Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 »


Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4429
Offline
Leica ha annunciato il nuovo Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 ASPH, teleobiettivo superluminoso per fotocamere rangefinder/mirrorless fullframe Leica M. Sarà disponibile ad un prezzo di 12000 euro.

Qui

Mi chedevo. Ma la clientela Leica è composta solo da ricchi amatori o anche da fotografi professionisti? Non credo che lavorandoci si ammortizzino facilmente 12.000 euro di una lente. Forse solo un Berengo Gardin.

Inviato: 30/11/2017 20:08

Modificato da Gianluke su 30/11/2017 20:27:08
Modificato da Gianluke su 30/11/2017 20:27:53
Modificato da Gianluke su 30/11/2017 20:30:51
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4384
Offline
Vuoi la mia personale opinione?
Per me è un oggetto super affascinante ma poco o nulla usabile. Adesso, io non ne sarò capace (può benissimo essere) ma vorrei sapere quante immagini verrebbero a fuoco dove si vorrebbe con un 75 mm di tale apertura. E non ditemi, per favore, che ci vuole quell'apertura: se serve con le macchine moderne alzo appena gli ISO, e un f:1,8 penso sia meglio su un 75 mm. Meglio per "usabilità" sicuramente e penso anche per rapporto a fuoco/sfocato. Azz..lavorando con un 75 mm a f:1.25 quanti mm di pdc avrei? Rimarrebbe a fuoco in un ritratto tutto il naso? Ed entrambi gli occhi se non col viso perfettamente parallelo al piano focale? Che è uso una livella laser???

Per me una certa clientela Leica è composta da ricchi collezionisti (una certa, non tutta; di certo chi compra sta'lente per 120000 euro)che NON fotografano, o di certo non lo fanno per professione. E poi Leica è maestra nel cavalcare la fama del brand con oggetti (e prezzi) sopra le righe. Sopra le righe in positivo ma anche in negativo.

Marco

Inviato: 30/11/2017 23:23
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 5720
Offline
Si colloca nella stessa categoria della Bugatti : l’’ apertura di questo 75 mm è utile quanto i 400 km/h di quella.
Bello sapere che c’è.

Inviato: 30/11/2017 23:34
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9748
Offline
Beh ma ci sono già da tempo tanti obiettivi con profondità di campo anche inferiore; e fiori di fotografi li usano con profitto.
Senza scomodare le varie versioni del Canon 85/1.2L, già un 85/1.4 ha la stessa (limitata) profondità di campo di questo 75/1.25; e di 85/1.4 ce ne sono parecchi in giro (io ho il Samyang, costa anche poco).
Stesso discorso per i vari 135/2 e 135/1.8.

Se la macchina mette a fuoco correttamente (un grosso "se"...), la limitata profondità di campo di questi obiettivi può essere usata con profitto, in certe situazioni.

Poi possiamo discutere fino a mattina sul rapporto costi/benefici di un obiettivo da 12'000 euro... su quello per quanto mi riguarda si sfonda una porta aperta...

Fer

Inviato: 1/12/2017 0:36
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 5720
Offline
Ovviamente i commenti sono influenzati dal prezzo. Fosse un coreano dell costo di 300 euro, ben venga, utile o meno che sia.
Certamente ne venderanno. Quanti non so, ma di sicuro ne venderanno e quindi han fatto bene a produrlo.
Non credo però che la maggior parte finirà in mano di fotografi professionisti... e dunque, se deve essere considerato un oggetto più che altro di collezionismo o di feticismo, il commento ne tiene conto.

Inviato: 1/12/2017 6:35

Modificato da luciano su 1/12/2017 7:54:22
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4384
Offline
Citazione:

Fer ha scritto:
Beh ma ci sono già da tempo tanti obiettivi con profondità di campo anche inferiore; e fiori di fotografi li usano con profitto.



E’ vero, ci sono altri obiettivi con una pdc limitata. preso dalla fretta non ci ho pensato. Tuttavia ribadisco quanto detto. Un obiettivo con focale tale ed apertura talmente ampia (Leica o di qualsiasi altra marca) lo vedo poco pratico nell’uso a TA, salvo in casi molto, troppo settoriali. E poi se devo spenderci x per usarlo ok anche se non sempre ottimale per l’uso. Se devo spendere 6x……ma un professionista lo acquisterebbe? O il gioco non vale la candela visto il prezzo? Insomma io lo vedo solo chiuso in vetrinetta per danarosi collezionisti…..come del resto mooooolto materiale marchiato Leica. Ma alla fine quanti professionisti che di fotografia ci vivono usano attrezzatura Leica?).

Marco


Inviato: 1/12/2017 12:31
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 2904
Offline
É un obiettivo interessante perché segnala una svolta abbastanza importante nella strategia Leica. Primo, a dar retta ad alcune interviste, dovrebbe aprire la strada ad un Noctilux 35mm. Secondo, é pensato per macchine digitali e con live view: il telemetro Leica é arrivato a fondo corsa, specialmente considerata la minima distanza di messa a fuoco. Terzo, pesa molto, e poco si adatta al sistema M che ha sempre favorito obiettivi abbastanza piccoli. Quarto, é pure grosso e immagino si veda abbastanza dentro al mirino standard. Quinto, é la focale maledetta di Leica M, con una finestra nel mirino scomoda da usare. Lo dice uno che usa il summicron 75mm Asph (che peraltro mi piace molto). Alcune di queste considerazioni si applicano anche al Noctilux 0.95, certo.

Morale: mi sembra pensato molto più per la Leica SL (bilanciamento pesi e dimensioni), in seconda battuta per la M10 (live view). É un obiettivo progettato senza troppo pensare a chi ancora usa le M a film, come é giusto da un punto di vista di sostenibilitá del business. Per quello che dicevo “importante” sopra: sembra guardare al di lá del sistema M.

Inviato: 1/12/2017 14:17
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
8/9/2005 0:10
Da Lazio
Messaggi: 2307
Offline
Da utilizzatore leica penso che, al giorno d'oggi, nessun professionista assennato ne userebbe una con focale superiore al 50mm, l'oggetto non lo consentirebbe. Solo per la street avrebbe un senso, lo hanno fatto i grandi del passato e ancora c'è chi ci prova. Personalmente credo che ormai i prodotti leica siano come i Rolex o, come dice Luciano, le Bugatti: io sono ricco e li possiedo, che funzionino o meno, tanto non li uso. Altro discorso e quello di noi amatori. Io ho un discreto parco di vecchie ottiche Leiz da abbinare ad una M7 e M9 e mi diverto un mondo, ma se dovessi lavorarci .....

Inviato: 1/12/2017 14:35
Mauro-Tessera C.F.A.O. n°12
Leggere con attenzione il REGOLAMENTO

E Dio creò il gatto in modo che l'uomo potesse accarezzare la tigre....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
29/5/2009 11:05
Da Bologna
Messaggi: 460
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:

Mi chedevo. Ma la clientela Leica è composta solo da ricchi amatori o anche da fotografi professionisti? Non credo che lavorandoci si ammortizzino facilmente 12.000 euro di una lente. Forse solo un Berengo Gardin.


credo neanche lui dato che usa lenti di un secolo fa!
ma a parte gli scherzi non conosco un professionista che usi leica, ricchi "amatori" si.

Inviato: 1/12/2017 14:45
www.oscarferrari.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 2904
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:
Leica ha annunciato il nuovo Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 ASPH, teleobiettivo superluminoso per fotocamere rangefinder/mirrorless fullframe Leica M. Sarà disponibile ad un prezzo di 12000 euro.

Qui

Mi chedevo. Ma la clientela Leica è composta solo da ricchi amatori o anche da fotografi professionisti? Non credo che lavorandoci si ammortizzino facilmente 12.000 euro di una lente. Forse solo un Berengo Gardin.


La risposta alla tua domanda cambia a seconda di quello che tu intendi per “fotografo professionista”.

Inviato: 1/12/2017 19:35
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4429
Offline
Citazione:

Mxa ha scritto:
Citazione:

Gianluke ha scritto:

Mi chedevo. Ma la clientela Leica è composta solo da ricchi amatori o anche da fotografi professionisti? Non credo che lavorandoci si ammortizzino facilmente 12.000 euro di una lente. Forse solo un Berengo Gardin.


La risposta alla tua domanda cambia a seconda di quello che tu intendi per “fotografo professionista”.


Uno che vive con lavori fotografici

Inviato: 1/12/2017 19:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 2904
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:
Citazione:

Mxa ha scritto:
Citazione:

Gianluke ha scritto:

Mi chedevo. Ma la clientela Leica è composta solo da ricchi amatori o anche da fotografi professionisti? Non credo che lavorandoci si ammortizzino facilmente 12.000 euro di una lente. Forse solo un Berengo Gardin.


La risposta alla tua domanda cambia a seconda di quello che tu intendi per “fotografo professionista”.


Uno che vive con lavori fotografici


Parecchi fotografi fine-art usano Leica. Vai su Google e cerca < “professional photographers” Leica> e vedi tu. Certo, a San Siro di Leica non ne vedi, nella stock neppure


Inviato: 1/12/2017 20:26
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4384
Offline
Citazione:

Mxa ha scritto:


Parecchi fotografi fine-art usano Leica. Vai su Google e cerca < “professional photographers” Leica> e vedi tu. Certo, a San Siro di Leica non ne vedi, nella stock neppure



Vero. Ma c'è Leica e Leica.
Vi sono ottime macchine e lenti e vi sono feticci per puri collezionisti danarosi.
Oppure ho torto?

Marco

Inviato: 1/12/2017 23:07
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 2904
Offline
Citazione:

pamar5 ha scritto:

Vero. Ma c'è Leica e Leica.
Vi sono ottime macchine e lenti e vi sono feticci per puri collezionisti danarosi.
Oppure ho torto?

Marco


Hai ragione.

Il mondo della fotografia professionista e' molto articolato, come in qualunque professione. Senza pretendere di essere un esperto - perche' non lo sono - ci sono fotografi professionisti che usano Leica per i motivi piu' svariati. Lasciamo perdere quelle a film - usate ormai solamente da chi opera in fine-art o forse come secondo corpo per chi va in situazioni "complicate" e vuole portarsi indietro una qualche immagine se l'elettronica lo pianta in asso (ma io forse mi porterei dietro una Nikomat...)

La SL ha una certa trazione nella moda, nella matrimonialistica e nel prodotto. Certamente i numeri sono piccoli, molto piccoli, e il ritorno deve giustificare un acquisto di questo genere. Esiste in certi settori modaioli anche un ritorno di immagine che deve essere considerato (effetto bollino rosso).

Pero' il conto economico deve essere fatto per bene, includendo l'ammortamento. Le lenti Leica M tendono a deprezzarsi meno di altre marche, quindi a conti fatti la situazione e' meno negativa di quello che sembra. Detto questo i numeri sono quello che sono: la Leica e' una piccola azienda messa a confronto con Nikon, ma sopratutto Sony e Canon.

Poi c'e' l'aspetto collezionistico, dove comprare una lente - se uno sa quello che fa - permette di guadagnare dei soldi. Un esempio e' il Noctilux 50/1 che venduto prima dell'uscita dello 0.95 e acquistato 15 anni prima permise di guadagnare un bel gruzzolo, o piu' recentemente il 50mm APO _rosso_ che i fortunati che lo hanno comprato faranno sicuramente un po' di soldi se lo rivendono. Quindi ci sono professionisti che acquistano per rivendere guadagnandoci. Durante la crisi finanziaria del 2008 quando per un paio di anni la Grecia era a rischio di uscire dall'euro c'e' stata gente che ha comprato Noctilux 50/1 nuovi e mai aperti per fare un po' di hedging contro il possibile ritorno della dracma.

Il 75/1.25 e' un esercizio di alta ottica (ma personalmente penso altrettanto di meccanica di precisione) che fa sopratutto funzione di marketing. Non mi meraviglierei se la Leica guadagnasse ben poco dalla vendita di questa lente.

Parlando di costi, comunque, andate a guardarvi i costi delle Zeiss o Arri usate nella cinematografia!

Un'ultima nota: non possiedo Leica digitali, non mi potrei mai permettere un Noctilux o una delle ultime meraviglie carissime uscite (vedi il 21/1.4). Sono un appassionato di ottica - qualunque sia il fabbricante e il formato - e non sono certo un fanboy di Leica. Se fossi ricco sarei tentato solo dalla Monochrom; ma poi guarderei la mia vecchia M6, ci caricherei una TMAX400 o cavallettino + ADOX CMS20 e uscirei per strada contento.

Al momento comunque non faccio nulla di tutto questo e vado in giro con la mia bellissima Perkeo IIe





Inviato: 2/12/2017 9:52
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
8/1/2005 22:33
Da Varese
Messaggi: 4384
Offline
Sai, Marco (Mxa) io sono prevenuto nei confronti di quello che è di marca Leica. Prevenuto per ragioni che ritengo valide e che colpiscono (cosa piu' e cosa meno) tutto quanto è marchiato col bollino rosso. Sono altresì consapevole che tale prevenzione si riflette "anche" su quanto non lo meriterebbe....ma tant'è.
Credimi, sono consapevole che è meno impegnativo economicamente partire da un livello mediocre per raggiungere un livello elevato, di quanto lo sia (sempre economicamente) passare da un livello elevato ad un livello d'eccellenza. Facendo un paragone con la Formula 1 ci vogliono meno soldi per trasformare una monoposto che becca 5 secondi al giro dalle prime, di quanti ce ne vogliono ad una monoposto top per guadagnare 15 centesimi.....Insomma in tutti i campi per piccoli miglioramenti per passare da un livello elevato ad uno ancora superiore ci vuole molto impegno e soldi.
Chiaramente Leica da un livello ottimo vuole sfornare prodotti ancora piu' elevati e questo si ripercuote sui costi. Ma io ritengo che una buona fetta "costi" e pesi il marchio rosso. Io personalmente non concepisco taluni prezzi. Io non voglio pagare una cosa che vale X addirittura 3X solo per un marchio. Io voglio usare quanto sudo per un hobby che mi porta economicamente molte spese, e non lasciarlo a casa e fermo in vetrina per paura di ammaccarlo. Questo a mio giudizio vale un poco per tutto il materiale Leica. Per taluni oggetti meno, ma per altri vale troppo. Ricordo anni addietro unacompatta (della quale mi sfugge il nome e marca.....Panasonic?) prodotta uguale identica da entrambe le case (Leica e Panasonic (?) fatto salvo il prezzo. Indovinate quale costava all'incirca il doppio? E non venitemi a dire che era diverso il controllo qualità per favore.....

Marco

Inviato: 3/12/2017 0:42
Il mio sito

"I'm not a photographer the moment I pick up the camera.
When I pick one up, the hard work's already been done"

“To photograph reality is to photograph nothing.”

Duane Michals


Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
25/8/2005 8:38
Messaggi: 2904
Offline
Il fenomeno é globale e trascende la fotografia. Negli ultimi 20 anni si è creato un mercato mondiale di ultra ricchi che ha stimolato la crescita di aziende che hanno questo fascia della societá come target di riferimento.

Nel passato i ricchi ci sono sempre stati, ma un po’ perché la globalizzazione non esisteva, un po’ perche’ erano numericamente di meno chi si occupava di loro erano quasi solo (grandissimi) artigiani.

Adesso c’é il famoso 1% che pretende il massimo e ha totale elasticità sul prezzo. Questo ha fatto nascere aziende dedicate a soddisfare le loro esigenze. Quindi automobili da due milioni, altoparlanti da 100mila euro, borsette da 6 mila euro, testine di giradischi da ottomila, orologi che costano come un bel appartamento, biciclette da 20mila euro e .... obiettivi come il Noctilux 75mm.

Ci sono dei Vlog su YouTube sulle automobili sportive (non faccio nomi perche’ mi rifiuto di far loro pubblicità) che non esito a definire pornografici. Però sono popolarissimi, e chi li segue religiosamente sono il 99% ...

Io mi fermo qui, perché mi piacerebbe parlare in questo forum di tecnica fotografica, ottica etc. Ok, c'è chi vende un obiettivo per il 35mm per dodicimila euro. La Sigma vendeva un 200-500mm a ventiseimila dollari ...

Inviato: 3/12/2017 10:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
27/4/2006 13:48
Da Roma
Messaggi: 2611
Offline
Ho utilizzato Leica per anni. Anzi: mi sono guadagnato da vivere con Leica per anni. Poi è arrivato il digitale e qualcosa è cambiato. Vi farò due brevi notazioni sul pre e post digitale, perché credo che la questione sia tutta qui.

Leica aveva un livello di qualità e di controllo che definirei esagerato. Era comunque un prodotto di nicchia, e non sarebbe riuscita a sopravvivere a se' stessa senza i collezionisti.
Gente che era disposta a pagare cifre fuori mercato per un oggetto identico in tutto e per tutto a quello che io usavo quotidianamente, come un fabbro il suo martello. Loro pagavano per l'edizione limitata, quella di qualche anniversario e, sull'usato, per 50 summicron con entrambe le elicoidi in ottone.
I ricchi telemetristi che giocavano con i loro apparecchi senza mai farli di uscire, hanno permesso ai professionisti di utilizzare gli stessi apparecchi per lavoro perché erano una parte importantissima del business.

Non ho mai avuto un 75/1.4 e non ne ho mai sentito l'esigenza. Un giorno mi capita un affare per un 75/2.5 Voigtlaender e lo compro. Ottimo obiettivo, ma l'ho usato davvero poco. Non avrei mai speso i circa 4.000 Euro di un leitz 1.4, perché non lo avrei messo a frutto. Danaro. Se spendo X per un qualsiasi elemento dell'attrezzatura, mi aspetto di riceverne in cambio almeno 2X.

Poi arriva il digitale (lasciate da parte il fatto che ho cambiato genere, ed oggi il mio reddito proviene da un genere diferente di fotografia nel quale Leica non ha senso alcuno), Leica si adegua, ma i nuovi parametri per giudicare una fotografia non lasciano scampo: la maggior parte dei reporter (e fotografi tutti) che passano al digitale, devono piegarsi alla legge del mercato. Per semplificare diremo che la nitidezza richiesta oggi in un'immagine fotografica è decisamente più alta di quella di vent'anni fa.

L'af è sempre più veloce e io non posso più vantare di essere più rapido di una reflex autofocus con il mio telemetro ed il mio dito.

A questo punto Leica cambia strategia commerciale e, se prima era un prodotto professionale sostenuto da ricchi amatori, oggi è un prodotto professionale PER ricchi amatori. La professione, tuttavia, è cambiata.

Non conosco personalmente nessun professionista che utilizzi leica digitale per lavorare, quotidianamente.

Danilo Bucchi, noto artista della Capitale, un giorno mi mostrò la sua nuova Leica Monochrome e, parafrasando le parole di Ryuiky Watanabe mi disse: "posso permettermi il meglio perché non sono un fotografo professionista".

Inviato: 3/12/2017 18:54
Franz ...Tessera "Bromuro d'argento" C.F.A.O. n. AgBr 31......
--------------------------------------
www.franzgustincich.it - Empirici di tutto il mondo, unitevi!......
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph
Moderatore
Iscritto il:
13/5/2004 17:25
Da lombardia
Messaggi: 5720
Offline
Sono d'accordo. Direi che entrambi gli interventi di FranzX e di Mxa centrano il problema.

La globalizzazione ha da un lato aumentato il numero dei miliardari in giro per il Mondo (mi pare che nella sola Cina crescano al ritmo di centinaia se non migliaia ogni anno) e dall'altro ha permesso alle Aziende che intendono produrre articoli di extra lusso di non doversi più chiedere se riusciranno a venderli.

Ho paragonato questo Noctilux ad una certa vettura extra lusso ed extra veloce , ma forse il paragone è sbagliato, perché oggi esistono diverse macchine ancora più care, lussuose e perfino veloci di quella che avevo preso ad esempio....e le loro serie limitate vengono tutte vendute, probabilmente on line, prima ancora che l'esemplare numero uno esca dalla fabbrica.
E terminata in un lampo la serie - il che significa che se ne sarebbero potute produrre ancora di più - vengono ricercate e rivendute ad un prezzo maggiorato; tanto che qualcuno ipotizza che acquistare queste vetture sia un business notevole.

Quindi, in effetti, giudicare col metro di normali persone, che non acquistano un bene solo per metterlo e mettersi in mostra e che ponderano sulla base di budget, magari anche generosi, ma tuttavia limitati, credo non abbia più alcun senso.

Inviato: 3/12/2017 19:24
Tessera C.F.A.O n. 3

"Tempo fa ero indeciso, ma ora non ne sono più così sicuro" Boscoe Pertwee

http://www.flickr.com/photos/15773975@N00

https://500px.com/lucinio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4429
Offline
Quotissimo per FranzX

Inviato: 3/12/2017 21:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Leica Noctilux-M 75mm f/1.25 asph

Iscritto il:
6/12/2006 8:51
Da Torino
Messaggi: 1229
Offline
Citazione:

Mxa ha scritto:
Il fenomeno é globale e trascende la fotografia. Negli ultimi 20 anni si è creato un mercato mondiale di ultra ricchi che ha stimolato la crescita di aziende che hanno questo fascia della societá come target di riferimento.

Nel passato i ricchi ci sono sempre stati, ma un po’ perché la globalizzazione non esisteva, un po’ perche’ erano numericamente di meno chi si occupava di loro erano quasi solo (grandissimi) artigiani.

Adesso c’é il famoso 1% che pretende il massimo e ha totale elasticità sul prezzo. Questo ha fatto nascere aziende dedicate a soddisfare le loro esigenze. Quindi automobili da due milioni, altoparlanti da 100mila euro, borsette da 6 mila euro, testine di giradischi da ottomila, orologi che costano come un bel appartamento, biciclette da 20mila euro e .... obiettivi come il Noctilux 75mm.

Ci sono dei Vlog su YouTube sulle automobili sportive (non faccio nomi perche’ mi rifiuto di far loro pubblicità) che non esito a definire pornografici. Però sono popolarissimi, e chi li segue religiosamente sono il 99% ...

Io mi fermo qui, perché mi piacerebbe parlare in questo forum di tecnica fotografica, ottica etc. Ok, c'è chi vende un obiettivo per il 35mm per dodicimila euro. La Sigma vendeva un 200-500mm a ventiseimila dollari ...


Il Sigma era un 200-500 f2.8,obiettivo enorme e molto complesso, un po' diverso da un un 75 mm, manco autofocus. Io non eccepisco sui prezzi dei tele Canon e Nikon con lenti alla fluorite, prezzi che sono più o meno allo stesso livello di questo Leitz, la sostanza però mi sembra diversa. Ricordo quando Leica vendeva i supertele costituiti da un tripletto incollato, ai bordi era assai deludente, ma costava come i Canon che erano dei gioielli.

Inviato: 4/12/2017 8:37
Intelligenti pauca
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
19 utente(i) online
(16 utente(i) in Forum)Iscritti: 1
Ospiti: 18
Gianluke, altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy