Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 3 (4)


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Forse ho trovato una parziale soluzione al problema.

Quando nel msg 41 avevi scritto: “Nel caso del positivo, il contrasto non viene aumentato, invece nel caso dei negativi viene aumentato (quindi l'istogramma allargato), un pò di più per il Color, leggermente di meno per il Mono” avevo trovato questa frase sensata e condivisibile tanto da non verificare la cosa sperimentalmente.

Poi, googlando disperato “nikon scan clipping” mi sono imbattuto in questa discussione: https://www.photo.net/discuss/threads/ ... w-with-nikon-scan.399660/
dove nel messaggio di apertura si dice:
3) Setting NikonScan to Negative(Color) and Grayscale yields a better outcome with much less highlight clipping and not as strong contrast.
Allora ho provato a scansionare impostando Neg Color, sempre in Greyscale a 16 bit, ed in effetti è così. Il contrasto che si ottiene è minore, e nella maggior parte dei casi (dei miei negativi TMax 400) il clipping agli estremi dell’istogramma scompare. Per contro, oltre al minor contrasto, credo venga applicato un gamma diverso. Confrontando l’istogramma con quello ottenuto scansionando come Neg BN, le alte luci appaiono molto più separate (oltre a non essere clippate), mentre le ombre appaiono più compresse (ma anche loro non clippate).

Non so se questo fatto del gamma diverso, con alte luci molto separate e ombre compresse (che quindi mi da un’immagine diversa da quella che otterrei scansionando come Neg BN), potrà rappresentare un problema quando stamperò…
C'è la possibilità, in post produzione, di riportare il gamma a 2,2, che è quello che lo scanner applica di default per le scansioni BN, in modo da uniformare i risultati ?

Col famigerato fotogramma del capannone con porta aperta di cui abbiamo ampiamente discusso prima, neanche questo sistema ce la fa, e per forza di cose bisogna scansionare come positivo.

Inviato: 24/1 8:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Ciao Orso,
va beh, dai, avevo solo detto il contrario della realtà, bazzecole ...

Riguardo il Gamma, un modo becero è quello di lavorare con il cursore centrale dello strumento Livelli, per tentare di ricondurre l’istogramma della scansione “Negative (Color)” ad una ditribuzione più possibile simile a quella della scansione “Negative (Mono)”.

Una volta fatta l’operazione su un’immagine campione ed annotato il valore di spostamento del cursore, potresti applicare direttamente quel valore a tutte le altre scansioni
fatte con lo stesso settaggio.

Certamente esiste un modo più ortodosso, ma non lo conosco.

A presto.

Fabio

Inviato: 24/1 14:27
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Hai detto ciò che avrebbe detto qualsiasi persona (me compreso) che abbia avuto modo di confrontare una negativa BN e una a colori. Quella a colori è mediamente meno contrastata, quindi ci si aspetterebbe che chi ha scritto il software abbia applicato una curva con maggior contrasto alla scansione di negativi colore, e invece no… giusto il contrario!
Ho verificato confrontando gli istogrammi di una TMax 400 e di una Kodak NC160 (ho scelto in questo caso un fotogramma molto contrastato), entrambe scansionate in Greyscale sia come NegBN che come NegCol. L’istogramma della negativa a colori è in entrambi i casi assai più stretto. Continuo a pensare che chi ha scritto il software Nikon Scan avesse le idee poco chiare sulle pellicole negative.

Il metodo che suggerisci è tutt’altro che becero, infatti spostando il cursore centrale sotto “Curves”, nella finestrella ti appare proprio il valore del gamma (è 1 nella posizione centrale e varia da 0,5 a 3 spostando a destra o sinistra).
Ho provato, e si riesce a recuperare in parte lo schiacciamento dei neri che si ha scansionando come NegCol, anche se non si riesce ad ottenere un istogramma tanto simile a quello ottenuto scansionando come NegBN. Comunque, meglio di niente.

Inviato: 25/1 10:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Dopo alcune centinaia di scansioni, passando alla PP mi sono accorto di una cosa.
Ho fatto tutte le scansioni BN lasciando nel Color Management delle Pref impostato: "Use factory default monitor profile"
Aprendole in PS-CS6 mi risultano immagini con profilo incorporato NikonGrayG2.2
Senza farci troppo caso sono andato avanti a postprodurre (= togliere puntini e graffi, raddrizzare, correggere luci e ombre) con "Usa il profilo incorporato (anziché lo spazio di lavoro)"
La destinazione finale sarà la stampa inkjet.

Ho fatto qualche boiata?

Dovrò convertire questo profilo prima di stampare?

(sono molto poco ferrato in materia )

Inviato: 16/2 11:15
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Ciao Orso,
tranquillo, nessuna boiata.

Il parametro "Use factory default monitor profile", nel tab "Monitor" è riferito solo al monitor, cioò il profilo che Nikon Scan applica all'anteprima che ti mostra a monitor.

Lo spazio colore associato al file della scansione si imposta dal tab "RGB" (sempre in Prefs->Color Management).

Il "NikonGrayG2.2" è quello che il sw associa a all'immagine quando è impostato "Grayscale" nella tendina "Color Space", giusto sotto "Film Type".

Puoi tranquillamente convertirlo in un altro spazio colore (es. Adobe RGB) anche dopo aver fatto le modifiche.

A presto.

Fabio

Inviato: 16/2 22:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Citazione:

FabioBi ha scritto:

Lo spazio colore associato al file della scansione si imposta dal tab "RGB" (sempre in Prefs->Color Management).


Nel tab RGB ho impostato "Color space: Adobe RGB (1998)"

Quel che non capisco è perché aprendo le immagini in PS mi dice che hanno incorporato un profilo "NikonGrayG2.2" e non "Adobe RGB" come impostato nel tab RGB dello scanner.
Forse perché scansiono in scala di grigi?

Quindi posso fare tutta la PP che voglio con le immagini con profilo NikonGrayG2.2, archiviarle così, e solo alla fine stampare da PS associando il profilo della carta usata?
(Inutile dire che ho le idee piuttosto confuse su queste cose)

Inviato: 18/2 8:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Citazione:

orso ha scritto:

Forse perché scansiono in scala di grigi?


Esattamente.

Citazione:

Quindi posso fare tutta la PP che voglio con le immagini con profilo NikonGrayG2.2, archiviarle così, e solo alla fine stampare da PS associando il profilo della carta usata?
(Inutile dire che ho le idee piuttosto confuse su queste cose)


Quasi esatto ...

Puoi acquisirle, postprodurle ed archiviarle lasciando le immagini associate al profilo NikonGrayG2.2.

Al momento della stampa NON devi associare il profilo della carta all'immagine, bensì devi solo assicurarti di impostare sul driver di stampa (o sul sw di stampa che utilizzi) il profilo della carta; in fase di stampa ci penserà il motore di Color Management a rimappare i dati dallo spazio colore associato all'immagine allo spazio colore di destinazione (quello della carta).
In quel contesto tu sei chiamato a decidere ed impostare soltanto l'intento di rendering da utilizzare per la rimappatura; finchè non avrai la necessaria dimestichezza con la gestione del colore, puoi limitarti ad impostare il "Percettivo", che al 90% dei casi è quello che si adatta meglio agli scopi della stampa fotografica.

A presto.

Fabio


Inviato: 18/2 14:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Grazie Fabio, hai già anche risposto alle prime due domande che farò quando inizierò a stampare..., partirò direttamente dalla terza!

Due considerazione sullo scanner in oggetto, dopo alcune centinaia di scansioni:

1 - Confrontando i risultati sullo stesso fotogramma con quelli ottenuti con l'Epson piano, al di là della risoluzione nettamente migliore, aumenta tantissimo (ahimè) la quantità di puntini e graffietti visibili. Questo credo sia dovuto alla sorgente luminosa, puntiforme sul Nikon e diffusa sull'Epson. Un po' il problema che si aveva con gli ingranditori BN dotati di testa a luce puntiforme o a luce diffusa.

2 - La profondità di campo del Nikon è davvero ridottissima, e coi negativi BN che sono sempre un po' incurvati si nota la sfocatura in zone distanti dal punto di messa a fuoco prescelto. La cosa diventa drammatica lungo il lato corto esterno del primo/ultimo fotogramma della striscia che si introduce nello scanner, che tende inesorabilmente ad "arrotolarsi", incurvandosi in basso.
Credo che l'unica soluzione sia lo stacking, o il wet mounting (ma con altro tipo di scanner)

Inviato: 20/2 8:30
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Citazione:

orso ha scritto:

1 - ... Questo credo sia dovuto alla sorgente luminosa, puntiforme sul Nikon e diffusa sull'Epson. Un po' il problema che si aveva con gli ingranditori BN dotati di testa a luce puntiforme o a luce diffusa.


Ciao orso,
credo contribuisca molto anche la capacità risolvente di ottica e sensore a rendere così evidenti graffietti e granelli, oltre che, e questo è un bene, gli eventuali piccoli dettagli dell’immagine fotografica.

Citazione:


2 - La profondità di campo del Nikon è davvero ridottissima ...
Credo che l'unica soluzione sia lo stacking, o il wet mounting (ma con altro tipo di scanner)


Verissimo.
Per migliorare la situazione la mia strategia è selezionare manualmente il punto di messa a fuoco a circa un terzo del fotogramma (e del suo inarcamento), in modo che non si “sprechi” PDC, comunque in alcuni casi non ce la fa.

Con le pellicole particolarmente “molleggiate” puoi provare ad acquisirle con il telaio portapellicola FH-3 (da usare con il supporto MA-21 per diapositive); non fa miracoli, ma tiene schiacciati anche gli estremi della striscia.

Nei casi più disperati e quando ne vale la pena, si, il focus-stacking su 3 piani di messa a fuoco è la soluzione definitiva.

A presto.

Fabio

Inviato: 20/2 12:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
6/12/2006 8:51
Da Torino
Messaggi: 1274
Offline
Credo che la sorgente conti molto, il 5000 ha più o meno la stessa risoluzione del Dimage Scan Multi Pro (4000 il Nikon, 4800 il Minolta) ma la grana è più evidente con il Nikon. Il Dimage Scan ha un tubino allo xenon.

Inviato: 20/2 13:24
Intelligenti pauca
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Citazione:

FabioBi ha scritto:
Per migliorare la situazione la mia strategia è selezionare manualmente il punto di messa a fuoco a circa un terzo del fotogramma (e del suo inarcamento), in modo che non si “sprechi” PDC, comunque in alcuni casi non ce la fa.

Sì, faccio anch'io così, me lo avete insegnato voi a pag.1



Citazione:

FabioBi ha scritto:
Con le pellicole particolarmente “molleggiate” puoi provare ad acquisirle con il telaio portapellicola FH-3 (da usare con il supporto MA-21 per diapositive); non fa miracoli, ma tiene schiacciati anche gli estremi della striscia.

Purtroppo l'FH-3 non era fornito col 5000, ed ora si trova solo usato a prezzi esorbitanti.
Dato che mi servirebbe solo per il primo e l'ultimo fotogramma della striscia, e solo nei casi in cui la pellicola tende fortemente ad arricciarsi, voglio provare a modificare un telaietto per dia da incastrare in punta alla striscia ed usare col supporto MA-21. Magari faccio un pasticcio...


Citazione:

FabioBi ha scritto:
Nei casi più disperati e quando ne vale la pena, si, il focus-stacking su 3 piani di messa a fuoco è la soluzione definitiva.

Ma questo focus-stacking credi sia una cosa alla portata anche di un gnugnu informatico, o poi rischio di aprire un'altro thread di 4 pagine?


Citazione:

Claudio53 ha scritto:
Credo che la sorgente conti molto, il 5000 ha più o meno la stessa risoluzione del Dimage Scan Multi Pro (4000 il Nikon, 4800 il Minolta) ma la grana è più evidente con il Nikon. Il Dimage Scan ha un tubino allo xenon.

Concordo. La differenza tra le sorgenti luminose si nota soprattutto coi graffi. Alcuni, praticamente invisibili con la luce diffusa, brillano come tubi al neon illuminando il film con la sorgente puntiforme a led.

Inviato: 3/3 9:10
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Citazione:

orso ha scritto:

Ma questo focus-stacking credi sia una cosa alla portata anche di un gnugnu informatico, o poi rischio di aprire un'altro thread di 4 pagine?



Ciao Orso,
usando la funzione Photomarge di PS è abbastanza semplice; purtroppo, come al solito, devo darti le istruzioni per il PS in inglese, perchè non ho installata una versione in Italiano:

1) Fai un numero di scansioni sufficienti ad avere a fuoco i vari piani (tre dovrebbero bastare)

2) Apri PS

3) Seleziona File -> Automate -> Photomerge

4) Si apre una finestra di dialogo

____a. Seleziona tipo di Layout = “Auto”
____b. Nella sezione Source Files, selezionare Use = “Files”
____c. Premi “Browse ...” e nella finestra di navigazione che si apre selezionare i file delle scansioni
____d. TOGLI il segno di spunta da "Bland Images Together”
____e. Seleziona OK

5) PS iniziarà a lavorare per mettere perfettamente a registro le immagini; in funzione della dimensione e del numero di file potrebbe impiegare alcune decine di secondi

6) Dopo l'allineamento delle immagini selezionare tutti i livelli nella palette Layer (fare click sul primo e, tenendo premuto Shift, fare click sull’ultimo)

7) Seleziona Edit -> Auto-Bland Layers ...

8) Si apre una finestra di dialogo

____a. Seleziona “Stack Images”
____b. Fai click su “OK”

9) Aspetta che la clessidra finisca di fare le capriole e goditi il risultato

La lista dei passi sembra lunga perchè l’ho dettagliata molto, vedrai che operativamete è tutto abbastanza veloce da fare.

A presto.

Fabio

Inviato: 4/3 12:14
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Ah, quindi è una cosa fattibile con PS..., io credevo occorressero programmi a parte.
Mi segno la procedura e quando ho un po' di tempo provo. Credo che nella maggior parte dei casi, visto anche che stamperò piccolo, non serva, ma in alcuni casi "difficili" potrebbe essere di grande aiuto.
Grazie.

Inviato: 7/3 22:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Avevo intenzione di comprarmi un adattatore FH-3 (anche se hanno prezzi folli) per fare la scansione del primo e ultimo fotogramma di una striscia.
Mi confermate che tiene schiacciati tutti quattro i lati del primo e ultimo fotogramma?

Inviato: 10/10 18:40
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Ciao Orso,
si, a patto che i fotogrammi siano correttamente spaziati, entrambe le estremità trovano appoggio nel telaino.
Comunque, nel caso la striscia fosse leggermente più corta a causa di una spaziatura ridotta, puoi portare "a battuta" prima una estremità, fare la scansione dei fotogrammi di quel lato, poi portare a battuta l'altra estremità e completare la scansione dei restanti fotogrammi.

A presto.

Fabio

Inviato: 10/10 21:44
...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Bene, l'importante è che "sorregga" l'estremità della striscia di pellicola.
L'adattatore SA-21 è molto comodo, ma il primo e l'ultimo fotogramma di una striscia risultano con l'estremità sfocata, in quanto non sorretta. Se c'è un fondo uniforme non è un problema, ma se ci sono particolari su quell'estremità, la sfocatura si nota molto.
Se ne trovo uno ad un prezzo abbordabile lo prendo per usarlo solo in questi casi.

Se ce l'hai, mi puoi misurare le dimensioni della mascherina? Spero non siano inferiori a 24 x 36 mm...
Con l'SA-21 la larghezza di scansione è di 23,5 mm. Nella maggior parte dei casi va bene, ma in certe foto dove già sei andato stretto, scoccia perdere quel mezzo millimetro.

Inviato: 12/10 9:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Ciao Orso,
si, le misure della finestra del telaio sono esattamente 24mm x 36mm.


A presto.

Fabio

Allega:



jpg  P1010787_web.jpg (64.04 KB)
244_5da1ee1d4fb47.jpg 900X600 px

jpg  P1010790_web.jpg (59.97 KB)
244_5da1ee3407bfe.jpg 900X600 px

Inviato: 12/10 17:16
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Perfetto grazie. Ne cercherò uno.

Segnalo ancora un simpatico scherzetto che mi fa il 5000.
Se nell'immagine ho un particolare nero (sto sempre parlando di negative BN, quindi trasparente in pellicola) con bordi netti su fondo bianco, mi trovo un alone grigio chiaro largo 30-40 pixel sul fondo bianco, adiacente al bordo del particolare nero, solo da un lato.
Se inverto la striscia di pellicola, me lo trovo dal lato opposto.

Il fenomeno avviene sistematicamente su fotogrammi bianchi o grigi chiari lungo i lati corti (neri o molto scuri sulla negativa, quindi anche qui un transiente netto tra la spaziatura trasparente e il fotogramma molto denso). Mi trovo una striscia grigia larga 30-40 pixel sul lato corto.
Imboccando la striscia al contrario, me la trovo sull'altro lato corto.
Il lato corto incriminato è sempre quello verso l'interno dello scanner.

L'unica cosa che ho provato è la multiscansione (4x), ma non cambia nulla.

Lo fa anche il tuo?
E' un difetto del mio, o una peculiarità dei Coolscan?
Si riesce a rimediare?

La strisciolina sul lato corto la ritagli e amen, ma questi aloni attorno a particolari della foto sono fastidiosi.

Inviato: 13/10 8:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1033
Offline
Ciao Orso,
alcuni anni fa, quando usavo il Coolscan con elevata frequenza, aveva iniziato a produrre aloni nelle zone di confine ombre/luci, simili a quelli che descrivi tu; risolvetti facendo una pulizia interna.

Ora lo uso molto raramente (la pellicola la utilizzo ormai quasi esclusivamente nel formato 4x5) e non ho fatto caso se si sono di nuovo ripresentati aloni; farò una prova appena possibile.

Per la pulizia interna sueguii un tutorial trovato online (credo questo) e mi pare di ricordare che non fu particolarmente difficile, tuttavia, data l’attuale rarità e preziosità dell’oggetto, potrebbe essere meglio affidarsi al centro assistenza.

A presto.

Fabio

Inviato: 14/10 10:03
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Consigli per scansioni con Nikon Coolscan 5000 ED

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 621
Offline
Ho dato un'occhiata al tutorial... ho una certa manualità, ma su roba più grossa, e sinceramente non me la sento, proprio per la "preziosità" dell'oggetto, non più in produzione da tanto tempo e fuori dall'assistenza ufficiale.
Dovrei trovare un fotoriparatore che abbia esperienza sui Coolscan.
A parte l'alone sul lato corto, che si taglia, quando capita su particolari interni al fotogramma è veramente fastidioso. Per ora ho usato il timbro clone, ma sai che fatica per farlo bene!

Per il caricatore avrei trovato un FH-2, a prezzo modesto rispetto al FH-3. Ho spulciato un po' di forum americani e francesi, e pare che vada bene anche sul 5000. Addirittura un tale che li ha provati entrambi sostiene di preferirlo all'FH-3 in quanto più rigido. Credo che lo comprerò.

A proposito dell'SA-21, ho trovato uno che ha allargato la mascherina con un cutter (dice) per poter fare la scansione dell'intero fotogramma. Altra cosa che non mi sentirei di fare, ma trovassi qualcuno che mi garantisce di farla bene...

Inviato: 14/10 20:49
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
17 utente(i) online
(15 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 17
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy