Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3)


Re: foto di stock

Iscritto il:
14/9/2004 23:43
Da acqua aria terra
Messaggi: 1853
Offline
comincio con uhm e non con azz...

uhm non dovevo postare lisa gagnè...ero praticamente certo dei vostri commenti; concetti giusti, analisi adeguate ma che saltano completamente una parte fondamentale della questione: cosa c'è tra il non vendere ed i (così si dice) 125000 dollari annui di lisa gagnè?

In termine di soldi vi sono i 200-300-500-1000-1500-2000- etc. etc. etc. etc. etc. etc.

In termine di tempo dedicato vi è quello che ognuno è disposto a "perdere" secondo il proprio soggettivo concetto del rapporto tempo/guadagno.

In termine di "aspettative personali", azz le aspettative...vi è da considerare come ci aspettiamo di considerarci ed essere considerati...

Ho "parlato" con vari contributors di questi siti ed è sorprendente come siano variabili i commenti (consiglio di rileggere nel post precedente le dichiarazioni, molto istruttive secondo me, dell'americano e dell'italiano, due persone con evidenti percorsi diversi alle spalle).

Va beh la faccio breve, c'è un sacco di gente che con questo giochino e con uno sforzo, in termini di tempo, adeguato, si porta a casa 500/3000 dollari al mese, si si pensiamo anche a chi con questo giochino non porta a casa un c _ - _ o ... il manico in qualunque situazione è il manico ehehehehehehehehe

Ovviamente non è oro tutto quel che luccica, ma perchè non provare? Azz avessi una digitale... (i siti di microstock ricevono molto poche immagini scansionate) ehehehehehe

Non sono artisti siamo d'accordo...o forse no


Credo che la parte concettuale di questo argomento non sia il tema più importante da affrontare (ognuno ne puà parlare con sè stesso), credo che sia molto più importante parlare della parte "tecnica" (tempi di upload, tempi di accettazione, controllo della qualità  e della concettualità , controllo della commerciabilità ,inserimento dei tags, algoritmi di visibilità ,tipo di immagini richieste, cosa vende di più, dopo quanto tempo si vende, tempo da dedicare, guadagni, royalty, modalità  di pagamento, liberatorie etc. etc.).

a presto,ric
www.grandespirito.it

Inviato: 7/8/2007 22:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
8/10/2006 17:44
Da Torino
Messaggi: 1461
Offline
Parto da un punto, dalle foto di lisagagne. Sono foto simili a quelle viste da anni nei siti di stock a cominiciare da corbis. Forse la tipa ha pensato bene di metterle su questi nuovi siti perchè per lei il business é più alto. Ma la qualità  é la stessa; ci sono fotografi che campano di queste foto, da sempre! da anni, direi decenni.
Non capisco lo stupore, la questione é semmai, come si é già  detto, legata all'aspetto commerciale, il business é cambiato.
Ma tutto questo non c'entra nulla con arte o faccende del genere, con la fotografia intesa come forma espressiva, ecc, ecc. Semplicemente anche questa é fotografia, punto.
E in ogni si provi a farle queste foto, affitate uno spazio, dei modelli, le luci, costruite le scene, fatevi venire le idee, realizzate i tagli giusti, modaioli certo, ma provate. Questa, ha ragione Fer, ha il suo manico. Ma come l'hanno da sempre i fotografi di stock che sono degli emeriti sconosciuti (come il 90% dei fotografi mondiali).
Parlavo recentemente con un amico fotografo professionista americano e gli chiedevo perchè non facesse stock, la risposta é che non ci pensa nemmeno per la faticaccia e per la testa che ci vuole, che lui non ha.
Perchè fare stock é un lavoro.
bs
marco

Inviato: 8/8/2007 0:08
La fotografia non si domina: corre da sola e l'uomo la segue in ritardo e mai come oggi.
A. Gilardi

www.mbphoto.it
www.flickr.com/photos/marcofluens

..................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
25/2/2004 15:54
Da Roma
Messaggi: 2637
Offline
Citazione:

rictro ha scritto:

Ovviamente non è oro tutto quel che luccica, ma perchè non provare? Azz avessi una digitale...


Se l'ipotetica contropartita sono 100.000 euro/anno, o anche solo 50.000, una buona digitale si puo' prendere con un migliaio di euro.. Quello che passa tra il farli e il non farli e' concepire e realizzare un prodotto che si venda bene, e trovare il canale giusto di distribuzione. Non sto dicendo che sia facile, altrimenti saremmo tutti ricchi. E quando parlo di "realizzare" includo tutti gli aspetti operativi nonche' il famoso manico o quantomeno professionalita' che occorre per fare un buon lavoro di studio, still-life etc.


Inviato: 8/8/2007 0:28
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
9/12/2004 21:10
Da Toscana
Messaggi: 8255
Offline
Ciao,
e' comprensibile che molti fotografi si rifiutino di fare foto stock. Non e' fotografica concettuale, almeno nel senso comune , non e' fotografia artistica, e' un tipo di fotografia pensato e creato per uno specifico utilizzo, illustrativo e pubblicitario, molto freddo e calcolato. Infatti ogni scatto va pensato in funzione di un multiutilizzo, di una probabile redditivita' x moltiplicata per n volte. Che se poi non arriva vuol dire o che e' stato sbagliato qualcosa a livello di soggetto o di visibilita'o c'e' qualcun altro che ha delle immagini migliori (= piu' utilizzabili ). Ai nosti livelli, o almeno al mio, non credo meriti investire piu' di tanto, perche' il risultato e' quantomeno aleatorio, pero' provare costa il giusto, e se si vede che qualcosa si muove allora il discorso cambia e il giochino potrebbe farsi interessante.
Nel mio caso l'attrezzatura ce l'avrei, almeno per lo still life, se avessi anche il tempo potrebbe essere il modo di passare le uggiose giornate di pioggia invernali. Mi manca la digitale, sicuramente non scatterei molte foto con il banco e molte le realizzerei in 6x7, ma una reflex digitale, anche di non eccelso livello, sicuramente aiuterebbe.
Questo per le foto.
Poi c'e' tutto il resto, molto arduo, di cercare i canali per rendersi visibili e accettati. Ma c'e' Ric che si sta facendo una cultura....
Dai Ric che ci mettiamo in societa'..
Renzo

Inviato: 8/8/2007 7:43
.........

......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock
Utente non più registrato

Si vede che non ci capisco un'emerita mazza del mercato fotografico. Pur conoscendo il lavoro degli stockisti non sapevo che i guadagni potessero essere così alti. Io faccio fotografia per altri motivi ma trovo interessanti queste descrizioni sui vari aspetti economici che ruotano intorno al mondo fotografico e vi leggo con attenzione.

Inviato: 8/8/2007 12:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
27/4/2006 13:48
Da Roma
Messaggi: 2703
Offline
Attenzione, sento parlare di guadagni, quando il termine giusto dovrebbe essere "incassi".

Mi sembra di percepire che molti di voi non mettono in conto le spese per realizzare le foto di stock.

Partiamo da un concetto: chi utilizza foto di stock lo fa per non spendere le cifre ben più alte che comporterebbe commissionare foto ad hoc.

Prendiamo ad esempio una foto di stock molto classica, quella della signorina che consulta un computer insieme ad un collega uomo. La si puà reperire per trecento euro da qualsiasi stock picture agency. Cento euro per la modella, cento per il modello, cento di allestimento set ad esser buono, truccatore e noleggio abiti. Ad esser taccagni e coinvolgere i cugini e la zia sarta non spendi meno di trecento euro, senza considerare l'ammortamento delle attrezzature ed il tempo necessario per organizzare il tutto.

Quella foto deve essere venduta più volte.
Il fotografo di stock investe un patrimonio per dare in gestione il numero minimo di foto necessario alla sopravvivenza.

Più spesso chi fa stock parte da foto commissionate e aggiunge qualche scatto diverso, fuori dal layout, con qualche accessorio diverso, cambiando l'ambientazione ecc... ma sostanzialmente già  pagato da un committente. Poi, in futuro, puà decidere di fare solo stock e di autoprodursi.
Lo still life è solo una piccola percentuale dello stock venduto.

Non si tratta di una passeggiata, perché per guadagnare a sufficienza per vivere di questo lavoro devi avere almeno cinquemila immagini, tutte diverse per soggetto, in agenzia, e devi rinnovarle costantemente.
Quando scatti devi pensare che non hai un layout e devi tenere in considerazione le differenti possibilità  di impaginazione.

Per essere chiari, guadagnare 50,000 euro l'anno solo con lo stock, significa incassarne almeno 150,000.
Di stock meno costoso da realizzare (paesaggi, still life, microfotografia) ne è saturo il mercato, e le vendite sono incerte ed inferiori.

Tentare, tuttavia, non nuoce.

Inviato: 8/8/2007 13:21
Franz ...Tessera "Bromuro d'argento" C.F.A.O. n. AgBr 31......
--------------------------------------
www.franzgustincich.it - Empirici di tutto il mondo, unitevi!......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
25/2/2004 15:54
Da Roma
Messaggi: 2637
Offline
Citazione:

FranzX ha scritto:
Attenzione, sento parlare di guadagni, quando il termine giusto dovrebbe essere "incassi".


Se Ric ha parlato di guadagni, si presume intendesse proprio guadagni..

Si puo' tentare una stima applicata ai numeri di Lise Gagne'.
Ad oggi ha avuto piu' di 550.000 download, e ai primi di giugno dichiarava di averne raggiunti 500.000. Quindi il trend e' sui 25.000 download/mese.
Le immagini di iStockphoto vanno da 1$ a 15$ a seconda della grandezza. La media bruta sarebbe 8$, ma teniamoci sul prudente e ipotizziamo 4$, che e' il prezzo della dimensione media. Dato che la quota spettante al fotografo e' del 40%, l'incasso risulterebbe allora di 25.000x0,4x4$/mese, ovvero sui 40.000$/mese allo stato attuale, con una proiezione di quasi 500.000$/anno di incassi.

Poi e' chiaro che L.G. e' un caso a parte, lei e' "la vedette dello stock", pero' era da li' che partivano le considerazioni e i sogni a occhi aperti..

Inviato: 9/8/2007 4:39
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3193
Offline
Quando si lavora sui volumi (Dell insegna) la pressione sui margini diventa fortissima, specialmente quando la barriera di ingresso alla concorrenza e' molto bassa. A me sembra una buona descrizione del mercato dei microstock.

La bravura di chi si mette in questo business e' di riuscire quindi ad abbattere i costi piu' della concorrenza, data la pressione al ribasso.

Vuol dire mettere in piedi un workflow - dalla preparazione della immagine al suo upload lungo tutta la catena del valore - il piu' efficiente possibile, dove anche i cinque minuti persi in una conversione da un formato all'altro (faccio un esempio magari sciocco) vanno evitati a tutti i costi. In questa ottica qualunque intervento manuale lungo il percorso - che non sia assolutamente indispensabile - e' un errore che si paga profumatamente in $$$.

Molto interessante questo thread.


Inviato: 9/8/2007 9:54
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: foto di stock

Iscritto il:
8/10/2006 17:44
Da Torino
Messaggi: 1461
Offline
Proprio per questi e altri motivi, fare stock é un lavoro, soprattutto lo stock per l'editoria, il below the line, ecc. Lo stock geografico, come qualcuno ha già  detto, é abbastanza inflazionato, anche se ritengo che tentar non nuoce.
Insomma, non é una passeggiata.
Oltre a questi aspetti che sono commerciali e tecnici (workflow, ecc), emergono, dalla presenza di questa modalità  di fare stock a basso costo, altri aspetti legati alla professione e di come il mercato modifica al suo interno tutti i meccanismi professionali, mettendo in crisi la professione per come la si é intesa sin d'ora.

Ma già  l'avvento del digitale ha decretato forti cambiamenti della professione. Doveva accadere anche per i fotografi. Sul fatto che la tipa possa guadagnare certe cifre vuol anche dire alcune cose: che c'è un mercato, c'è una domanda, che se lei é quella che continua ad essere citata in realtà  c'è spazio (non puà occuparlo tutto lei...), che se invece non é l'unica allora ce ne sono altri ma ciò vuol dire che allora c'è mercato e bisognerebbe scoprire dove stanno i confini di questo mercato.
bs
marco


Inviato: 9/8/2007 11:33
La fotografia non si domina: corre da sola e l'uomo la segue in ritardo e mai come oggi.
A. Gilardi

www.mbphoto.it
www.flickr.com/photos/marcofluens

..................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Mercatino
Utenti Online
32 utente(i) online
(30 utente(i) in Forum)Iscritti: 1
Ospiti: 31
archifoto, altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy