Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi





Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3082
Offline
Colgo l'occasione di un thread sulla relativa durata delle stampe inkjet vs stampe "analogiche" per esporre un pensiero che da qualche tempo mi turba.

Insomma, che male c'e' se la stampa si deteriora con il tempo? Invecchia, come tutte le cose della vita che hanno materialita' e significato per noi umani. Quindi non solo va bene, ma e' giusto che si sbiadisca, cambi tonalita', al limite scompaia.

E se era la foto della tuo primo amore quando avevi 15 anni? Va bene che scompaia, perche' tanto quello che rimarrebbe e' un simulacro comunque: l'unica cosa che conta e' quello che ti rimane in testa, e se quello che ti rimane in testa non c'e' piu' ... forse vuol dire qualcosa.

Una nota a latere di questo e' che ristampare una foto digitale fatta oggi nel 2050 godendo del fatto che e' "come nuova" sara' una bestemmia estetica e pure contro natura ... letteralmente.

Non sto abbracciando quanto sopra, ho appena speso una fortuna in spray protettivo Hahnemühle per i fotobook di famiglia che sto facendo

Pero' il ragionamento mi piace assai, non lo nego.

Inviato: 9/6 19:08
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4525
Offline
Discorso interessante. Tutte le cose della vita invecchiano vero, ma una fotografia non è solo un oggetto. Se un automobile o edificio o suppellettile invecchia con me ok. E'cosi è giusto e normale, una foto non è solo un oggetto ma una testimonianza, una memoria. Se scompare non viene perso solo un oggetto. Chi non possiede a casa foto di nonni è bisnonni? O foto di genitori o di se stesso da piccolo o giovane...il tempo scorre e noi non siamo più così, ma sono tracce che vanno oltre il mero oggetto. Oppure cambiando ambito foto di città e luoghi come erano 100 anni fa...o uomini e comunità di un tempo...

Marco

Inviato: 9/6 22:08
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora
Moderatore
Iscritto il:
11/3/2004 9:36
Messaggi: 4459
Offline
Ti cito una mia esperienza recente.

Premetto che ho scelto di scattare per il mio ultimo progetto con Impossible Project 8x10" per due motivi: una forma di imprevedibilità e caos nel risultato finale che rende ancora più "unica" una stampa già di per se unica al mondo, e il fatto che le pellicole a sviluppo immediato è più facile che si deteriorassero piuttosto che fossero archiviabili, questo perchè è un lavoro molto "carnale" per me, veramente grumi di sangue e pelle, e quindi volevo una pellicola che invecchiasse e si trasformasse come la pelle...

Ero un pò preoccupato dal confronto con i galleristi a cui ho proposto questo lavoro, nel senso che pensavo che quando avessero saputo che era realizzato su pellicole a sviluppo immediato, e quindi poco archiviabili, avrebbero avuto qualcosa da dire, in realtà quello che è successo è che a nessuno gliene frega niente, a maggior ragione se il supporto utilizzato è assolutamente funzionale all'idea concettuale ed estetica che sottende la serie di immagini.

Morale, l'archiviabilità è un fattore importante specie in alcuni ambiti, penso più a quelli legati alla stampa fotografica fine art pittoricista, in altri ambiti, quelli più legati alla fotografia che frequenta l'arte contemporanea, è decisamente più importante l'idea sul fare fotografia che l'archiviabilità dell'opera, d'altronde sono già molti anni che ammiriamo opere concettuali deteriorabili e reperibili in ambito pittorico e scultoreo (mi vengono in mente i lavori di Hirst), quindi non vedo perchè questo non debba valere anche per una fotografia che frequenta lo stesso approccio concettuale...

Inviato: 10/6 13:53
Il mio sito

"Mamma perchè il mondo fa schifo?" "Perchè è morto David Bowie." "Prima faceva meno schifo?" "No faceva schifo lo stesso ma c'era David Bowie." (Aldo Nove)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4525
Offline
Marco, vi sono ambiti molto diversi. L'ambito delle foto d'arte è gallerie è altra cosa rispetto a quello delle foto descrittive o documentaristico o familiari. L'importanza della durata per i due ambienti non può essere accostata.

Marco


Inviato: 10/6 16:05
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora
Moderatore
Iscritto il:
11/3/2004 9:36
Messaggi: 4459
Offline
Citazione:

pamar5 ha scritto:
Marco, vi sono ambiti molto diversi. L'ambito delle foto d'arte è gallerie è altra cosa rispetto a quello delle foto descrittive o documentaristico o familiari. L'importanza della durata per i due ambienti non può essere accostata.

Marco



E' ESATTAMENTE quello che ho detto io, ambiti diversi con approcci diversi, ma non sta scritto da nessuna parte che gli approcci ai due mondi non si possono "mescolare", questo penso sia il vero punto della domanda di Marco/Mxa

Inviato: 10/6 17:06
Il mio sito

"Mamma perchè il mondo fa schifo?" "Perchè è morto David Bowie." "Prima faceva meno schifo?" "No faceva schifo lo stesso ma c'era David Bowie." (Aldo Nove)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 561
Offline
Citazione:

Mxa ha scritto:
Una nota a latere di questo e' che ristampare una foto digitale fatta oggi nel 2050 godendo del fatto che e' "come nuova" sara' una bestemmia estetica e pure contro natura ... letteralmente.
.


Non ne sono completamente convinto,credo invece che potrebbe essere anche utile. Come oggi si ristampano ink jet foto più o meno antiche con la scansione del negativo, sia in ambito artistico che in ambito documentaristico, lo stesso potrebbe succedere partendo direttamente dai files fra 30 anni. Non ci vedo particolari bestemmie, tutto sta a conservare il supporto hard disk da qui al 2050, ma questo è ancora un altro discorso.

Inviato: 11/6 8:37
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3082
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
Citazione:

Mxa ha scritto:
Una nota a latere di questo e' che ristampare una foto digitale fatta oggi nel 2050 godendo del fatto che e' "come nuova" sara' una bestemmia estetica e pure contro natura ... letteralmente.
.


Non ne sono completamente convinto,credo invece che potrebbe essere anche utile. Come oggi si ristampano ink jet foto più o meno antiche con la scansione del negativo, sia in ambito artistico che in ambito documentaristico, lo stesso potrebbe succedere partendo direttamente dai files fra 30 anni. Non ci vedo particolari bestemmie, tutto sta a conservare il supporto hard disk da qui al 2050, ma questo è ancora un altro discorso.


Hai ragione, lo si fa. Ma non ti fa una certa impressione avere una foto nuova di pacca del bisnonno Asdrubale morto 30 anni fa, o di un pastore in transumanza degli inizi del 900 su carta inkjet? Se non esiste più la stampa originale mi sta pure bene. Ma se questa c’é, farne una copia moderna non aggiunge nulla, anzi toglie tutti quei segni del tempo che sono parte integrante della storia di quell’immagine.

Inviato: 11/6 12:37
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 561
Offline
Premesso che preferisco sempre le stampe originali perchè il tempo ha conferito loro quel particolare carattere che le rende uniche, sono sostanzialmente d'accordo con MXA ma distinguo due casi fondamentali:
1- la foto dello zio: mia madre è felicissima di avere una nuova foto in cui suo babbo e suo zio insieme sono di nuovo leggibili dopo avere fatto una ristampa su carta cotone partendo dall'originale a colore che era diventato completamente magenta e quasi illeggibile. Quindi per la foto casalinga secondo me ben venga la ristampa, non perchè mia madre è la verità ma perchè non tutti hanno le manie che abbiamo noi specialisti e per chi è interessato all'immagine e non all'oggetto può andare bene anche la nuova stampa ink senza troppi patemi.
2- nuovo utilizzo "creativo" parola orrenda ma non so come chiamarlo: ho visto spesso al MIA photo fair, ad artefiera e altrove immagini che sono nate per utilizzi editoriali negli anni 70 e ristampate oggi ink in formati importanti tipo 100x70 e ben incorniciati per diventare un altra cosa, un oggetto d'arte anzichè un'immagine da consegnare alla rivista. Mi ricordo in particolare di alcune foto di Gianpaolo Barbieri nate negli anni 70 per riviste di moda che oggi hanno ricevuto un carattere nuovo e straordinario dato dall'ingrandimento perfetto ottenibile solo dalla scansione del negativo e dalla stampa ink pur a scapito della patina del tempo. Anche Thomas Ruff ha lavorato in questo modo riportando in vita (stampando in blu) alcune lastre in vetro trovate in archivio, la sua manipolazione le ha fatte rivivere sotto un'altra forma.
In sostanza -e non vorrei sembrare banale- credo che se oltre all'ortodossia museale e al culto dell'originale
(a cui appartengo) ci sono oggi tante altre possibilità di fare ri-vivere la fotografia è un qualcosa di positivo, una conquista della tecnologia e credo che tra 50 anni ce ne saranno ancora di più.

Inviato: 11/6 14:24
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 3082
Offline
Concordo con i tuoi due casi, molto ben esposti.

Sul secondo concordo al 100%, sul primo al 99% , premettendo che - ovviamente! - tua madre ha il sacrosanto diritto di apprezzare una versione leggibile di vecchie foto!

Io guardo all'unica foto rimasta di mio nonno, morto giovanissimo, che non ho conosciuto e che neppure sua figlia mia madre ha conosciuto, essendo lui morto quando mia madre aveva tre anni. Quindi non ne ho memoria ne' diretta ne' trasmessa. La visione della foto non mi aiuta a "risucchiare" delle memorie sopite, cosa che le foto fanno spesso splendidamente. Quindi mi limito a farmi delle domande su questo individuo misterioso, se vogliamo.

Ma so per certo che un piccolo aiutino (piccolo, per carita') mi viene dal cartoncino di ottanta anni fa, la foto e' un po' ingiallita, c'e' il segno del tempo, il tenerla in mano mi riporta a un'epoca passata. Se fosse una stampa inkjet di un negativo di 80 anni fa scansionato e ripulito da difetti mi sembrerebbe di avere in mano qualcosa di sterile, non so. Quel poco di empatia che la vecchia stampina mi suscita scomparirebbe completamente.


Inviato: 11/6 14:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
27/4/2006 13:48
Da Roma
Messaggi: 2690
Offline
Citazione:

archifoto ha scritto:
Citazione:

Mxa ha scritto:
Una nota a latere di questo e' che ristampare una foto digitale fatta oggi nel 2050 godendo del fatto che e' "come nuova" sara' una bestemmia estetica e pure contro natura ... letteralmente.
.


Non ne sono completamente convinto,credo invece che potrebbe essere anche utile. Come oggi si ristampano ink jet foto più o meno antiche con la scansione del negativo, sia in ambito artistico che in ambito documentaristico, lo stesso potrebbe succedere partendo direttamente dai files fra 30 anni. Non ci vedo particolari bestemmie, tutto sta a conservare il supporto hard disk da qui al 2050, ma questo è ancora un altro discorso.


Infatti si restaurano antiche opere per riportarle allo "splendore originale"

Inviato: 12/6 0:14
Franz ...Tessera "Bromuro d'argento" C.F.A.O. n. AgBr 31......
--------------------------------------
www.franzgustincich.it - Empirici di tutto il mondo, unitevi!......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 544
Offline
Per me la stampa è solo un supporto dell'immagine, di gran lunga quello che preferisco. Se si deteriora, la sua funzione viene meno. Per me, quindi, c'è parecchio di male.

Inviato: 14/6 9:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 561
Offline
Citazione:

orso ha scritto:
Per me la stampa è solo un supporto dell'immagine, di gran lunga quello che preferisco. Se si deteriora, la sua funzione viene meno. Per me, quindi, c'è parecchio di male.


C'è di male a ristampare? a riavere oggi la stampa nuova? ad avere una forma di restauro che mai nella storia riesce ad avere di nuovo la stessa opera? Sopra ho articolato meglio il mio punto di vista che puà essere certamente discutibile.

Inviato: 14/6 10:00
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 544
Offline
Oscar, sono perfettamente d’accordo con quanto hai scritto sopra. Il mio intervento voleva rispondere al titolo della discussione.
Non riesco a considerare una stampa fotografica come un oggetto vero e proprio.
A mio modo di vedere, non è altro che il supporto di un'immagine da fruire col senso della vista. Non mi da alcuna sensazione toccare una foto, e giuro di non averne mai annusata o leccata una.
Semplicemente le guardo.
Ciò che mi emoziona o meno, è l'immagine che contengono.
Se l’ho stampata in quel modo, magari dopo vari provini, è perché mi piace in quel modo. E pretendo che il supporto me la mantenga tale nel tempo.
Diverso è il caso di un mobile, ad esempio, che con l’uso tende a deteriorarsi, ma questo lo considero un oggetto e accetto il suo deterioramento che mi racconta la storia dell’uso che ne ho fatto. Lo sguardo, da solo, non deteriora nulla.
Che poi in ambito artistico moderno una stampa che si deteriora acquisti valore credo ci possa benissimo stare, ma è un ambito talmente lontano dal mio modo di intendere la fotografia che non mi interessa.

Inviato: 15/6 21:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa c'e' di male se una stampa si deteriora

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 561
Offline
Riprendo la discussione perchè mi è venuto in mente un pensiero "filosofico" anche alla luce di quanto scritto sopra da Orso: dato che oggi alla stampa ink viene data una durata centenaria, non si avrà in una vita il tempo per vederla invecchiare, la puoi rovinare ma non invecchiare, la stampa che fai oggi fra 40 anni sarà ancora tale e quale. Quindi la possibilità di ristampare non sarà dovuta all'invecchiamento ma alla possibilità di avere domani copie nuove uguali all'originale basta conservare l'hard disc coi raw corretti e fra 30 anni avrai la stessa foto, nuova ma uguale a oggi. Quindi con buona pace per gli amanti della carta invecchiata, (io per primo) e all'aura che sta intorno all'originale d'epoca, il tema dell'originale stesso con relativo restauro e conservazione sarà destinato a perdere di senso perchè avremo la possibilità di avere copie uguali -cloni- sempre nuove e sempre uguali a come l'autore le ha pensate. E' come ritrovare Ansel Adams ancora lì, sempre pronto nella sua camera oscura per stamparti a comando un nuovo "half dome" esattamente uguale al primo di 60 anni fa. Tutto sta a capire chi gestirà gli hard disk per potere disporre di questa clonazione. Lo so non sono un gran filosofo ma spero di essermi spiegato e di non avere detto troppe fesserie.

Inviato: 21/6 16:41
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
47 utente(i) online
(44 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 47
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy