Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3)


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.

Iscritto il:
9/4/2004 15:12
Da Bologna
Messaggi: 877
Offline
Citazione:

palomar ha scritto:
No, Deborah, ti prego... un'altra delle tue estenuanti precisazioni...


Beh, non sto qui ora a continuare la discussione "sull'esperimento", la mia opinione l'ho espressa all'inizio....però mi sento di dissentire sulla prima affermazione di Palomar...se uno legge il tuo incipit sembra che Deborah sia un'emerita spaccab---e logorroica....e non mi sembra che questo risponda al vero....anzi!

Tutto qui....ma si tratta sempre dei soliti limiti del tipo di comunicazione...certo però che se invece della faccina che hai messo ( ) ne mettevi un'altra del tipo ( ) allora forse il "tono" della tua frase poteva essere diverso...meno "offensivo" diciamo! So che gli "smile" possono sembrare delle cretinate inutili, dei giochini da bimbi....xrà a volte sono l'unico mezzo per dare una sfumatura diversa a quanto, freddamente, scriviamo...andrebbero usati con attenzione!

Ok...sono OT...scusate...

Inviato: 7/1/2007 11:08
Jekoz On Line: "USA on the road"
http://www.jekoz.net
.....................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.

Iscritto il:
28/10/2006 14:37
Messaggi: 466
Offline
Ciao Bavarese,
innanzitutto ti invito a considerare che, su web, dire a un altro che non ha capito potrebbe accendere un bel flame, e io non sono uno che si lascia sfuggire l'occasione di mettere i puntini sulle i... sprovveduto o presuntuoso? Non è la prima volta che ho la sensazione che tu ti erga a perfetto interprete del Vero Autentico Senso dei topic e censore di ciò che puà o non puà essere scritto, per poi perderti in decine di repliche basate non più sull'oggetto in questione ma su un gioco relazionale negativo con altri forumisti della serie "come puoi dire una cosa del genere" ecc. ecc. Ovviamente a me interessa parlare di fotografia per quanto ne so e soprattutto per quanto posso imparare e non di quanto sia simpatico o antipatico qualche forumista.

Conosco Deborah da anni nei suoi pregi e difetti, conoscevo lo "scherzetto" su Flickr da prima che lo postasse qui Deborah e ho espresso alcune mie personali valutazioni non tanto sull'oggetto del topic, ma piuttosto su alcune cose affermate nel suo sviluppo che non condivido, specie quelle che non contestualizzano HCB come autore ormai tanto storicizzato da sembrare facile o scontato.

Riguardo all'ultima parte del tuo discorso ho una mia personale opinione: credo cioè che i migliori giudici di una fotografia, quelli di cui mi interessa capire le preferenze quando mostro una mia foto e non sono interessato a un parere tecnico-linguistico-storico-artistico, siano quelli che di fotografia sanno il meno possibile; quelli che non solo non conoscono HCB ma che non conoscono neanche i luoghi comuni fotografici in stile fiaf o Nationa Geograohic o simili.

Inviato: 7/1/2007 11:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.

Iscritto il:
13/9/2006 9:55
Da Milano
Messaggi: 727
Offline
Vorrei postare, se consentito, una piccola considerazione che astrae dalla querelle che si sta sviluppando sul thread.

Perchè HCB è stato mitizzato, fino ad assurgere a simbolo, simbiosi fra fotografo e Leica ?
Lo ammiro e lo considero un maestro, ma non un capostipite.

Ci si dimentica troppo spesso di tutta la scuola francese sorta fra le due guerre, fra i tanti di Edouard Boubat, di Marc Riboud, di Willi Ronis, di Doisneau, di Brassai.

L'unico od uno fra i tanti ?

Inviato: 7/1/2007 11:43
Tessera C.F.A.O. n°27......
G.F. n°78
...............
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.

Iscritto il:
9/4/2004 15:12
Da Bologna
Messaggi: 877
Offline
Citazione:

palomar ha scritto:
Conosco Deborah da anni nei suoi pregi e difetti,.....


Ecco, questo non lo sapevo...quindi probabilmente si tratta un vostro modo di rapportarvi conoscendovi da anni...alla luce di tutto questo fai conto che non abbia scritto nulla qui sopra...il tutto appare sotto una luce diversa ora...

Citazione:

Riguardo all'ultima parte del tuo discorso ho una mia personale opinione: credo cioè che i migliori giudici di una fotografia, quelli di cui mi interessa capire le preferenze quando mostro una mia foto e non sono interessato a un parere tecnico-linguistico-storico-artistico, siano quelli che di fotografia sanno il meno possibile; quelli che non solo non conoscono HCB ma che non conoscono neanche i luoghi comuni fotografici in stile fiaf o Nationa Geograohic o simili.


Su questo sono daccordo al 100%...


Inviato: 7/1/2007 11:48
Jekoz On Line: "USA on the road"
http://www.jekoz.net
.....................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.
Utente non più registrato
No Palomar, no flame whit me.
Fai una domanda a cui non posso rispondere proprio per non accendere flame, io non mi ergo a nulla anzi me ne guardo bene....espongono semplicemente e umilmente il mio modesto parere che poi per il mio modo di essere a qualcuno gli si infiammi qualche cosa mi spiace...si procurasse l'estintore o si mettesse mutanda autoestinguente.


Siamo qui tutti per parlare di fotografia ed imparare che come ben si sà  non si finisce mai.

Sono contento per te che conosci Deborah da anni e definire quindi i suoi interventi estenuanti, tali a me non sembrano e di questo o parlato. Difendo le idee e non le persone.


Le persone che tu ritieni i migliori giudici sono ben campionate e rappresentate nei post a commento della foto di HCB, è interessante proprio il vedere come reagisce chi non è interessato più di tanto alla fotografia o di chi è ingabbiato nelle logiche delle regoline da circoletto....e su questo mi pare siamo d'accordo.

Ah Palomar io mi chiamo Roberto....sentirmi nomita con il nick mi fà  sentire tanto Austin power.....una buona domenica a te.

P.S. interessante il fatto che tu ti senta offeso se uno ti dice che non hai capito ......io per mia natura vado a vedere il cosa e nel caso chiedo lumi e ammenda....e visto che leggi "tutti" i miei post ti sarai accorto che questo è già  successo.......io lo ribadisco sono un aspirante stregone e sono qui per apprendere, confrontarmi, discutere e per quello che mi viene possibile dare il mio umile contributo...anche in forma privata e disinteressata.


Inviato: 7/1/2007 11:51
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.
Utente non più registrato
Ciao Umberto
domanda interessante e mica banale nella risposta, anzi!!

I processi di mitizzazione seguono delle logiche tutte le loro e non sempre così visibili.
Sicuramente HCB ha aperto un nuovo modo di fare reportage, discreto, "morbido" e poetico. L'unico strumento dell'epoca adeguato non poteva che essere la Leica con le sue doti specifiche.
Ammiro anch'io il lavoro di HCB, lo ritengo un artista completo (bellissimi anche i suoi acquerelli e in particolare i carboncini fatti al museo di storia naturale di Parigi) personalmente lo sento un artista e io lo vedo come un capostipite di un certo giornalismo e reportage. Maestro sinceramente un pò meno.
La scuola "francese" tra le due guerre fù una cosa pazzesca ed assolutamente internazionale se pensi alle presenze di Henry Miller, Brassai, Doisneau, Picasso.....ed alla frequentazione continua ed assidua di tutti questi artisti un esplosivo mix di arte figurativa, pittura, scultura, poesia, letteratura....

Mi verrebbe da riponderti l'unico fra i tanti di quel periodo.



Inviato: 7/1/2007 12:05
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: HCB? Un fotografo da cestinare.
Utente non più registrato
Mi spiace sia proseguita così la discussione. Se è colpa mia (involontaria) me ne scuso. Preferirei proseguire su un altro binario, magari seguendo qualche spunto interessante che ho letto nei vostri interventi.
A tal proposito cito l'intervento di Umberto:

Citazione:

Umberto ha scritto:
Vorrei postare, se consentito, una piccola considerazione che astrae dalla querelle che si sta sviluppando sul thread.

Perchè HCB è stato mitizzato, fino ad assurgere a simbolo, simbiosi fra fotografo e Leica ?
Lo ammiro e lo considero un maestro, ma non un capostipite.

Ci si dimentica troppo spesso di tutta la scuola francese sorta fra le due guerre, fra i tanti di Edouard Boubat, di Marc Riboud, di Willi Ronis, di Doisneau, di Brassai.

L'unico od uno fra i tanti ?


Io non possiedo gli strumenti necessari per forire seppur parziali risposte ma leggerei volentieri delle vostre considerazioni in merito.
Unico appunto: se dovessi fare un nome (il capostipite? L'iniziatore?) farei il nome di Kertész. Il maestro di Bresson, non il contrario.

Ciao a tutti.

---

P.s: Palomar abbiamo un'idea di conoscenza lunga anni decisamente differente.


Inviato: 7/1/2007 14:04
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


I migliori giudici di una fotografia
Moderatore
Iscritto il:
19/9/2006 14:17
Da rho - milano
Messaggi: 728
Offline
Sul fatto che i migliori giudici di una fotografia siano i non addetti ai lavori, come sostiene Palomar, ci sarebbe da discutere parecchio.
E' vero che i bambini a volte escono con delle battute talmente fulminanti da far realmente pensare...per questo spesso chiedo un parere a mio figlio di 4 anni.
Per arrivare al paradosso basterebbe far vedere una fotografia a qualcuno che non hai mai visto una fotografia, oppure far vedere la fotografia rappresentante qualcosa di mai visto, come nel caso delle fotografie di grattacieli fatte vedere ai pigmei. Essi non sapevano nemmeno da che parte girarle.

Ma tornando all'esperimento di Flickr, [che un po' ricorda l'esperimento dei grattacieli coi pigmei...giusto per riallacciarsi ai 'nani sulle spalle dei giganti' di Deborah], mi chiedo cosa sarebbe successo con la foto di qualche autore contemporaneo chessà uno dei famosi 'JPG' di Struth ?
Ecco che il problema della fotografia si ricongiunge al problema dell'arte contemporanea ed alla sua 'non' popolarità  o meglio al rifiuto dell'arte di essere artigianato.
Per citare un classico aneddoto di questo equivoco basti pensare alla 'Porta' di Duchamp che alla Biennale di Venezia del 1978 venne riverniciata da alcuni operai inconsapevoli.

Inviato: 7/1/2007 17:16
http://www.carlocorradi.it
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I migliori giudici di una fotografia
Utente non più registrato
Citazione:

Xerces ha scritto:

Per citare un classico aneddoto di questo equivoco basti pensare alla 'Porta' di Duchamp che alla Biennale di Venezia del 1978 venne riverniciata da alcuni operai inconsapevoli.


Eh già .
E il suo scobottiglie fu messo erroneamente in un ripostiglio da alcuni addetti alle pulizie di un museo...

Casi curiosi, simpaticamente irriverenti. Non così superficiali o banali, come potrebbe sembrare, per poter parlare della valenza dell'arte contemporanea e anche del suo effettivo riconoscimento.
L'arte contemporanea con la sua voglia di usare materiali poveri, accessibili a chiunque ha ottenuto l'effetto opposto? E' dunque diventata più elitaria e riservata solo ad "addetti ai lavori" e a chi ha precise conoscenze in materia?


Inviato: 7/1/2007 17:44
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I migliori giudici di una fotografia
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Citazione:
L'arte contemporanea con la sua voglia di usare materiali poveri, accessibili a chiunque ha ottenuto l'effetto opposto? E' dunque diventata più elitaria e riservata solo ad "addetti ai lavori" e a chi ha precise conoscenze in materia?


Siamo OT ma facciamola questa piccola digressione.
Sull'arte contemporanea abbiamo parlato tante volte e a lungo qui su Fotoavventure; riguardo alle tue osservazioni scinderei intanto la prima, dicendo che non mi ci ritrovo.
Una delle tantissime correnti dell'arte contemporanea ha scelto il ready made per esprimersi, per cui finché non c'è l'esposizione in museo o galleria manca lo spaesamento e quindi l'effetto e lo scopo finale dell'opera (e infatti gli operai, non a caso operando al di fuori dello spaesamento in quanto prima o dopo l'esposizione, giustamente non hanno riconosciuto le opere).
Un discorso analogo si puà fare per i "materiali poveri" che citi.
Stiamo parlando, comunque, solo di una minima parte della grande corrente dell'arte contemporanea... qui mi fermo per non avventurarmi su strade che conosco poco.

Sulla seconda tua osservazione, la mia personale risposta è un "sì", per apprezzare l'arte contemporanea bisogna avere una preparazione di base; non solo una minima base di preparazione sull'arte del Novecento ma anche sullo specifico percorso artistico dell'autore di cui si osservano le opere: cioè a mio avviso l'arte contemporanea (fotografia compresa) ha almeno in parte abbandonato la pretesa che la singola opera debba parlare da sola.
Già  un intero progetto artistico potrebbe avere più chances di essere apprezzato senza conoscenze specifiche, ma probabilmente sto generalizzando troppo... dipende dall'autore e dal progetto (e dal fruitore).

Chiudendo, dico che forse una grande sfida per l'arte contemporanea potrebbe essere proprio la raggiunta di una sintesi, il tentativo di riuscire comunque a comunicare qualcosa ad un pubblico generico (purché "volenteroso") senza per questo svilirsi o semplificarsi.
Ancora una volta voglio tirare in ballo Marco (fondatore) e Cristina, perché veramente credo che abbiano ottenuto questo risultato con il loro progetto Working Class; ma anche, rimanendo in tema, Chris Jordan con Intolerable Beauty; più in generale citerei il lavoro di Gursky e Vitali (rimanendo su nomi più volti discussi in questo forum).

Mi piacerebbe se Cristina e Marco avessero il tempo di intervenire.

Fer

Inviato: 7/1/2007 18:19
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I migliori giudici di una fotografia

Iscritto il:
8/10/2006 17:44
Da Torino
Messaggi: 1461
Offline
Seguo per un attimo l'Ot, l'arte é sempre stata una faccenda per pochi e anche nel passato sia per quanto riguarda l'accesso al mestiere dell'artista (con tutte le differenze del caso ripeto ad oggi) sia ancor di più alla comprensione dell'opera da parte del pubblico.

Per quanto riguarda HCB ricordiamoci che nel 47 fonda con Capa e altri l'Agenzia Magmum ed è questo evento a lanciare definitivamente il fotografo nell'elite dei grandi. Come in molti altri casi il merito c'era, ma ne più ne meno come per molti altri fotografi venuti prima e dopo.

Concordo con Fer, le faccende dell'arte, come anche per la fotografia per essere comprese richiedono un certo lavoro sia tecnico che di studi chiamiamoli estetici/artistici, per intenderci. Se ne puà fare a meno, certamente, ma guarda caso i bravi ne capisco di uno e dell'altro. Anche se imparano sul campo, ma imparano.
bs
marco


dimenticavo, e per chi vuole farla, venderla ed essere presente nelle gallerie, nelle mostre, ecc, ma come nel passato, anche una certa dimestichezza con il mercato...

Inviato: 7/1/2007 19:29
La fotografia non si domina: corre da sola e l'uomo la segue in ritardo e mai come oggi.
A. Gilardi

www.mbphoto.it
www.flickr.com/photos/marcofluens

..................
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I migliori giudici di una fotografia

Iscritto il:
13/9/2006 9:55
Da Milano
Messaggi: 727
Offline
Citazione:

samuel ha scritto:

Per quanto riguarda HCB ricordiamoci che nel 47 fonda con Capa e altri l'Agenzia Magmum ed è questo evento a lanciare definitivamente il fotografo nell'elite dei grandi. Come in molti altri casi il merito c'era, ma ne più ne meno come per molti altri fotografi venuti prima e dopo.


Giustissima considerazione.

A me era venuto anche un'altro dubbio, un tantino maligno.
Che tanti viaggi, il denaro per fondare un'agenzia gli venissero dal nome Cartier.
Non sarà  per caso stato parente degli omonimi gioiellieri?

A Parigi a S.Ambrogio sono riuscito a vedere la bella mostra antologica di Doisneau all'Hotel de la Ville.
Doisneau, il piccolo cantore della periferia di S.Denis, prima di diventare affermato ha fatto la gavetta pressochè da operaio alla Regie Renault (se non erro), comprandosi una Rolleiflex con il suo salario.

A prescindere dalla validità  estetica delle foto di uno e dell'altro (che personalmente trovo altrettanto belle ed esemplari), anche una diversa fortuna potrebbe aver inciso sulla notorietà  e fama degli autori.

A parte anche il fatto che i reportages di HCB, in un'epoca ove la globalizzazione non esisteva ed i media erano ai prodromi, spaziavano su almeno quattro continenti, mentre i suoi contemporanei erano solo per così dire dei "cantori di provincia".

Scusate la digressione.




Inviato: 7/1/2007 20:19
Tessera C.F.A.O. n°27......
G.F. n°78
...............
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I migliori giudici di una fotografia

Iscritto il:
9/12/2004 21:10
Da Toscana
Messaggi: 8251
Offline
Citazione:

Xerces ha scritto:
Per citare un classico aneddoto di questo equivoco basti pensare alla 'Porta' di Duchamp che alla Biennale di Venezia del 1978 venne riverniciata da alcuni operai inconsapevoli.


..E Duchamp nell'aldila' si dev'essere divertito un sacco a vedere che poi avevano dovuto spendere un sacco di soldi ( 30 milioni? ) per sverniciarla....
OT per OT...
L'altra sera mi sono fatto una lunga chiaccherata con un mio amico professore di disegno che mi ha "raccontato" tutto o quasi da Picasso in poi, passando anche per Duchamp, grazie al quale il sedile del mitico Landini Testacalda ( a proposito, neanche a farlo apposta e' il primo dei trattori i cui modellini vengono venduti a dispense ) sul trattore era un sedile di ferro, invece se trasportato pari pari in una mostra d'arte moderna diventa un'opera d'arte....
Duchamp ci porto' un vespasiano, ma il principio e' lo stesso.
Chissa' se i posteri continueranno ad ammirare vespasiani e sedili di trattore come opere d'arte o ci daranno a tutti di ...
Da questi esempi alle foto di CB pero' ce ne corre, io pero' penso che ci scandalizziamo se qualcuno in passato "preparava" le foto ed oggi con le possibilita' che ci sono neppure sappiamo quali processi hanno subito le immagini.
Se sono belle diciamo che son belle e non ci facciamo tanti problemi...poi come e' sempre successo non sempre e' il migliore ad emergere ma quello che ha saputo presentare meglio la propria merce.
Ciao,
Renzo

Inviato: 7/1/2007 23:11
.........

......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
10 utente(i) online
(8 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 10
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy