Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 »


Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Buonasera ragazzi,

Qualcuno sa quali siano le differenze fra il CG246 e il CX240 della linea Color Edge? La differenza di prezzo è molto forte, ma a guardare gamut, controllo
uniformità eccetera sembrano identici, l'unica differenza sembrerebbe che il primo ha un colorimetro/sonda con software integrato per la calibrazione, mentre
il secondo ha solo una "sonda di controllo" (non capisco benissimo la differenza fra le due sonde, comunque) ed è necessario quindi affidarsi ad una sonda (e ad un software) esterni, tipo Eye-One Display ecc.

Inoltre, questi nuovi pannelli con illuminazione basata su LED paiono coprire un gamut leggermente meno esteso rispetto ai precedenti (per il vecchio CG245W era dichiarato 98% di Adobe RGB, mentre per il CG246, che teoricamente sostituisce, siamo a 97%).
Questa non mi pare una buona notizia, onestamente, considerato quanto costano (e considerato che il mio attuale monitor, molto meno blasonato, copre il 98% pure
lui)

Infine, della linea subito inferiore, la Flex Scan, ci sarebbe il SX2462W, che ha prezzo simile al CX240: in cosa è peggiore all'altro, che teoricamente appartiene alla fascia più professionale?

Grazie

F.

Inviato: 28/7/2013 16:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Nessuno sa niente di questi nuovi modelli?

F.

Inviato: 5/8/2013 20:40
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4463
Offline
Effettivamente, eccetto la palpebra per il CG, come specifiche sembrano tutti e tre identici. Chiama alla Eizo

Inviato: 6/8/2013 2:02
https://500px.com/gianlucapirro/galleries
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:
Effettivamente, eccetto la palpebra per il CG, come specifiche sembrano tutti e tre identici. Chiama alla Eizo


Hanno un numero verde per le domande cretine degli utenti?

Comunque una differenza fra CG e CX è sicuramente nella funzione della sonda incorporata, che nel CX è solo una sonda "di controllo", però non ho capito benissimo che differenza ci sia con un normale colorimetro...

F.

Inviato: 6/8/2013 19:39
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4463
Offline
Non servono a nulla, serve sempre un colorimetro esterno buono

Inviato: 7/8/2013 0:56
https://500px.com/gianlucapirro/galleries
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:
Non servono a nulla, serve sempre un colorimetro esterno buono


Cioè il mio vecchio Eye-One è migliore del colorimetro integrato di un CG246, con quel che costa? Sei sicuro?

F.

Inviato: 7/8/2013 1:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 590
Offline
Non sono un esperto di monitor, ma un po’ ho studiato e ti dico quanto ho capito.
Le differenze fra i 3 modelli che citi ci sono e giustificano la differenza di prezzo, anche se tutti tre sono dei 24” con pannello IPS Wide Gamut e LUT a 16 bit.
Il CG246, top di gamma, viene fornito completo di palpebra e di software Color Navigator che permette la calibrazione hardware. Inoltre è dotato di un sensore integrato di calibrazione, cioè di un colorimetro integrato. Una volta comprato, hai tutto.
Il CX240 viene fornito senza palpebra. La calibrazione hardware è possibile, ma solo comprando a parte il software Color Navigator, oltre ad un colorimetro commerciale. E’ dotato di un sensore integrato di correzione, che una volta eseguita la calibrazione con un dispositivo esterno mantiene i colori stabili via software (ma non serve a fare la calibrazione vera e propria). Credo che Gianluke si riferisse a questo.
L’ SX2462W, anche lui fornito senza palpebra, non permette invece la calibrazione hardware, ma solo la normale calibrazione software mediante un colorimetro esterno.
I primi due hanno inoltre la retroilluminazione a Led, che porta vantaggi sul consumo energetico e permette un contrasto più elevato, ma non influenza significativamente il gamut.
Comunque non mi formalizzerei troppo su differenze di un 1% sui valori dichiarati.

Ps: dai anche un'occhiata a questa discussione: http://www.effeunoequattro.net/htdocs ... p?topic_id=11286&forum=67

Inviato: 8/8/2013 21:56
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4463
Offline
Bisogna capire come vanno questi sensori integrati di calibrazione del CG...non sarei così certo..

Inviato: 8/8/2013 23:11
https://500px.com/gianlucapirro/galleries
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

orso ha scritto:
Non sono un esperto di monitor, ma un po’ ho studiato e ti dico quanto ho capito.
Le differenze fra i 3 modelli che citi ci sono e giustificano la differenza di prezzo, anche se tutti tre sono dei 24” con pannello IPS Wide Gamut e LUT a 16 bit.
Il CG246, top di gamma, viene fornito completo di palpebra e di software Color Navigator che permette la calibrazione hardware. Inoltre è dotato di un sensore integrato di calibrazione, cioè di un colorimetro integrato. Una volta comprato, hai tutto.
Il CX240 viene fornito senza palpebra. La calibrazione hardware è possibile, ma solo comprando a parte il software Color Navigator, oltre ad un colorimetro commerciale. E’ dotato di un sensore integrato di correzione, che una volta eseguita la calibrazione con un dispositivo esterno mantiene i colori stabili via software (ma non serve a fare la calibrazione vera e propria). Credo che Gianluke si riferisse a questo.
L’ SX2462W, anche lui fornito senza palpebra, non permette invece la calibrazione hardware, ma solo la normale calibrazione software mediante un colorimetro esterno.
I primi due hanno inoltre la retroilluminazione a Led, che porta vantaggi sul consumo energetico e permette un contrasto più elevato, ma non influenza significativamente il gamut.
Comunque non mi formalizzerei troppo su differenze di un 1% sui valori dichiarati.

Ps: dai anche un'occhiata a questa discussione: http://www.effeunoequattro.net/htdocs ... p?topic_id=11286&forum=67


Ti ringrazio, Orso, per avermi chiarito la differenza fra sonda di calibrazione e sonda di controllo.
Certo, spero bene che quella integrata del CG246 faccia bene il lavoro e non ci sia bisogno d'altro, con quel che costa il monitor

Mi chiedevo però, il mio vecchio Eye-One Display 2, unito al software Eizo, potrebbe fare un buon lavoro con la calibrazione hardware del CX240 (per poi utilizzare la sonda integrata per mantenere i valori nel tempo)? Perché in caso affermativo 600-700 euro con il CG246 mi paiono difficili da giustificare, solo per la palpebra

L'SX invece lo scartiamo, se non può fare la calibrazione direttamente nella LUT e non ha il controllo di uniformità, francamente prima di spendere quasi 1000 euro mi tengo il mio monitor che non va male

Federico
p.s.: dimenticavo, secondo voi monitor del genere sono sprecati senza drivers video a 10 bit per canale? Pochissime schede video li supportano, attualmente...

Inviato: 9/8/2013 1:07

Modificato da federico su 9/8/2013 1:45:13
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4463
Offline
Per la sonda la devi cambiare...le vecchie non supportano i widegamut, devi prendere Eye One Display Pro. Costo 185 euro su Ebay UK

Per i 10 bit ci sono una marea di schede che li supportano. Si tratta di cambiare scheda video, costo minimo sui 100 euro per la ATI V3800/3900

Inviato: 9/8/2013 19:43
https://500px.com/gianlucapirro/galleries
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:
Per la sonda la devi cambiare...le vecchie non supportano i widegamut, devi prendere Eye One Display Pro. Costo 185 euro su Ebay UK


Ma veramente il mio monitor attuale è wide-gamut, e con la mia sonda ho ottenuto a suo tempo valori di calibrazione più che soddisfacenti (deltaE medio nell'ordine dello 0.4, se ben ricordo...)

F.

Inviato: 9/8/2013 22:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Citazione:

federico ha scritto:

Mi chiedevo però, il mio vecchio Eye-One Display 2, unito al software Eizo, potrebbe fare un buon lavoro con la calibrazione hardware del CX240 (per poi utilizzare la sonda integrata per mantenere i valori nel tempo)?


Questa è una bella domanda.
Sperabilmente, dovrebbe essere possibile applicare la tabella di correzione ottenuta tramite l'i1 alla LUT hardware del monitor; però non lo darei per scontato.
Di sicuro con il modello più costoso il colorimetro integrato agisce direttamente sulla LUT del monitor, ma non sono sicurissimo che la cosa funzioni anche con una sonda esterna.

Naturalmente nel caso la correzione non venisse salvata nella LUT del monitor, finirebbe nella LUT della scheda video, che è meno desiderabile sia perché in genere le LUT delle schede video sono a 8 bit/canale, sia perché dal punto di vista del workflow è più corretto che sia il monitor, che manifesta la deviazione, a correggersi da solo il segnale, che così gli arriva "puro".

Fer

Inviato: 10/8/2013 0:58
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

Fer ha scritto:
Citazione:

federico ha scritto:

Mi chiedevo però, il mio vecchio Eye-One Display 2, unito al software Eizo, potrebbe fare un buon lavoro con la calibrazione hardware del CX240 (per poi utilizzare la sonda integrata per mantenere i valori nel tempo)?


Questa è una bella domanda.
Sperabilmente, dovrebbe essere possibile applicare la tabella di correzione ottenuta tramite l'i1 alla LUT hardware del monitor; però non lo darei per scontato.
Di sicuro con il modello più costoso il colorimetro integrato agisce direttamente sulla LUT del monitor, ma non sono sicurissimo che la cosa funzioni anche con una sonda esterna.

Naturalmente nel caso la correzione non venisse salvata nella LUT del monitor, finirebbe nella LUT della scheda video, che è meno desiderabile sia perché in genere le LUT delle schede video sono a 8 bit/canale, sia perché dal punto di vista del workflow è più corretto che sia il monitor, che manifesta la deviazione, a correggersi da solo il segnale, che così gli arriva "puro".

Fer


Sì infatti, per me l'unico motivo per prendere monitor così costosi sarebbe il poter effettuare la calibrazione "hardware", registrandola cioè direttamente nella LUT dello schermo. In caso contrario, beh, ho già un discreto IPS wide-gamut (me lo consigliaste proprio voi qui qualche anno fa, se ben ricordo), calibrato con la sondina Display 2 come dicevo, anche la corrispondenza con il monitor del laboratorio di stampa è buona, quindi non ho tutto questo entusiasmo per buttar via un migliaio di euro e più, a quel punto preferisco prendermi un obiettivo o altro

Non c'è modo di sapere con certezza se la calibrazione con sonda esterna, non Eizo, viene "scritta" o meno nella LUT del monitor?

F.

Inviato: 10/8/2013 15:25
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Io non lo so, puoi provare a scrivere al supporto Eizo, dovrebbero rispondere a questo tipo di domande.

Fer

Inviato: 10/8/2013 16:22
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

Fer ha scritto:
Io non lo so, puoi provare a scrivere al supporto Eizo, dovrebbero rispondere a questo tipo di domande.

Fer


Forse non è necessario:
http://www.eizo.it/consigli-utili-per ... 8869f367917d97b3851#l1422

"Per una calibrazione semplice, accurata e veloce si raccomanda di utilizzare il software di calibrazione in dotazione ColorNavigator. Per eseguire una calibrazione è inoltre necessario un sensore (sonda) di misurazione. Color Navigator è compatibile con i seguenti dispositivi:

• X-Rite Eye-One-Display I/II/pro/monitor, ColorMunki-Serie, Monaco serie OPTIXXR- (DTP 94, DTP94B)
• Data Color Spyder 2 e 3

Nonostante i sensori siano muniti del relativo software di calibrazione, raccomandiamo per la calibrazione dei monitor ColorGraphic l’uso del software di corredo ColorNavigator".


Anche se non lo dice esplicitamente, forse la chiave potrebbe essere appunto che l'utilizzo del software Eizo (Color Navigator) permette di scrivere direttamente nella LUT dello schermo, mentre magari i software di altre altre case no (tipo il Match di Eye-One che utilizzo finora)

Federico

p.s.: notare che include il mio Display 2 fra i dispositivi compatibili

Inviato: 10/8/2013 18:14
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
22/6/2009 11:34
Messaggi: 590
Offline
Citazione:

federico ha scritto:
Anche se non lo dice esplicitamente, forse la chiave potrebbe essere appunto che l'utilizzo del software Eizo (Color Navigator) permette di scrivere direttamente nella LUT dello schermo, mentre magari i software di altre altre case no (tipo il Match di Eye-One che utilizzo finora)

Su Eizo.com mi pare lo dica esplicitamente:

EIZO’s optional ColorNavigator calibration software makes calibration simple and produces predictable color results. ColorNavigator works with a wide range of measurement devices and provides hardware calibration by directly utilizing the monitor’s look-up table. The monitor’s built-in correction sensor automatically maintains the calibration settings by self correcting at specific intervals determined by the user.

http://www.eizo.com/global/products/coloredge/cx240/

Inviato: 10/8/2013 23:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

orso ha scritto:
Citazione:

federico ha scritto:
Anche se non lo dice esplicitamente, forse la chiave potrebbe essere appunto che l'utilizzo del software Eizo (Color Navigator) permette di scrivere direttamente nella LUT dello schermo, mentre magari i software di altre altre case no (tipo il Match di Eye-One che utilizzo finora)

Su Eizo.com mi pare lo dica esplicitamente:

EIZO’s optional ColorNavigator calibration software makes calibration simple and produces predictable color results. ColorNavigator works with a wide range of measurement devices and provides hardware calibration by directly utilizing the monitor’s look-up table. The monitor’s built-in correction sensor automatically maintains the calibration settings by self correcting at specific intervals determined by the user.

http://www.eizo.com/global/products/coloredge/cx240/


Ecco, perfetto (come al solito le versioni italiane non sono mai altrettanto precise...)
E qui dice chiaramente che il Display 2 è supportato:
http://www.eizo.com/global/products/coloredge/cn/index.html (in fondo alla pagina c'è la lista completa delle sonde compatibili)

Quindi il CX240 potrebbe essere una buona scelta insieme al mio vecchio colorimetro, con un bel risparmio rispetto al CG246... (io resto convinto che il colorimetro integrato nel CG246 sia più preciso, però diciamo che nel mio caso il "rapporto qualità prezzo", per dir così, è a vantaggio della prima soluzione...)

Segnalo anche questo pdf sulle varie possibilità di calibrazione Eizo a confronto:
http://www.eizo.com/global/support/db ... ce/GraphicsComparison.pdf

F.

Inviato: 11/8/2013 0:31
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
27/9/2006 3:01
Da Napoli
Messaggi: 4463
Offline
Guarda qui l'errore del Display 2 vs. il nuovo i1DisplayPro sui nuovi monitor

http://www.drycreekphoto.com/Learn/Ca ... rCalibrationHardware.html

Inviato: 12/8/2013 1:00
https://500px.com/gianlucapirro/galleries
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Citazione:

Gianluke ha scritto:
Guarda qui l'errore del Display 2 vs. il nuovo i1DisplayPro sui nuovi monitor

http://www.drycreekphoto.com/Learn/Ca ... rCalibrationHardware.html


E' strano però, il Display 2 passava per essere una delle migliori sonde sul mercato e quegli errori sono indecenti, peggio di un buon monitor non calibrato...
Col mio monitor niente del genere, lo scarto è una quindicina di volte inferiore...

F.

Inviato: 12/8/2013 14:13
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Qualche domanda su Eizo

Iscritto il:
5/12/2010 10:57
Messaggi: 880
Offline
Tornando un attimo alle schede video, ma esiste qualcosa di livello consumer, cioè con un comparto 3D avanzato, i cui drivers supportino i 10 bit/canale? Le Quadro/Firepro son pensate appunto per l'editing grafico professionale, ma la parte 3D è mediocre...

F.

Inviato: 14/8/2013 22:03
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
38 utente(i) online
(28 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 38
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy