Utente: Ospite
Cerca nel sito
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!


Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 »


nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
ciao a tutti,
non sono nuovissimo del forum ma di fatto manco da un anno, da quando cioè l'incendio di casa ha rallentato di molto i miei approcci al "nuovo" scanner appena comprato.
L' 8000ED fortunatamente è salvo e, dopo qualche mese passato a studiarmi i manuali online (sono fatto così: per me la teoria precede la pratica), sto facendo le prima scansioni.
CHE FIGATA!
Mi ero proposto in realtà di modificare il meno possibile l'immagine originaria, ma come si fa a resistere completamente con tutte quelle funzioni a disposizione? tra curve, bordi da affilare e varie qualcosa dovrò fare per forza.
Adesso ho un bel po' di cosine concrete da chiedervi, sperando ci sia qualcuno che abbia voglia di dirmi la sua e di darmi qualche consiglio.
parto subito con la prima:
- dimensioni file: le diapo che andrò a scansionare verranno tutte stampate, su formati diversi a seconda dell'immagine ma può essere che qualcuna diventi un grande formato. Come posso ottenere file sufficientemente pesanti? lo stampatore mi dice che per un 300x180, dimensioni che tra l'altro non raggiungerò mai, ci vogliono 200 dpi di risoluzione stampa effettiva. Come posso raggiungere questi valori? nel menù crop, impostando queste dimensioni di output mi da errore. Devo fare scansioni multisample? (non ci sono ancora arrivato ma immagino che così possa aumentare le dimensioni dei file) sto dicendo str..hem sciocchezze?
- profilo di colore: lo stampatore mi dice di scegliere sempre RGB e formato file .tif. Stando al manuale, se l'immagine è destinata alla stampa dovrei impostare il profilo CMYK. Cosa scelgo?
- come è meglio procedere: acquisire l'immagine con la massima pesantezza e lavorare poi DOPO la scansione, ammesso che si possa, o lavorare in parte prima e finire poi, prima della stampa? l'immagine in preview è ben brutta da vedersi...

Per ora sono questi i miei primi dubbi
grazie a tutti
Stefano

Inviato: 9/1/2013 19:28
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1002
Offline
Ciao Stefano,
come l'incendio di casa!?!? Che brutta cosa!

Il mio punto di vista riguardo la prima domanda: dato che la scansione di un originale porta via tempo e lavoro, difficilmente si vorrà ripeterla, per lo stesso originale, più volte, quindi la si deve fare al meglio delle possibilità dello scanner.

In sostanza il tuo obiettivo deve essere quello di prendere, una volta per tutte, più dettagli possibile, compatibilmente con i limiti dello scanner; nel tuo caso il limite di risoluzione dello scanner è pari 4000 dpi ed a questa risoluzione devi acquisire.

Quando lo stampatore ti dice che a lui servono 200 dpi, si riferisce alla risoluzione di stampa, non a quella di acquisizione.

Un originale 6x6 acquisito a 4000 dpi, ti consentirà di produrre una stampa a 300dpi (risoluzione di stampa consigliata) di 80 x 80 cm; come ho fatto il conto? Semplice:

risoluzione di acquisizione / risoluzione di stampa = fattore di ingrandimento

lato dell’originale x fattore di ingrandimento = lato della stampa

quindi:

4000 / 300 = 13,3

6 x 13,3 = 80

Se vorrai fare stampe più grandi potrai farlo affidando a Photoshop o ad altri software il “ricampionamento” del tuo file, tenendo però conto che nessun dettaglio in più rispetto a quelli acquisiti in fase di scansione potrà essere aggiunto da alcun sw; il “ricampionamento” potrà essere fatto in vari modi, con differenti algoritmi, ma al solo scopo di rendere meno evidenti gli artefatti dovuti all'eccessivo ingrandimento dei singoli pixel.

Riguardo il profilo colore, è corretto quanto suggerito dallo stampatore; lo scanner, il monitor, le stampanti, ragionano tutte in RGB, quindi attualmente non c’è motivo per lavorare in CMYK; l’indicazione del manuale è un retaggio di quando i file era destinati alla stampa tipografica, e le tipografie lavoravano solo in CMYK.

Relativamente alla tua ultima domanda, se hai una buona pratica di post-produzione, è preferibile acquisire l’immagine alla massima risoluzione, nello spazio colore più ampio (Adobe RGB o Prophoto RGB) e senza applicazione di alcuna correzione da parte del sw di scansione, fatto salvo la pulizia di polvere e graffi, quindi post-produrre il file con strumenti sw ultra potenti e flessibili cone Photoshop.

Nel caso invece tu non abbia dimestichezza con la post produzione, puoi certamente avvalerti dei più limitati strumenti messi a disposizione del sw di scansione per sistemare al meglio l’immagine.

A presto.

Fabio

Inviato: 9/1/2013 21:50
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
Ciao Fabio,
grazie per i consigli e per le formule.
I miei originali sono tutti 35mm quind, se ho ben capito, utilizzando il fattore di 13,3 otterrò delle buone stampe di grandezza 60x30. Meglio che niente.
Per il ricampionamento probabilmente mi affiderò allo stampatore, se lo propone a un prezzo decente: il tempo per scansionare è già tanto.

Quindi io procederei scansionando come dici alla max risoluzione, più diapo in serie senza curami troppo dell'editing, magari scegliendo adeguatamente cosa eliminare dell'inquadratura originaria per non pagarne in termini di dimensioni di stampa.
poi man mano che le stampo vedo se qualche funzione di nikon scan è utile per migliorarla e, al limite, faccio fare un ricampionamento.
La scansione multisampling migliora la qualità, cioè la applichi sempre per ottnere la max risoluzione?

grazie ancora

p.s. incendio di casa suona ancora strano anche a me, ma di fatto tanto è successo il 6 febbraio scorso. Scanner e diapo salve per vero miracolo, noi e i cani eravamo fuori casa, assicurazione finalmente utile: tanto mi basta per parlarne come di un brutto ricordo





Inviato: 9/1/2013 23:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1002
Offline
Ciao Stefano,
per l'esattezza da una 35mm potrai ricavare una stampa 32x48.

Altra precisazione: il ricampionamento di solito non è una cosa che si paga, è banalmente una funzione di Photoshop e di molti altri software; nel caso tu non abbia uno di questi sw, lo stampatore te lo farà gratuitamente.

Fintanto che non maturerai esperianza, puoi limitarti a fare le scansioni curando solo la corretta inquadratura e scegliendo il punto dove NikonScan regola la messa fuoco; questo punto è bene che sia in una zona con dettagli contrastati e grossomodo a un terzo del fotogramma (non importa se a destra, sinistra, in alto o in basso).

Il multisampling migliora la qualità della scansione, ma non per quanto riguarda la risoluzione, piuttosto serve a ridurre il rumore elettronico nelle zone più dense dell'immagine; per gli originali molto densi, direi che è meglio tenerlo attivo.

Mi dispiace per ciò che è successo alla tua casa, ma sono felice che tutto si sia risolto ... e che lo scanner si sia salvato

A presto.

Fabio

Inviato: 10/1/2013 22:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
mi farò bastare il 32x48 salvo qualche raro caso.
originali molto densi intendi con poco contrasto?
come mai messa a fuoco ad 1/3? per ora ho impostato la messa a fuoco automatica

grazie per i preziosi consigli, sto cominciando ad impratichirmi.
CIAO!

Inviato: 11/1/2013 10:15
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1002
Offline
Ciao Stefano,
per originali densi intendo quelli con aree scure, es. zone di ombre dense nel caso di diapositive.
A causa d'accentuata densità, lo scanner fatica a leggere dettagli in quelle aree, così il multisampling (lettura ripetuta più volte dello spesso pixel)aiuta a "ripulire" quelle aree dal rumore elettronico generato dalla forte amplificazione del segnale che lo scanner deve fare per leggere i dettagli.

Le pellicole si incurvano sempre un pò e l'ottica dello scanner non ha molta profondità di campo; mettere a fuoco ad un terzo del fotogramma significa selezionare un piano di fuoco che sta circa a metà tra quello del centro del fotogramma e quello dei bordi del fotogramma, così verrà grossomodo tutto a fuoco.
Questa però non è una regola generale; se, ad esempio, la composizione della fotografia che vuoi acquisire prevede un elemento a fuoco su sfondo sfocato, allora è meglio selezionare la messa a fuoco esattamente sul dettaglio a fuoco dell'originale.

A presto.

Fabio



Inviato: 11/1/2013 11:01

Modificato da FabioBi su 11/1/2013 13:43:34
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
capito. Almeno spero
ciao stefano

Inviato: 11/1/2013 21:10
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Ciao Stefano,

non voglio mettere altra carne sul fuoco , comunque più avanti, quando sarai più esperto nell'uso del tuo nuovo scanner, potresti forse trovare qualche spunto interessante nella nostra recensione del Nikon 8000ED:

http://www.effeunoequattro.net/htdocs ... _ProvaNikon8000/index.php

Ripeto che al momento forse rischi solo di aggiungere confusione, però tra un po', magari dopo aver letto il manuale dello scanner e del software Nikon Scan (che sono scritti piuttosto bene, a differenza di quanto accade di solito!), potresti forse trovare utile anche la recensione.

Fer

Inviato: 12/1/2013 12:36
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
ciao Fer,
rieccoti dopo quest'annetto di pausa forzata.
Leggerò tutto senz'altro. Il manuale del software me lo sono studiato per benino in lingua e lo sto seguendo man mano che faccio le prima scansioni.
A grandi linee credo di aver compreso quasi tutto ma ho ancora molte difficoltà nel capire cosa utilizzare e quando.
No riesco ad es. a capire bene le relazioni tra valori input e output nelle curve, ma per ora sopravviverò.
A presto! ciao

Inviato: 15/1/2013 21:55
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
ciao,

ho letto la recensione, mi chiedo: è proprio necessario creare un profilo di correzione con Argyll?
ti dirò: sono andato sul loro sito e non ci ho capito quasi niente. Ho compreso che lo scanner ha dei profili che non riescono a restituire con margini di errore bassi i colori originari. Occorrerebbe riprofilarlo utilizzando una diapo speciale. Poi mi sono perso
Tinei presente che io utilizzo nikon scan perchè Vuescan mi da problemi.
Vorrei tanto iniziare a scansionare con buona lena visti i tempi non propriamente rapidi dell'operazione, ma mi pare di capire che per partire col piede giusto i preliminari siano piuttosto laboriosi
grazie

Stefano

Inviato: 2/2/2013 19:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Ciao, se usi Nikon Scan e non sei esperto di gestione del colore (e in particolare di software piuttosto ostici e a linea di comando, come Argyll), non ti consiglio di crearti dei profili personalizzati.

Nikon Scan ha già i suoi profili di correzione integrati; non sono il massimo, ma almeno non ti incasini tremendamente la vita.

Fer

Inviato: 2/2/2013 23:06
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
grazie Fer,

profili di correzione integrati vuol dire che li applica il software quando gli lascio gestire i colori (CMS on)? O devo selezionarli io?

scusa la pedanteria, poi conto di essere un filo più autonomo

Inviato: 3/2/2013 11:40
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Ciao, sì, Nikon Scan subito prima di salvare la scansione nello spazio colore che hai scelto (es. sRGB, AdobeRGB, ...) applica all'immagine un profilo di correzione integrato (non sei tu a doverlo selezionare), ottenuto in fabbrica su uno scanner-campione.
Questo profilo non essendo specifico per il tuo scanner non è perfettamente in grado di correggerne la risposta, ma fa comunque un lavoro più che dignitoso, e semplifica molto la procedura di scansione.

Voglio anche sottolineare che tentare di avere una risposta "colorimetricamente perfetta" da uno scanner lascia abbastanza il tempo che trova: comunque le pellicole sono tutt'altro che colorimetricamente perfette, lo sviluppo può introdurre ulteriori scostamenti a seconda dei chimici, dei tempi, etc.
Addirittura gli stessi obiettivi delle fotocamere non sono perfettamente neutri (a causa dei vari trattamenti antiriflessi e, nei vetri più vecchi, per fenomeni di invecchiamento dei collanti).
Quindi qualche "sistematina" nel software di fotoritocco andrebbe comunque fatta anche avendo uno scanner perfetto con risposta ai colori ideale.

Nella recensione dell'8000ED, gli errori DeltaE che vedi "prima del profilo Argyll" non sono quelli ottenuti da Nikon Scan con il proprio profilo integrato, ma quelli ottenuti da una scansione diretta senza alcun profilo di correzione applicato.

Fer

Inviato: 3/2/2013 14:16
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
aa ok, mi ero un po' spaventato quando dava valori di errore superiori a 10 (e sopra 3 sono visibili).
Diciamo che per il mio livello attuale quanto previsto in Nikon scan dovrebbe più che bastarmi. Comincio a impratichirmi, stando attento anche a quanto mi diceva Fabio sulla messa a fuoco che mi preoccupa già di più.
A presto ciao

Inviato: 3/2/2013 18:25
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Amministratore
Iscritto il:
11/10/2005 16:37
Da Roma e Abruzzo
Messaggi: 1002
Offline
Ciao Stefano,
non volevo farti preoccupare .

Te la faccio più semplice:

1) Dopo aver fatto l'anteprima, clicca sul simbolo del mirino che c'è nel tab "Layout Tools" della "Tools Palette 1".

2) Ora individua nell'anteprima un punto dell'immagine dove ci sono dettagli abbastanza contrastati, preferendo un'area vicina al centro.

3) Fai click con il mouse su quel punto; in questo modo avrai detto allo scanner "metti a fuoco qui" e sarai sicuro che l'operazione avverrà senza errori perchè in quel punto ci sono dettagli che rendono facile la messa a fuoco.

Per ora limitati a questo ed otterrai una messa a fuoco mediamente buona.

A presto.

Fabio

Inviato: 3/2/2013 22:36
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
ciao Fabio,

non ti avevo letto, grazie.
riprendo i miei esperimenti + fiducioso

mi rimane ancora un po' oscura la relazione tra input level e output level nel grafico delle curve ma non voglio abusare della vostra pazienza

ciaoo

Inviato: 5/3/2013 19:17
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Fossi in te non toccherei proprio le curve. In Nikon Scan (o Vuescan) conviene limitarsi a scansionare senza alcun intervento come sharpen, curve, livelli, colori etc.
Si ottiene così una scansione "da archivio"; poi se ne fa una copia di lavoro su cui intervenire con Photoshop o chi per lui.
I software di scansione non sono molto adatti, in linea di massima, a intervenire sull'immagine.

Fer

Inviato: 6/3/2013 12:55
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
guarda Fer, non sai che bene mi fanno le tue parole.
Mi stavo perdendo. poi ho fatto un rapido calcolo del tempo necessario a scansionare almeno le diapo a cui tengo di più con tutti i settaggi dello scanner: non credo di avere vita a sufficienza.
Proprio adesso mi stavo cimentando con spazi di colore, profili rgb etc.. e mi stavo chiedendo quando vedo le differenze? devo fare + scansioni, perché le preview mi sembrano tutte identiche modificando i profili.
boh

Inviato: 9/3/2013 13:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo

Iscritto il:
18/11/2011 17:29
Da milano
Messaggi: 30
Offline
ciao Fabio e ciao Fer,

sto finalmente scansionando, è stata una lunga fase preparatoria.
Domanda, del bordo che rimane su quasi tutte le immagini scansionate (nero o chiaro che sia) posso fregarmene o è meglio eliminarlo dall'inizio riducendo il crop?
grazie

Inviato: 2/9/2013 19:13
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: nikon coolscan 8000ED: consigli di utilizzo
Moderatore
Iscritto il:
4/11/2005 13:12
Da Roma
Messaggi: 9878
Offline
Mah, io in genere lo tengo: magari scopro successivamente che c'è da raddrizzare leggermente l'immagine, o da correggere un pochino di distorsione, e avere un po' di bordo può far comodo per tagliare meno area utile.

Fer

Inviato: 2/9/2013 23:08
Tessera C.F.A.O. n°14
Gallery (pBase)

** Si ricorda di leggere bene il REGOLAMENTO ** ....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Partners








Ultimi annunci
Utenti Online
36 utente(i) online
(33 utente(i) in Forum)Iscritti: 0
Ospiti: 36
altro...
Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 px o superiore
     
Privacy Policy