 e altri, ma voglio prendermi il mio tempo. Sarebbe comunque aggiuntiva al forum attuale, non certo sostitutiva!!!!!

Inviato: 21/10/2008 13:30
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4561
Offline
La questione è interessante, non semplice. Sia Marco/Mxa che Marco/Samuel hanno sollevato ed evidenziato aspetti e problematiche da prendere in seria considerazione.

Marco

Inviato: 21/10/2008 13:46
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Utente non più registrato
Condivido anch'io a pieno i post di Marco/Samuel e Marco/Mxa....una cosa che aggiungerei è anche una smania "rispondereccia" imperante in tutti i forum, noto che gli anziani (intesi in termine di partecipazione non anagrafici) hanno questa sorta di piacere nel postare ad ogni topic aperto...,nulla di male in se visto comunque il desiderio di dare un proprio contributo...questo fare è compatibile con le argomentazioni a carattere tecnico (al più si fanno dei complimeti generici o si appoggia un pensiero o una propria esperienza anche se marginale) ma quando si affrontano argomentazioni di critica o in genere complessi culturalmente finisce spesso che certi interventi "automatici e di riflesso" mandino un pò in crisi il senso delle cose....con un ex fotoavventuriero riconosciuto da tutti, anche a livello internazionale, come un esperto nella lettura di fotografie (di cui anche articoli pubblicati in questo forum) notavamo come spesso i tempi di risposta ad argomenti complessi erano commisurabili in pochi minuti (e non solo su questo forum) e questo era chiaro segno di come in molti afforntassero ed affrontino in modo panzometrico e superficiali argomenti che magari richiederebbero un qualche minuto di riflessione in più....inevitabile poi il ridurre argomenti complessi a chiacchiere da "bar sport"....

....prendessimi quindi in seria considerazione anche questi aspetti e problematiche...

Inviato: 21/10/2008 14:51
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1032
Offline
Ciao cari,
intanto ringrazio Marco e Roberto per averci raccontato la simpatica genesi di FA, oltre che per il sostegno che danno all’iniziativa da ormai così tanti anni.

Il problema sollevato da Mxa, presente su tutti i forum, è particolarmente dannoso su questo dove c’è un forte potenziale intellettivo, spesso frustrato proprio dai limiti imposti dal mezzo.
L’accesso pubblico, la fretta con cui spesso scriviamo e leggiamo i post, la tendenza alla stringatezza, il malinteso, aumentano a tal punto il rumore di fondo che spesso non si è più in grado di seguire il filo di certe discussioni/riflessioni che altrimenti sarebbero di assoluto pregio.
Quando si tratta di questioni tecniche, oggettive, provabili, il problema è meno sentito perchè alla fine in qualche modo si riesce a trovare il bandolo della matassa, ma quando ci sono di mezzo le questioni filosofiche …

Se siamo tutti d’accordo nel riconoscere ad alcune discussioni un potenziale culturale maggiore rispetto ad altre più “ordinarie”, potremmo dare alle prime un nome (supponiamo “Gold Topic”) e gestirle in modo speciale; faccio un’ipotesi:

1) Chi vuole proporre l’argomento “tosto”, scrive il suo pensiero in forma più vicina a quella dell’articolo che a quella del post, rispondendo a requisiti di chiarezza e completezza che andremo a definire.

2) L’articolo, previa verifica ed approvazione dei Fondatori e/o loro preposti, viene classificato e pubblicato in una apposita sezione (una via di mezzo tra quello che avviene oggi per gli articoli e per gli annunci di vendita).

3) Chiunque voglia offrire il proprio contributo sull'argomento, puà farlo scrivendo a sua volta, con calma e con la necessaria cura, un articolo di risposta che segue lo stesso iter di approvazione e pubblicazione.

In questo modo, oltre ad azzerare la possibilità  di “inquinamento” dell’argomento originale, contribuiremmo anche alla creazione di un archivio di argomenti pregiati più facilmente indicizzabile e consultabile.

Il forum continuerà  a vivere come oggi con la sua snellezza di comunicazione, i suoi pro ed i suoi contro, mentre i fotoavventurieri che avranno tempo, voglia e capacità  potranno ambire alla prestigiosa pubblicazione di un “Gold Topic”, con annessi ricchi premi e cotillons … vero Marco/Roberto?

Riguardo la donazione ipotizzata da Marco, benvenga, sarà lieto di destinare a FA almeno quello che prima spendevo per le scialbe riviste di fotografia proposte in edicola.

A presto.

Fabio

Inviato: 21/10/2008 17:41
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Utente non più registrato
Bello sarebbe quello che tu scrivi Fabio...ma lo vedo come un carico di lavoro enorme per chi deve valutare e controllare, e poi con che criterio e con che qualifiche segliere dei controllori in un forum che è sempre stato libertario come questo.
Tra il resto tempo c'era Floriano che scriveva in incontri con l'autore e proponeva discussioni che troppo spesso rimanevano muti....

La logica secondo me dovrebbe rimanere quella dell'agorà , prendere atto che certe cose possono trovare il tempo che trovano....piuttosto sarebbe bello degli incontri più frequenti o dei workshop gratuiti per i fotoavventurieri e poi rendere partecipi anche gli altri...oppure delle specie di confronti/seminari a tema organizzati e moderati in modo che direttamente non sia possibile accedere ed eventualmente lasciare spazio nel forum per delle normali "gemmazioni" che ne possono scaturire...

boh?!?! erano i miei 2 cents quotidiani

Inviato: 21/10/2008 18:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...

Iscritto il:
8/10/2006 17:44
Da Torino
Messaggi: 1461
Offline
Segnalo, seguendo anche il pensiero di Lucifero, un iniziativa raccontata nelle pagine di Cultframe e di SpeccioIncerto - specchioincerto.wordpress.com -, di un incontro tra alcune persone che si occupano di fotografia. Al di la di chi sono queste persone, mi sembra interessante il fatto che si senta la necessità  di andare oltre alcune situazioni tipiche per approdare a incontri dove la full immersion e il faccia a faccia e la presenza fisica dei materiali, producono un esperienza specifica e spesso nuova. Personalmente ho provato, su diverse tematiche, a passare due giorni pieni con altre 10 persone ad affrontare un argomento, con modalità  diverse, dalla presentazione di una propria idea, al confronto libero, al lavoro di piccolo gruppo, alla formulazione di un nuovo schema d riferimento utile per un certo lavoro, ecc. L'esperienza raccontata in SpecchioIncerto mi sembra che raccolga anche una buona parte dei discorsi e più in generale delle aspettative che si stanno leggendo in questo forum.
Si dovrebbe assumere, oltre alle proposte già  indicate, anche quella di costruire incontri ad hoc, per piccoli gruppi non superiore alla dozzina di persone, che affrontano uno specifico tema. Non é necessario sempre esserci tutti, per quello ci sono gli incontri generali. E' necessario dare un senso più significativo allo scambio. Senza nulla togliere a ciò che già  abbiamo, questo FA, e a ciò che avremo, il futuribile.
bs
marco

Inviato: 21/10/2008 22:29
La fotografia non si domina: corre da sola e l'uomo la segue in ritardo e mai come oggi.
A. Gilardi

www.mbphoto.it
www.flickr.com/photos/marcofluens

..................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 5966
Offline
Citazione:

Lucifero ha scritto:
....con un ex fotoavventuriero riconosciuto da tutti, anche a livello internazionale, come un esperto nella lettura di fotografie (di cui anche articoli pubblicati in questo forum) notavamo come spesso i tempi di risposta ad argomenti complessi erano commisurabili in pochi minuti (e non solo su questo forum) e questo era chiaro segno di come in molti afforntassero ed affrontino in modo panzometrico e superficiali argomenti che magari richiederebbero un qualche minuto di riflessione in più....inevitabile poi il ridurre argomenti complessi a chiacchiere da "bar sport"....




Vero, verissimo. Riconosco tranquillamente di avere questo difetto. Cercherà di correggermi per il futuro.


Inviato: 22/10/2008 9:09
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3193
Offline
(Ecco la proposta che mi ero impegnato a mettere per iscritto qualche giorno fa.)

Consideriamo i thread attivi del forum di ieri 24-10 riportati qui sotto, abbastanza tipici di una giornata tipica del forum, direi:

Digitali e zoom medio-lunghi di moderata luminosità 
Consigli noiosissimi... abbiate pazienza!
Prima foto con la Yashica G124
Quale loupe
Generali eliminare riflessi su vetro...
Nuova Shen-Hao 4x5
Nuovi plotter Epson
Vetro antinewton.... dove?
Nuova 5D fantascienza o rivoluzione totale?
Technika wide angle
Dubbio di impostazione colore in Photoshop
Scansione e Acquisizione scanner per fare provini a contatto
Prima pagina Fotoavventure dimezzata...?
Siti di fotografi
Shit - Andreas Serrano
w telecom, w mao, w brunetta
Stampe Epson ...incarnati verdi?
SUPERENALOTTO
Uso esposimetro
View finder?

La domanda e' come possiamo affiancare al forum attuale - con le dovute modifiche e miglioramenti che molti hanno proposto - una sezione dove si possa avere una interazione diversa per poter trattare argomenti che esulano da quelli di tecniche, tecnologia, equipaggiamento, consigli pratici, quesiti legali e sulla professione.

Dato che credo fermamente che il diavolo sia nei dettagli non trovo sia sufficiente enunciare qualche filosofia di principio sul come poterlo fare, ma penso sia necessario declinare una proposta volutamente operativa. Offro il mio contributo, premettendo che altri prima di me qui nel forum hanno segnato un possibile percorso, quindi non c'e' molto di nuovo. Anticipo subito che sono un po' scettico sull'accettabilita' della proposta perche' infrange dei tabu' abbastanza consolidati. Dal mio punto di vista il problema maggiore e' la falsa proposizione del concetto di comunita' virtuale "democratica-e-quindi-la-piu'-ricca-di-contenuti" che il populismo informatico ci ha propinato e che in modo un po' troppo acritico e' stata accettata dal globo. La proposta va in direzione contraria, quindi offre il fianco alle solite reazione tipo "dagli all'untore". Mi piacerebbe molto sbagliarmi, ed infatti lo desidero proprio

Eccoci qua. E' solamente un semilavorato che conta sul contributo di tutti gli interessati, pero' penso renda a grandi linee l'idea che ho in mente.

0. Riconosciamo la sacrosanta legittimita' di utenti di fotoavventure che passano e vanno via, oppure di altri che hanno una curiosita' passeggera e/o superficiale per l'argomento fotografia, insieme ad altri che sono fortemente motivati ad un impegno di lungo periodo con un forte interesse per argomenti non di tecnica e/o di equipaggiamento e sono disposti ad investirci tempo e qualche (pochissimo) denaro. Si crea una sezione del forum all'interno di questo ma separata per coloro che hanno questo interesse.

1. La sezione del forum e' privata e chiusa, e quindi non raggiungibile dagli spider. Questo permette di bypassare problemi di copyright. Si puo' quindi discutere tutti insieme con davanti la foto di un fotografo celebre scansionata da un libro, discutere con davanti qualche pagina di testo di un libro, etc etc.

2. Gli argomenti si limitano all'estetica, storia della fotografia, composizione, teoria del colore, arte figurativa, etc etc. Ci siamo capiti, insomma. Tecniche, tecnologie, equipaggiamento digitale e analogico, quesiti pratici relativi alla professione o legali/fiscali, insomma tutto il resto rimane nella sezione pubblica. Recensioni/segnalazioni di libri e/o mostre sono pubbliche.

3. I membri di questa sezione si riuniscono due volte all'anno. Chi non partecipa per due volte consecutive esce dalla sezione finche' non si ripresenta ad un incontro successivo. Questo perche' la conoscenza di persona cambia radicalmente - come quelli che sono andati ad Artimino sanno benissimo - la interazione quando ognuno torna a casa sua: si leggono i post con piu' attenzione, ci sono meno opportunita' per grossolane incompresioni, si capisce meglio quando e' scherzo e quando e' no, si possono insomma discutere di temi piu' complessi. Questo e' anche una specie di obolo da pagare per dimostrare nella vita reale il proprio impegno.

4. Si costruisce una wikipedia dedicata a fotografi piu' o meno famosi, a specifici argomenti (esempio: scuola di Duesseldorf, New Topographics, etc) che viene mantenuta su una base volontaria dalla comunita' dei partecipanti alla sezione privata. L'essere privata, di nuovo, e' per gestire i problemi di copyright ma anche perche' non credo che se fosse pubblica funzionerebbe.

5. Il numero di post possibili per partecipante alla sezione all'anno e' 365. Vuol dire poter dare un contributo meditato e interessante al giorno (in media): mi sembra una bella sfida.

6. Si vuole mantenere la asincronicita' del forum classico, che permette a differenza di un telefono di dialogare in tempi diversi. Utile sarebbe considerare anche una modalita' solo audio (video aggiunge poco e richiede ai partecipanti di avere una buona DSL), cosi' come il meccanismo di conferenza su tema specifico (anche audio, se i partecipanti sono pochi) con un sistema di archiviazione in modo da poter recuperare la conferenza nel futuro. Li vedo problematici se non sono facilissimi, comodissimi, economicissimi, ma da qualche parte bisogna cominciare, magari con un sotto gruppo e certamente non come prima cosa

7. Lascio volutamente aperto il tema complesso di *chi* partecipa, di come la si modera, e dei meccanismi con cui ci si libera del partecipante sgradito (e poi, sgradito ... da chi?). Faccio questo perche' prima bisogna che venga accettato il concetto di una sezione chiusa, poi si puo' parlare del resto. Premetto pero' che sarei contrario ad una sezione chiusa dove basta iscriversi per entrarci. I motivi mi sembrano ovvi.

8. Altre proposte o idee assolutamente benvenute, e necessarie, ci sono ancora un po' di cose da chiarire.

E' forse superfluo dire che questo e' un esperimento socio-informatico e quindi - come tutti gli esperimenti - ha abbondanti opportunita' per fallire

Se ci sono interessati che battano un colpo, io il sassolino nello stagno l'ho buttato.

Inviato: 25/10/2008 10:41
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Utente non più registrato
potenzialmente interessante...unici dubbi e/o perplessità :

in passato in incontri con l'autore c'è stato chi ha dedicato del tempo e non solo in quella sezione ma anche nel forum proponendo spesso "temoni" e o autori da commentare....alla fine a rispondere e partecipare erano in pochini e qualche proposta è "filata" liscia...per fare quello che tu dici ci vorrebbe un gruppetto che a mio avviso non c'è o se c'è latita....

i due incontri all'anno....ma se ci hanno messo 1 anno ad organizzare 1 incontro dove molte persone non hanno potuto (me compreso) per problemi di lavoro o logistici....tra il resto poi io sento ed incontro anche parecchi avventurieri con con cui già  si parla e si discute amabilmente...e quindi perchè complicarsi ulteriormente la vita?

sul fatto di dividere tra parte tecnica e parte accademica è concettualmente corretto ma alla fine sarebbe secondo me un ulteriore sforzo di tempo richiesto ai web....e poi fatte le divisioni delle divisioni a che serve?

ma non sarebbe invece più semplice e banale avere per moderatore un induscusso "esperto" in materia con pieni poteri di togliere gli interventi da bar sport?....prendiamo ad esempio il topic su Serrano, secondo sarebbe un argomento ben trattato lasciando 5/6 interventi che magari "stimolerebbero" altri interventi interessanti e meno da caserma....
Ovvio che il moderatore deve essere personaggio di assoluto e riconosciuto valore ...direi un certificato ad hoc magari da ingaggiare anche extra forum....io ad esempio avrei visto bene una figura vicina all'ex Candidus...


banalmente vedo che in "Estetica e storia della fotografia" i moderatori sono:
Desert, Fer, Galeno, Hologon, Marco, pamar5, phstef, Xerces
ora cercate di capirmi e di non vedere polemica laddove non c'è...ringraziando il lavoro di queste persone che dedicano parte del loro tempo a far si che il forum viaggi bene e non ci siano polemiche io in queste persone ho difficoltà  a vedere UNA persona che abbia una riconoscibilità  professionale e personale tale da farmelo riconoscere come un riferimento in "estetica e storia della fotografia"....per contro ci sono un Fer assoluta ed indiscutibile personalità  in tecnica o un phstef assoluta personalità  in CO o un Desert assoluta personalità  nelle locations americane....

IMHO

Inviato: 25/10/2008 11:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...

Iscritto il:
9/12/2004 21:10
Da Toscana
Messaggi: 8251
Offline
Vedo molto bene l'idea di una sezione riservata in cui poter postare e discutere le immagini di autori famosi e penso che basterebbero dei moderatori autorevoli a bacchettare chi esce dal seminato. Senza bisogno di esami di ammissione, dopo che uno si e' preso pubblicamente una bella serie di bacchettate penso che ci penserebbe da solo a rientrare nei ranghi.
Anch'io vedo difficile la possibilita' di incontri obbligatori. E non per cattiva volonta', ma chi per causa di forza maggiore come me non puo' allontanarsi troppo da casa penso sarebbe tagliato fuori.
E vedrei bene l'area da Bar sport, dove discutere di fotografia ed altro ma senza un eccessivo rigore, come un posto dove fare due chiacchere con una tazza di caffe' in mano.
Sicuramente una sezione ad un livello piu' elevato dove chi partecipa prima di entrare si pulisce bene i piedi e cerca di non innescare chiacchericci servirebbe a piu' cose, come ad esempio alla esigenza attuale di "ripulire" le discussioni piu' importanti e dare la possibilita' a chi puo' di esprimersi con il linguaggio tecnico/culturale che piu' gli aggrada se puo' servire ad estrinsecare al meglio il proprio pensiero.
Le proposte di Marco-Mxa sono un bun punto di partenza sul quale discutere e trovare la soluzione piu' vicina all'idea di partenza e che abbia una attuabilita' pratica.
Sicuramente nasce l'esigenza di personaggi autorevoli che si prendano la responsabilita' di gestire le singole sezioni, il che comporta anche la necessita' di una presenza costante e quindi di un grosso impegno, a meno che gli inteventi invece di apparire in tempo reale non vengano pargheggiati in attesa di una verifica.
L'idea di Marco fondatore di una quota per sostenere il forum mi trova d'accordo, ma vedrei a questo punto bene anche un'area dove gli iscritti possano presentare le proprie opere.
Ciao,
Renzo

Inviato: 25/10/2008 12:43
.........

......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...

Iscritto il:
27/7/2005 10:49
Da Castellanza (VA)
Messaggi: 170
Offline
Salute.

Concordo col pensiero espresso da MXA. L'evoluzione di ogni forum è quella descritta ed una sezione separata, ad ingresso controllato, è un'ipotesi di soluzione.

Sono del parere, però, che si corra il rischio di un eccessivo settarismo, di una clausura quasi fine a se stessa. Non dimentichiamoci che anche un ignorante assoluto, se interessato e volenteroso, puà imparare. Magari all'inizio ascolta ma poi (stimolato dagli altri?) potrebbe palesare il suo pensiero e contribuire a quello globale.

Ciao

Inviato: 25/10/2008 13:55
stifelius

C.F.A.O. n° 6.........
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 5966
Offline
Trovo molto interessanti le proposte di Mxa dal punto di visto organizzativo e di metodo.

Personalmente - ripeto solo ed esclusivamente personalmente - trovo molto meno interessanti le proposte sui contenuti.

Voglio cioè semplicemente dire che, come ebbi già  modo di dichiarare in qualche passata occasione, ho poco o quasi nessun interesse per la dimensione artistica della Fotografia (fino a dubitare che possa essere considerata una forma di Arte autonoma), mentre invece sono totalmente affascinato dai suoi risvolti commerciali e comunicativi.
Vorrei spiegare meglio questa affermazione che potrebbe sembrare, e forse è, contradditoria e poco chiara. Per me la Fotografia sta all' Arte, come il Giornalismo sta alla Letteratura: esistono giornalisti che hanno capacità  e fascino di scrittura pari o anche superiore a quella di non pochi letterati. Tuttavia fanno Giornalismo, non Letteratura. E per l'essere il loro lavoro fortemente legato e connesso con urgenze di cronaca quotidiana e di altra natura, penso si possa fare un distinguo, rispetto alle opere letterarie che seguono altre urgenze e finalità .
Allo stesso modo, io penso che la Fotografia abbia peculiari dimensioni commerciali, pubblicitarie, di cronaca; e la vedo separata da una attività  artistica autonoma che puà anche servirsi della Fotografia - certo - ma che ne travalica i linguaggi e le finalità  specifiche.
Dati questi presupposti, è chiaro che una sezione chiusa che trattasse esclusivamente di Fotografia in quanto Arte e di Fotografi in quanto Artisti, sarebbe per me di una pallosità  assolutamente intollerabile (mentre per esempio troverei entusiasmante una sezione che parlasse di Fotografia commerciale e comunicativa e di Fotografi in quanto Artigiani). Fin da ora me ne chiamo fuori.

Se si vorrà  spingere in quella direzione, a parte che - come mi pare teme Lucifero - la vedo dura essere in più di due o tre amici al bar, penso che continuerà e mettere i miei due cents nelle discussioni "generaliste" del vecchio Forum "politematico", dove chiedere e rispondere sulle innumerevoli altre questioni spicciole della Fotografia.


Inviato: 25/10/2008 18:06
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Moderatore
Iscritto il:
8/9/2005 0:10
Da Lazio
Messaggi: 2395
Offline
Citazione:

Lucifero ha scritto:

banalmente vedo che in "Estetica e storia della fotografia" i moderatori sono:
Desert, Fer, Galeno, Hologon, Marco, pamar5, phstef, Xerces
ora cercate di capirmi e di non vedere polemica laddove non c'è...ringraziando il lavoro di queste persone che dedicano parte del loro tempo a far si che il forum viaggi bene e non ci siano polemiche io in queste persone ho difficoltà  a vedere UNA persona che abbia una riconoscibilità  professionale e personale tale da farmelo riconoscere come un riferimento in "estetica e storia della fotografia"....per contro ci sono un Fer assoluta ed indiscutibile personalità  in tecnica o un phstef assoluta personalità  in CO o un Desert assoluta personalità  nelle locations americane....

IMHO


Il ruolo del moderatore esula dalla competenza specifica verso l'argomento trattato nelle discussioni. Se così non fosse dovrebbe essere un tuttologo onniscente. Il moderatore deve solo controllare che venga rispettato il regolamento e se ne guarda bene dal mettere bocca sulla qualità  o validità  del pensiero di chi scrive.

Inviato: 26/10/2008 19:18
Mauro-Tessera C.F.A.O. n°12
Leggere con attenzione il REGOLAMENTO

E Dio creò il gatto in modo che l'uomo potesse accarezzare la tigre....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...

Iscritto il:
8/10/2006 17:44
Da Torino
Messaggi: 1461
Offline
x Luciano,
nel post Mxa cita questi argomenti "Gli argomenti si limitano all'estetica, storia della fotografia, composizione, teoria del colore, arte figurativa, etc etc." che fortunatamente non appartengono solo all'arte. Se così fosse concorderei con te, dato che penso che la fotografia d'arte é solo una delle pratiche possibili, cioè dei modi d'uso, che appartengono al sistema fotografia, una galassia particolarmente ricca e composita.
Ma già  Mxa non parla solo di fotografia d'arte e per questo ritengo che questioni come il rapporto tra comunicazione e fotografia, così come l'uso della fotografia nei media, la dimensione economica del sistema fotografia ecc, ecc dovrebbe essere di casa.

Poi c'è l'altra questione, del come attrezzarsi per dare vita ad un confronto su queste tematiche (ho passato tutto sabato con una organizzatrice di mostre, docente di storia della fotografia e fotografa a fare editing delle mie foto, i progetti soprattutto, ovviamente parlando anche di fotografia in senso lato...quando si va su questi confronti é una piacevolezza). Fare una zona chiusa all'interno di fotoavventure la vedo un po delicata, e come lo stesso Mxa, anticipa ha i suoi risvolti negativi. Paradossalmente si potrebbe fare un forum staccato da questo, marchiato sempre FA, dove si entra con gli stessi meccanismi di quello proposto da Mxa. Ma staccato, che sia un altra cosa. Gli argomenti sarebbero di per se una selezione a livello motivazionale.

Di qualcosa del genere a mio parere ce ne sarebbe bisogno. Gli stessi blog non riescono ad assolvere a questa funzione. Se si postano commenti che vadano al di la del "bene, bravo, che schifo, ecc" non si riesce ad imbastire una discussione seria o perchè non arrivano risposte o perchè arrivano con "tante grazie, ma non é il posto adatto" (provato personalmente in alcuni anche di quelli più
conosciuti e "seri", con questi risultati). E altri luoghi non ci sono.

Allo stesso tempo rimango dell'avviso che gli incontri di persona assolvono al meglio questa esigenza e sono convinto che almeno un incontro per partire andrebbe fatto e vi assicuro che se si fa bene e le persone si portano a casa dei risultati, il tempo si trova, perchè diventano importanti, perchè diventerbbe un apuntamento fisso annuale. Ma lo stesso discorso vale per argomenti anche tecnici e tecnologici. Giusto per fare due esempi, già  fatti, Se Fer facesse un aggiornamente su alcune tecnologie di stampa di un paio di giorni anche a Roma e diventasse fisso, o altrettanto Stefano per tecniche di stampa? sarebbero straseguiti.

Anche per questo propongo prima un incontro sulle tematiche proposte da Mxa (con le varianti di cui si é parlato, iniziare dalla composizione, cosa intendiamo, come si é evoluta, solo per fare un esempio), da programmare a Febbraio (diamoci il tempo) e da li ci si conta e si valuta il da farsi. Prima questo e poi lo sviluppo dello strumento tecnologico, semplicemente perchè prima si capiscono le esigenze, i bisogni e poi si trova la chiave per affrontarli. E nel frattempo si fa anche una prova, consapevoli che é una prova.
Partirei da qui.
bs
marco

Inviato: 26/10/2008 19:52
La fotografia non si domina: corre da sola e l'uomo la segue in ritardo e mai come oggi.
A. Gilardi

www.mbphoto.it
www.flickr.com/photos/marcofluens

..................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Utente non più registrato
Galeno

se tu leggessi bene quello che si scrive prima di rispondere ti accorgeresti che quello che tu scrivi sul moderatore non c'entra assolutamente nulla.
Io ho scritto che sarebbe bene [e qui stà dando una mia idea così come altri hanno fatto] che ci fosse un'area topic in cui si discute di estetica, arte e argomenti "tosti" con un moderatore con poteri speciali che potesse selezionare e togliere gi interventi inutili...scrivo anche che secondo me questa persona dovrebbe essere riconosciuta da tutti come un esperto in materia (e ho fatto pure un nome di esempio) e che a mio avviso andrebbe cercato fuori dal forum visto che un personaggio del genere qui non c'è....

Il moderatore diventa un tuttologo od anche peggio quando banna o interviene senza leggere e capire il contenuto di ciò che viene scritto da altri...

at salut

Inviato: 27/10/2008 8:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Moderatore
Iscritto il:
11/3/2004 9:36
Messaggi: 4459
Offline
Roberto, quando ho letto il tuo intervento ho capito anche io esattamente la stessa cosa che ha capito Mauro, e stavo per risponderti esattamente allo stesso modo, cioè che il moderatore è solo un esperto di regolamento, e non della materia di cui "modera" i post, ed infatti i moderatori di Fotoavventure sono "presenti" in tutte le sezioni, anche se io ad esempio so poco o niente di digitale, sicuramente abbiamo capito male noi ma forse anche il tuo periodare non è stato chiarissimo...

Sinceramente sulla figura del super esperto mega accademico che "modera" il forum privato avrei qualche perplessità , a detta di molti uno dei motivi del "fallimento" degli articoli degli Incontri con l'Autore era dovuto appunto alla eccessiva "accademicità ", non vorrei che questa figura andasse benissimo per gli iscritti "evoluti" (scusate la brutta parola) di questo forum privato ma intimorisse, tenesse lontano, chi ha una preparazione meno specialistica, un interesse meno pregnante, ma vorrebbe comunque partecipare/iscriversi...d'altronde il fatto che sia una specie di forum "privato" autorizerebbe in qualche modo una scelta del genere, purchè appunto condivisa dai suoi iscritti...

Comunque sto ancora meditando sulla proposta, concretissima!, di Marco/Mxa e di cui lo ringrazio, l'ho letta un pò superficialmente perchè il weekend mi ha tenuto lontano dal pc, ci torno oggi o domani...


Ciao!!


Marco

Inviato: 27/10/2008 9:23
Il mio sito

"Mamma perchè il mondo fa schifo?" "Perchè è morto David Bowie." "Prima faceva meno schifo?" "No faceva schifo lo stesso ma c'era David Bowie." (Aldo Nove)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Utente non più registrato
Marco evidentemente i miei post sono solo degni di letture veloci perchè io scrissi:

"ma non sarebbe invece più semplice e banale avere per moderatore un induscusso "esperto" in materia con pieni poteri di togliere gli interventi da bar sport?....prendiamo ad esempio il topic su Serrano, secondo sarebbe un argomento ben trattato lasciando 5/6 interventi che magari "stimolerebbero" altri interventi interessanti e meno da caserma....
Ovvio che il moderatore deve essere personaggio di assoluto e riconosciuto valore ...direi un certificato ad hoc magari da ingaggiare anche extra forum....io ad esempio avrei visto bene una figura vicina all'ex Candidus..."

quindi mi sembra e mi sembrava di essermi espresso in modo semplice....ma forse a volte è bene esprimere concetti complicati e intorcinati per essere semplici...boh?!?!?

Circa la figura del moderatore "esperto" ti dà ragione in parte, tu stesso interagivi con lui insieme ad altri e quindi dov'è il problema? mica ci devono interagire tutti.

Nella proposta di Marco/Mxa (peraltro simile ad un mio intervento di un anno fà )

"3. I membri di questa sezione si riuniscono due volte all'anno. Chi non partecipa per due volte consecutive esce dalla sezione finche' non si ripresenta ad un incontro successivo. Questo perche' la conoscenza di persona cambia radicalmente - come quelli che sono andati ad Artimino sanno benissimo - la interazione quando ognuno torna a casa sua: si leggono i post con piu' attenzione, ci sono meno opportunita' per grossolane incompresioni, si capisce meglio quando e' scherzo e quando e' no, si possono insomma discutere di temi piu' complessi. Questo e' anche una specie di obolo da pagare per dimostrare nella vita reale il proprio impegno.
7. Lascio volutamente aperto il tema complesso di *chi* partecipa, di come la si modera, e dei meccanismi con cui ci si libera del partecipante sgradito (e poi, sgradito ... da chi?). Faccio questo perche' prima bisogna che venga accettato il concetto di una sezione chiusa, poi si puo' parlare del resto. Premetto pero' che sarei contrario ad una sezione chiusa dove basta iscriversi per entrarci. I motivi mi sembrano ovvi"

si tratta comunque di una specie di loggia a cui accederebbero pochi personaggi che secondo me sono poi gli stessi che agivano e agirebbero in "modo accademico"...con la differenza non da poco che si rischia di fare il forum "colto e per gli intelletuali" e il forum per gli "scemotti alla presa con la tecnica"...il risultato sarebbe più di allontanare che di avvicinare.
Il moderatore "accademico" dà  invece la possibilità  democratica di partecipare a tutti e poi bannare e selezionare d'autorità ....insomma in questo caso il partecipare non è precluoso a tutti basta postare interventi di livello accettabile....e spesso anche lo scemetto puà dare utili visioni e/o pareri.

Nel caso di Marco/Mxa io vedrei bene un altro forum parallelo...ma alla fine dopo un pò secondo me si tornerebbe a capo.

Trovo invece assurdi sia gli incontri annuali (brutta copia simil FIAF)che non servono a nulla programmati così e di difficilissima realizzazione e anche un numero fissato di interventi spendibili...perchè ci possono essere argomenti in cui uno potrebbe avere più interesse a partecipare di altri...insomma mi sà  tanto di punti a spendere...

ovviamente IMHO e chiedo scusa se mi sono permesso di dare delle mie opinioni ma mi era parso di leggere che era questo che chiedevi Marco

Inviato: 27/10/2008 11:46
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fotoavventure: come eravamo...(come saremo?)...
Moderatore
Iscritto il:
11/3/2004 9:36
Messaggi: 4459
Offline
Roberto, il tuo post l'ho letto con attenzione ed il tuo pensiero era chiarissimo, solo che mi manca/mancava il "passaggio" logico tra questo:

Citazione:
ma non sarebbe invece più semplice e banale avere per moderatore un induscusso "esperto" in materia con pieni poteri di togliere gli interventi da bar sport?....prendiamo ad esempio il topic su Serrano, secondo sarebbe un argomento ben trattato lasciando 5/6 interventi che magari "stimolerebbero" altri interventi interessanti e meno da caserma....
Ovvio che il moderatore deve essere personaggio di assoluto e riconosciuto valore ...direi un certificato ad hoc magari da ingaggiare anche extra forum....io ad esempio avrei visto bene una figura vicina all'ex Candidus..


ipotesi che, volendo, in un forum "chiuso", posso anche condividere, e questa affermazione:

Citazione:
banalmente vedo che in "Estetica e storia della fotografia" i moderatori sono:
Desert, Fer, Galeno, Hologon, Marco, pamar5, phstef, Xerces
ora cercate di capirmi e di non vedere polemica laddove non c'è...ringraziando il lavoro di queste persone che dedicano parte del loro tempo a far si che il forum viaggi bene e non ci siano polemiche io in queste persone ho difficoltà  a vedere UNA persona che abbia una riconoscibilità  professionale e personale tale da farmelo riconoscere come un riferimento in "estetica e storia della fotografia"...


dal momento che appunto i moderatori non sono stati incaricati perchè hanno delle competenze specifiche su un argomento, ma bensì perchè hanno il compito di far rispettare il regolamento, è una cosa risaputa, quindi ripeto non ci vedo/vedevo un nesso logico tra le due affermazioni, sicuramente è un mio limite, adesso che ci siamo "chiariti" direi di tornare al topic dal momento che stanno uscendo tante indicazioni importanti...anche a me ad esempio preme abbastanza che si crei all'interno di questo forum un certo afflusso di nuovi apporti/iscritti, non so, non vorrei che si diventi poi troppo autoreferenziali, in questo senso effettivamente il moderatore "accademico" potrebbe svolgere un ruolo rilevante...

Certo che Marco/Mxa ci ha lanciato una bella sfida, ha ragione lui, in un www che si regge sulla incondizionata circolazione delle informazioni e sulla indicizzazione delle stesse (la "fortuna" di Fotoavventure è che è indicizzatissimo), la prima cosa che dobbiamo accettare è l'idea di fare o no un forum "chiuso", andando in qualche modo in controtendenza, però l'idea di contribuire a cambiare le regole del gioco, al di là  della fattibilità  o no, mi attira e non poco, d'altronde questa idea della sezione culturale "chiusa" è un pò che aleggia sopra Fotoavventure, anche solo per evitare problemi con i copyright...


Ciao!!


Marco

Inviato: 27/10/2008 13:42
Il mio sito

"Mamma perchè il mondo fa schifo?" "Perchè è morto David Bowie." "Prima faceva meno schifo?" "No faceva schifo lo stesso ma c'era David Bowie." (Aldo Nove)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
10 utente(i) online
(10 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 10
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy