Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 (2)


Re: cercasi obiettivo con elevato potere risolvente low-price

Iscritto il:
28/4/2016 9:40
Messaggi: 242
Offline
Citazione:

Mxa ha scritto:
https://youtu.be/FW2rM1kaRug

Guardate dopo il minuto 13 se siete "diversamente scientifici"

Pentax SMC Takumar 50/1.4

Il colpevole è il torio. La radiazione arriva da dietro un ordine di grandezza in più che da davanti, cioè quella che arriva all'occhio che guarda nel mirino è molto elevata .... se la radiazione segue il percorso della luce visibile dentro al pentaprisma, cosa che però penso non sia vera, penso che vada dritta dentro ... la bocca? Qualcuno può confermare o smentire?

Diverso il discorso con una mirrorless, dove se guardi lo schermo stai proprio guardando direttamente dentro la lente.

Mi chiedo anche che effetto abbia la radiazione sul sensore e circuiteria di acquisizione, cosa di cui i progettisti degli anni 60 non si sono preoccupati di certo....




Il problema non sta tanto nel mirare e scattare, quanto nel tenere la macchina (e obiettivo) appesa al collo per lungo tempo.

Il primo strumento ha una sensibilità di 3500 CPM/ mR/h
24000 CPM = 6.8 mR/h
1 mR = 0.01 mSv
6.8 mR/h = 0.07 mSv/h
1 radiografia al torace sono 0.02 mSv
0.07 mSv = 3 radiografie all'ora.

Salvo errori od omissioni.

Inviato: 6/6 20:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: cercasi obiettivo con elevato potere risolvente low-price

Iscritto il:
10/1/2010 10:42
Da Roma
Messaggi: 363
Offline
Stiamo parlando di particelle Alfa (nuclei di Elio 4 ionizzati 4 volte) e di radiazioni beta (elettroni).

Le prime vengon facilmente arrestate da un foglio di carta spessa da 120 g/m2. A titolo di riferimento la carta da fotocopie standard è da 80.

I secondi da un sottilissimo foglio di alluminio, diciamo dello spessore di un cookie alluminio per incartare alimenti, ma penetrano facilmente ad esempio le tendine di seta gommata di una Spotmatic. Ma non un Copal Square degli anni '70 con tendine metalliche.

Col 50/1,4, per dire, era suggerito dalla Casa di non lasciare l'obiettivo montato per lungo tempo con la fotocamera caricata di pellicola e lasciata in un armadio.
Dai e dai, poteva leggermente ma percettibilmente velare il fotogramma dietro l'otturatore.
Ma non il resto del rullo, e neppure le foto già esposte protette dal vano in alluminio.

Le particelle Alfa non possono attraversare il vetro di un pentaprisma; gli elettroni possono essere riflessi da uno specchio come quello a 45° di una reflex, alluminato sulla prima superficie, ma il giro del pentaprisma non lo fanno. Il vetro è materia solida, ed il fatto che sia trasparente significa solo che è poco efficace per arrestare i fotoni.

Di ottiche radioattive ve n'è un'infinità. Son molto più radioattivi, ad esempio i filtri arancioni e sopratutto rossi (rari) dei catadiottrici russi.

Inviato: 7/6 21:41
...io non vorrei mai far parte di un club che accettasse uno come me come socio... (Groucho Marx)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: cercasi obiettivo con elevato potere risolvente low-price

Iscritto il:
28/4/2016 9:40
Messaggi: 242
Offline
Non é proprio cosi. Le emissioni dipendono dalla presenza di ossido di Torio. Il Torio di per sé emetterebbe raggi Alfa ma suoi isotopi emettono raggi Gamma. Dopo alcuni anni dalla fusione del vetro (M. Cavina indica 6)comincia, decadendo progressivamente, ad emettere Gamma. Quando l'obiettivo non é montato, anche solo maneggiandolo sene prende una certa dose. Ma anche ammettendo che pochi millimetri di alluminio blocchino completamente Alfa e Beta, le Gamma non si fermano tanto facilmente e non certo con il telaio della fotocamera.

Comunque io faccio una riflessione se permetti, un oggetto radioattivo è sempre e comunque pericoloso per la salute. Il minimo che si dovrebbe dire a chi legge, specie se fosse un ragazzo che si approccia al mondo della fotografia, è che esistono obiettivi che presentano una certa dose di emissioni, quindi essere al corrente della cosa. Secondariamente, invece di minimizzare, raccomandare che se un maggiorenne proprio li vuole usare, non dovrebbe tenerseli addosso a lungo e neanche, secondo me, riposti troppo vicino ad un luogo che si usa abitualmente.

Inviato: 7/6 23:53

Modificato da PinoKent su 8/6/2017 0:43:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
17 utente(i) online
(17 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 17
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy